Il Parco Nazionale di Pantelleria protagonista a Palermo al Convegno del SAAF

Il Parco Nazionale di Pantelleria protagonista a Palermo al Convegno del SAAF

31/05/2022 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 257 volte!

Ambiente, Paesaggio ed Agricoltura: gli studi scientifici nel territorio dell’Ente Parco Nazionale di Pantelleria protagonisti di un convegno internazionale

L’incontro pres­so l’Aula Magna G.P. Bal­la­to­re del Dipar­ti­men­to Scien­ze Agra­rie, Ali­men­ta­ri e Forestali

Si è svol­to il 25 mag­gio scor­so pres­so l’Aula Magna G.P. Bal­la­to­re del Dipar­ti­men­to SAAF del­l’U­ni­ver­si­tà di Paler­mo, il Con­ve­gno inter­na­zio­na­le dedi­ca­to alle ricer­che su Ambien­te, Pae­sag­gio ed Agri­col­tu­ra nell’isola di Pantelleria.

Un momen­to di rifles­sio­ne e di resti­tu­zio­ne di impor­tan­ti risul­ta­ti del­le atti­vi­tà scien­ti­fi­che svol­te nell’Isola gra­zie ad un pro­to­col­lo di inte­sa fra l’Ente Par­co Nazio­na­le e gli isti­tu­ti di ricer­ca del Dipar­ti­men­to di Scien­ze Agra­rie, Ali­men­ta­ri e Fore­sta­li (SAAF) dell’Università di Paler­mo e l’In­sti­tut Eco­lo­gie et Envi­ron­ne­ment (INEE) del “Cen­tre Natio­na­le de la Recher­che Scien­ti­fi­que” (CNRS).

Un momen­to di appro­fon­di­men­to e rifles­sio­ne sui nume­ro­si stu­di rea­liz­za­ti vol­ti ad appro­fon­di­re il deli­ca­to siste­ma uomo-ambien­te in un’isola con carat­te­ri­sti­che uni­che al mon­do, come quel­la di Pantelleria.

Il nostro obiet­ti­vo è quel­lo di valo­riz­za­re il pae­sag­gio e il suo gran­de patri­mo­nio iden­ti­ta­rio – ha affer­ma­to il Pre­si­den­te Sal­va­to­re Gabrie­le pun­tan­do anche sul­le nuo­ve gene­ra­zio­ni, risor­se in gra­do di ripren­de­re le redi­ni di una sto­ria mil­le­na­ria, per costrui­re un model­lo di svi­lup­po del futu­ro dove il pae­sag­gio abbia la sua asso­lu­ta cen­tra­li­tà”.

Inten­dia­mo man­te­ne­re un sano equi­li­brio fra uomo e ambien­te, ponen­do­ci come labo­ra­to­rio di spe­ri­men­ta­zio­ne ed ele­men­to faci­li­ta­to­re per uno svi­lup­po soste­ni­bi­le – ha det­to la Diret­tri­ce del Par­co Sonia Anel­li - oggi è anche l’opportunità per cono­sce­re i risul­ta­ti dei vari stu­di che han­no coin­vol­to l’Area pro­tet­ta e suo ter­ri­to­rio. Uno spun­to per la rea­liz­za­zio­ne del nuo­vo Pia­no del Par­co e per la defi­ni­zio­ne del­la nostra idea di futuro”.

L’oc­ca­sio­ne è sta­ta anche quel­la per pre­sen­ta­re i pri­mi due volu­mi del­la col­la­na dei “Qua­der­ni del Par­co”: “Il pae­sag­gio rura­le tra­di­zio­na­le dell’Isola di Pan­tel­le­ria”, di Gior­gia De Pasqua­le e “L’Isola di Pan­tel­le­ria, l’alleanza di uomi­ni e pie­tre” di Vir­gi­nie Deguil­la­me – edi­ti dall’Ente Par­co Nazio­na­le Iso­la di Pan­tel­le­ria – dei qua­li sono pro­ta­go­ni­sti la comu­ni­tà degli agri­col­to­ri di Pan­tel­le­ria ed il pae­sag­gio che ci han­no rega­la­to. Dati e rifles­sio­ni che rive­sto­no un inte­res­se che va oltre l’Isola e che costi­tui­sco­no un model­lo per mol­te aree del Mediterraneo.