Pantelleria, attacco all’Assessore Gutterez da parte di una testata siciliana: è chiaro che diamo fastidio.

Pantelleria, attacco all’Assessore Gutterez da parte di una testata siciliana: è chiaro che diamo fastidio.

01/06/2020 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 1031 volte!

Pantelleria: ennesimo attacco all’Assessore Gutterez da parte di una testata siciliana: “Accuse infamanti per colpire questa Amministrazione. È chiaro che diamo fastidio.”

L’As­ses­so­re Anto­nio Gut­te­rez, tito­la­re del­le dele­ghe al Bilan­cio, allo Sport e alle Atti­vi­tà Pro­dut­ti­ve del Comu­ne di Pan­tel­le­ria, di fron­te all’en­ne­si­mo attac­co rice­vu­to sem­pre dal­la stes­sa testa­ta gior­na­li­sti­ca sici­lia­na, rela­ti­va­men­te a pre­sun­ti con­flit­ti di inte­res­se ine­ren­ti al suo man­da­to ammi­ni­stra­ti­vo, si dichia­ra sere­no e con­sa­pe­vo­le che la Pro­cu­ra del­la Repub­bli­ca, alla qua­le sono sta­ti invia­ti tut­ti gli atti del caso, sta svol­gen­do il pro­prio compito.

Ad oggi, a distan­za di cin­que mesi dal pri­mo arti­co­lo dif­fa­ma­to­rio, nes­su­no ha chie­sto di sen­tir­mi, io riman­go a dispo­si­zio­ne per chia­ri­re la mia posi­zio­ne qua­lo­ra qual­cu­no voles­se ascol­tar­mi,” dichia­ra l’Assessore.

Le paro­le del­la moglie del mio clien­te (e per­ché non è egli stes­so a rila­scia­re tali dichia­ra­zio­ni?), dimo­stra­no chia­ra­men­te che c’è la stes­sa regia die­tro que­ste accu­se vili ed infa­man­ti. Appa­re chia­ro che si trat­ti di un attac­co poli­ti­co all’at­tua­le mag­gio­ran­za, visto il dichia­ra­to orien­ta­men­to del­la stes­sa testa­ta, ma que­sto signi­fi­ca solo che que­sta Ammi­ni­stra­zio­ne si sta muo­ven­do nel modo giu­sto e quin­di dà mol­to fastidio.

Pri­ma di esse­re un ammi­ni­stra­to­re sono un dot­to­re com­mer­cia­li­sta ed un ex Uffi­cia­le del­le For­ze Arma­te, con­ge­da­to con atte­sta­zio­ne di lode­vo­le ser­vi­zio. L’es­se­re un pro­cu­ra­to­re è un fat­to tipi­co del­la mia pro­fes­sio­ne. Eser­ci­to altre pro­cu­re per con­to di altri sog­get­ti e mai nes­su­no ha avu­to modo di ridi­re per il mio operato.

Ciò che ho fat­to per con­to del mio man­dan­te era insi­to nel­la pro­cu­ra gene­ra­le con­fe­ri­ta­mi, pre­di­spo­sta dal nota­io loca­le e chia­ra­men­te let­ta dal­lo stes­so al mio clien­te. L’allusione che fos­si mos­so da inten­ti spe­cu­la­ti­vi non solo è total­men­te infon­da­ta come dimo­stra­no i docu­men­ti, ma appa­re pre­te­stuo­sa e pilo­ta­ta ad arte,” con­ti­nua l’Assessore, che così con­clu­de: “Essen­do le dichia­ra­zio­ni del­la moglie del mio clien­te pale­se­men­te dif­fa­ma­to­rie, sen­ti­ti i miei lega­li, mi riser­vo di agi­re in tut­te le sedi appro­pria­te per tute­la­re la mia ono­ra­bi­li­tà, ele­men­to che per me non può in nes­sun modo esse­re mes­so in discus­sio­ne”.

 

L’Assessore al Bilan­cio, Sport e Atti­vi­tà Produttive

Anto­nio Maria Gutterez

 

Alle­ga­ti: comu­ni­ca­to in Word

 

Pan­tel­le­ria, 1° giu­gno 2020