Pantelleria firma il Patto per la Cultura Trapanese

Pantelleria firma il Patto per la Cultura Trapanese

13/01/2021 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 460 volte!

Eppur si muove …
I Sindaci firmano il Patto per la Cultura Trapanese. 

Presente anche il Sindaco di Pantelleria Vincenzo Campo

Una gior­na­ta sto­ri­ca per la cit­tà di Tra­pa­ni e il suo ter­ri­to­rio, atte­sa da tan­to for­se trop­po tem­po, che segne­rà l’i­ni­zio di un nuo­vo futu­ro, fat­to di svi­lup­po e cre­sci­ta cul­tu­ra­le. Nel­la set­ti­ma­na che ci vede pros­si­mi all’audizione per la can­di­da­tu­ra di Tra­pa­ni a Capi­ta­le Ita­lia­na del­la Cul­tu­ra 2022, un mani­fe­sto di prin­ci­pi e di impe­gni  per rag­giun­ge­re un obiet­ti­vo che è già di tutti. 
Il sin­da­co del Comu­ne di Tra­pa­ni e i sin­da­ci del ter­ri­to­rio tra­pa­ne­se han­no sigla­to via web “Il Pat­to per la Cul­tu­ra Tra­pa­ne­se”,  il docu­men­to con cui sin da subi­to tut­ti i comu­ni si impe­gna­no a soste­ne­re e attua­re il Pia­no Stra­te­gi­co del­la Cul­tu­ra del ter­ri­to­rio tra­pa­ne­se,  strut­tu­ra­re una cabi­na di regia uni­ca , met­te­re a siste­ma le Par­te­ci­pa­te di set­to­re (fon­da­zio­ne, enti tea­tra­li, etc..), fare rete cul­tu­ra­le con il siste­ma musea­le, archeo­lo­gi­co, con i par­chi e le riser­ve, con tut­ti gli Enti, le Fon­da­zio­ni e gli sta­ke­hol­der ope­ran­ti nel­l’am­bi­to cul­tu­ra­le pro­vin­cia­le, con­di­vi­de­re stra­te­gie e pro­get­ti di mar­ke­ting turi­sti­co-cul­tu­ra­le per la valo­riz­za­zio­ne dell’identità del ter­ri­to­rio, rea­liz­za­re un calen­da­rio uni­co degli even­ti e del­le mani­fe­sta­zio­ni del ter­ri­to­rio , crea­re un coor­di­na­men­to del­la comu­ni­ca­zio­ne dei prin­ci­pa­li attrat­to­ri cul­tu­ra­li del ter­ri­to­rio attra­ver­so stru­men­ti uni­ta­ri che pro­muo­va­no il cir­cui­to cul­tu­ra­le tra­pa­ne­se. Un ruo­lo stra­te­gi­co avrà il Distret­to Turi­sti­co del­la Sici­lia Occi­den­ta­le, che sup­por­te­rà mol­te ini­zia­ti­ve di comunicazione.

“Un bel­lis­si­mo segna­le che par­te dall’ultima  pro­vin­cia d’Italia, per posi­zio­ne geo­po­li­ti­ca. A pre­scin­de­re dal­le loro sen­si­bi­li­tà poli­ti­che , 24 sin­da­ci  con­di­vi­do­no una visio­ne d’insieme, una pro­get­tua­li­tà di svi­lup­po cul­tu­ra­le. Que­sto pat­to è frut­to di un lavo­ro inten­so.  La clas­se diri­gen­te sta dimo­stran­do una gran­de matu­ri­tà. In que­sto momen­to sto­ri­co lega­to ad una pan­de­mia, l’obiettivo di pro­muo­ve­re la pro­gram­ma­zio­ne stra­te­gi­ca del­la cul­tu­ra, come vola­no ed ulte­rio­re attrat­to­re per lo svi­lup­po dei ter­ri­to­ri, è già una vit­to­ria.  Una piat­ta­for­ma di con­fron­to e scam­bio tra i comu­ni ade­ren­ti che dif­fon­de linee gui­da  per met­te­re in atto pro­ces­si di gestio­ne inte­gra­ta e inno­va­ti­va del­la cul­tu­ra” così affer­ma Gia­co­mo Tran­chi­da, sin­da­co di Trapani.

 

GUARDA La Diretta a 1h25 l’intervento del Sindaco Campo