A Pantelleria arrestato un 22enne romano per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale

A Pantelleria arrestato un 22enne romano per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale

03/03/2021 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 3061 volte!

PANTELLERIA, 22ENNE IN ESCANDESCENZA AL PRONTO SOCCORSO: ARRESTATO DAI CARABINIERI PER LESIONI, RESISTENZA E VILIPENDIO ALLA BANDIERA 

I Cara­bi­nie­ri del­la Sta­zio­ne di Pan­tel­le­ria, han­no trat­to in arre­sto P.M., cl.98, ori­gi­na­rio di Roma ma domi­ci­lia­to a Pan­tel­le­ria, poi­ché rite­nu­to respon­sa­bi­le dei rea­ti di vio­len­za, minac­cia, resi­sten­za a Pub­bli­co Uffi­cia­le, lesio­ni per­so­na­li e vili­pen­dio alla bandiera.

Nel­lo spe­ci­fi­co, nel­la not­te del 1^ mar­zo u.s., i mili­ta­ri dell’Arma han­no effet­tua­to un inter­ve­nu­to pres­so il loca­le Pron­to Soc­cor­so dove un gio­va­ne, in pre­da ai fumi dell’alcol, ave­va assun­to un atteg­gia­men­to aggres­si­vo che intral­cia­va le atti­vi­tà del per­so­na­le sanitario.

Alla vista dei Cara­bi­nie­ri, il gio­va­ne ha ini­zia­to ad invei­re con­tro quest’ultimi che ten­ta­va­no, inva­no, di ripor­ta­lo alla ragio­ne. A nul­la, infat­ti, sono val­si i ten­ta­vi di col­lo­quio con il 22enne, tan­to che lo stes­so si è sca­glia­to con­tro gli ope­ran­ti col­pen­do­li con cal­ci e pugni. Con l’ausilio dei col­le­ghi nel frat­tem­po giun­ti di rin­for­zo, i mili­ta­ri sono riu­sci­ti a con­dur­lo pres­so gli Uffi­ci del Coman­do Sta­zio­ne, tut­ta­via, anche duran­te il tra­git­to in mac­chi­na, il gio­va­ne non ha lesi­na­to paro­le offen­si­ve con­tro l’Arma e le Isti­tu­zio­ni in gene­ra­le e, una vol­ta giun­to in caser­ma, ha indi­riz­za­to i pro­pri spu­ti nei con­fron­ti dei Cara­bi­nie­ri e sul­la ban­die­ra ita­lia­na colà presente.

Nel­le con­ci­ta­te fasi per ren­de­re inof­fen­si­vo il sog­get­to in escan­de­scen­za, due mili­ta­ri han­no ripor­ta­to trau­mi ed esco­ria­zio­ni, tan­to da dover fare ricor­so alle cure degli stes­si sanitari.

Alla luce di quan­to sopra, il 22enne è sta­to dichia­ra­to in sta­to di arre­sto e con­dot­to pres­so la pro­pria abi­ta­zio­ne in regi­me di arre­sti domi­ci­lia­ri ed in atte­sa del giu­di­zio diret­tis­si­mo svol­to nel­la gior­na­ta di ieri pres­so il Tri­bu­na­le di Mar­sa­la, all’esito del qua­le, l’Autorità Giu­di­zia­ria ha con­va­li­da­to l’arresto.