Il Pd di Pantelleria chiede un Consiglio straordinario per la Strada del Lago

Il Pd di Pantelleria chiede un Consiglio straordinario per la Strada del Lago

27/09/2019 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 329 volte!

Un Con­siglio Comu­nale Stra­or­di­nario Urgente, per dis­cutere sul­la grave situ­azione venu­tasi a creare a segui­to del­la chiusura del­la stra­da comu­nale di acces­so al Lago di Venere e alla con­tra­da di Buge­ber e sulle inizia­tive che l’Amministrazione comu­nale intende intrapren­dere dopo che il TAR Sicil­ia, con ordi­nan­za caute­lare, ha accolto il ricor­so pre­sen­ta­to dall’ATI Con­sol­i­da­men­ti Spe­ciali s.r.l. – Ghea s.r.l. – Vica s.r.l., che sarà dis­cus­so solo in data 21 mag­gio 2020.

È quel­lo che chiede il Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co Pan­tel­le­ria, con una nota scrit­ta invi­a­ta al Pres­i­dente del Con­siglio Comu­nale, ai due grup­pi con­sil­iari e per conoscen­za al Sin­da­co di Pan­tel­le­ria.

È inac­cetta­bile – dichiara il Coor­di­na­tore del Cir­co­lo PD di Pan­tel­le­ria Rosario Cap­padona – che si ten­ga anco­ra chiusa una stra­da di pri­maria impor­tan­za per gli abi­tan­ti del­la con­tra­da di Buge­ber e del Lago, che da qua­si un anno vivono una situ­azione di forte dis­a­gio, costret­ti ad uti­liz­zare la via sec­on­daria di local­ità Cafaro, che pre­sen­ta anch’essa par­ti­co­lari crit­ic­ità.”

Atten­di­amo dal Sin­da­co di Pan­tel­le­ria – dichiara Giuseppe La Francesca sem­pre del Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co – un atto forte e di grande respon­s­abil­ità riv­olto a ripristinare con carat­tere di urgen­za le con­dizioni per riaprire la stra­da prin­ci­pale di acces­so al Lago di Venere e alla Con­tra­da di Buge­ber.”

Il Par­ti­to Demo­c­ra­ti­co infine, espri­ma mas­si­ma vic­i­nan­za e sol­i­da­ri­età agli abi­tan­ti del­la con­tra­da di Buge­ber che da ieri han­no dato il via ad una for­ma paci­fi­ca di protes­ta ed in par­ti­co­lare al nos­tro concit­tadi­no Bat­tista Belvisi che ha inizia­to uno sciopero del­la fame.

belvisi protesta lago

La pri­ma notte di pre­sidio, ieri, del Sign­or Bat­tista Belvisi