Pantelleria, Sindaco: sciopero anch’io se non avrò risposte in Regione

Pantelleria, Sindaco: sciopero anch’io se non avrò risposte in Regione

28/09/2019 0 Di Francesca Marrucci

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1576 volte!

Mentre prosegue lo sciopero della fame di Battista Belvisi, il Sindaco di Pantelleria Vincenzo Campo esprime solidarietà e si dichiara pronto a scioperare anche lui se la Regione Sicilia non darà risposte immediate e concrete nell’incontro di mercoledì prossimo.

Un’isola intera aspetta risposte dalla Regione Sicilia.

di Francesca Mar­ruc­ci

Lo sciopero del­la fame di Bat­tista Belvisi per la stra­da del Lago di Venere a Pan­tel­le­ria, anco­ra chiusa dopo un anno, non rimane una voce soli­taria. Oltre ai cit­ta­di­ni del Lago, di Buge­ber e di Khat­tibuale che stan­no appog­gian­do il Sign­or Belvisi, il pri­mo a notare la protes­ta e a par­lare con il cor­ag­gioso pan­tesco è sta­to pro­prio il Sin­da­co del­l’iso­la, Vin­cen­zo Cam­po.

Non appe­na, l’al­tro ieri, Belvisi ha pre­so posizione davan­ti al Comune, ha rice­vu­to la visi­ta del Pri­mo Cit­tadi­no e pro­prio a questi ha spie­ga­to con pacatez­za le ragioni del­la sua protes­ta. Cam­po ha subito sol­i­dariz­za­to e appog­gia­to la protes­ta, anche per­ché il Comune, così come i cit­ta­di­ni del­la zona, ma anche del­l’iso­la tut­ta, sono parte lesa in ques­ta assur­da vicen­da buro­crat­i­ca ital­iana.

Oltre a portare acqua, a fornir­gli un gaze­bo come riparo, il Pri­mo Cit­tadi­no pas­sa spes­so a trovare Belvisi e mer­coledì prossi­mo, 2 otto­bre, sarà in Regione per un incon­tro sul­la vicen­da e per capire se ci può essere uno sboc­co a breve ter­mine. Il giorno suc­ces­si­vo, giovedì 3 otto­bre, ci sarà un Con­siglio Comu­nale Stra­or­di­nario come richiesto anche dal Pd di Pan­tel­le­ria, in cui Cam­po riferirà quan­to appre­so in Regione.

La nos­tra tes­ta­ta sta seguen­do la vicen­da da quan­do ci fu la frana e segue la protes­ta dei pan­teschi con coin­vol­gi­men­to anche per la vocazione sociale che ci carat­ter­iz­za come onlus, oltre che per mera cronaca, e con­tin­uerà a far­lo.

E men­tre al gaze­bo del Sign­or Belvisi si rac­col­go­no le firme in sosteg­no del­la protes­ta (pos­sono fir­mare anche i non pan­teschi), il Sin­da­co, approf­ittan­do del­la pre­sen­za del­la dep­u­ta­ta 5 stelle Rober­ta Schillaci, ha promes­so ai micro­foni del col­le­ga Fran­co Perdichizzi di Onda TV, (che ringrazi­amo per l’au­tor­iz­zazione alla pub­bli­cazione e per la col­lab­o­razione in ques­ta vicen­da) che se non ci saran­no risposte con­vin­cen­ti, anche lui inizierà uno sciopero del­la fame e trasferirà il suo uffi­cio pro­prio dove è la frana che chi­ude la stra­da.

Un’iso­la intera che fa appel­lo alla Regione, un’iso­la dan­neg­gia­ta non solo nel­la con­duzione del­la vita quo­tid­i­ana dei suoi abi­tan­ti, ma anche nel suo tes­su­to più red­di­tizio d’es­tate: il tur­is­mo.

LO SCIOPERO DELLA FAME DI BATTISTA BELVISI:

Pan­tel­le­ria: sciopero del­la fame per la stra­da del lago, le voci dei pan­teschi

Pan­tel­le­ria: l’amministrazione comu­nale sol­i­dale con Belvisi sul­la protes­ta per il Lago

Il Pd di Pan­tel­le­ria chiede un Con­siglio stra­or­di­nario per la Stra­da del Lago

battista belvisi protesta lago

belvisi protesta lago

La pri­ma notte di pre­sidio, ieri, del Sign­or Bat­tista Belvisi