Pantelleria, Sibilia: finalmente una soluzione per la caserma dei Vigili del Fuoco

Pantelleria, Sibilia: finalmente una soluzione per la caserma dei Vigili del Fuoco

13/01/2021 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 139 volte!

Pantelleria, il  Sottosegretario Sibilia annuncia l’arrivo dei moduli per la sede provvisoria dei Vigili del Fuoco, in attesa della fine dei lavori per la sede definitiva.

La soddisfazione del Sindaco Vincenzo Campo e un monito a finire in fretta i lavori della sede definitiva.

 

Lo ha annun­ci­a­to ieri, il Sot­toseg­re­tario agli Interni, Car­lo Sibil­ia (M5S): final­mente si com­in­cia a vedere una soluzione per la situ­azione dei Vig­ili del Fuo­co di Pan­tel­le­ria, in atte­sa da anni di una sede appropriata.

 

Questo quan­to annun­ci­a­to dal Sottosegretario:

Buone notizie per Pan­tel­le­ria e per i nos­tri Vig­ili del fuo­co! Ques­ta mat­ti­na è sta­ta con­seg­na­ta l’area nel sed­ime aero­por­tuale dove saran­no instal­lati i mod­uli indi­vid­uati come alles­ti­men­to del­la sede provvi­so­ria del dis­tac­ca­men­to di Pantelleria. 

Sono sta­to sol­lecita­to spes­so dal Sin­da­co, dai par­la­men­tari sicil­iani nonché dal Coman­dante dei Vig­ili del Fuo­co di Tra­pani per trovare una sis­temazione alle donne e agli uomi­ni che si occu­pano del soc­cor­so pub­bli­co sull’isola. 

Ho evi­ta­to polemiche e passerelle, con­cen­tran­do l’at­ten­zione sul lavoro da portare avan­ti. Ho sem­pre det­to che mi sarei reca­to in visi­ta a Pan­tel­le­ria solo dopo aver trova­to un’adegua­ta soluzione. E ormai ci siamo! 

La sede provvi­so­ria sarà com­pos­ta da 6 mod­uli, in atte­sa che i lavori per la sede defin­i­ti­va vengano ultimati. 

Un’an­nosa vicen­da che si trasci­na­va da anni a causa dei ritar­di accu­mu­lati per il fal­li­men­to del­l’azien­da aggiu­di­cataria dei lavori di ristrut­turazione del­la casa locale dei Vig­ili del Fuoco. 

I Vig­ili del fuo­co di Tra­pani han­no rice­vu­to le autor­iz­zazioni nec­es­sarie per l’in­stal­lazione dei mod­uli da parte di Enav ed Enac che han­no dirit­to su ter­reno e stabilimento. 

Sei i mod­uli indi­vid­uati, di cui quat­tro ad uso abi­ta­ti­vo e due, invece, des­ti­nati ad uso uffi­ci e vettovagliamento. 

Le unità mobili saran­no trasportate sul­l’iso­la via mare e saran­no mon­tate entro 4 giorni dal loro arri­vo a Pantelleria. 

Farò di tut­to per esser­ci e far sen­tire la mia vic­i­nan­za a tut­ti i pan­teschi. Final­mente i vig­ili del fuo­co in servizio sul­l’iso­la potran­no iniziare a svol­gere le loro fun­zioni dig­ni­tosa­mente in atte­sa del­la con­seg­na del­la sede defin­i­ti­va. Un’al­tra promes­sa mantenuta. 

Un prob­le­ma che abbi­amo ered­i­ta­to da anni di cat­ti­va ges­tione e dal quale non siamo scap­pati. Tan­to lavoro fat­to e tan­to anco­ra da fare, ma siamo sul­la stra­da gius­ta. Gra­zie al Cor­po Nazionale e al Dipar­ti­men­to VVF del Vim­i­nale per il lavoro quo­tid­i­ano fian­co a fian­co.

 

Il Sin­da­co di Pan­tel­le­ria, Vin­cen­zo Cam­po non ha nascos­to la sod­dis­fazione per questo annun­cio, vis­to che sin dall’inizio del manda­to, la situ­azione pre­caria dei Vig­ili del Fuo­co di Pan­tel­le­ria è sta­ta al cen­tro del­la sua inter­locuzione con il Min­is­tero e con il Sottosegretario:

Final­mente i nos­tri Vig­ili del Fuo­co avran­no un luo­go migliore dove pot­er espletare il loro servizio. 

Sia chiaro: trat­tasi di mod­uli mobili tem­po­ranei e non vogliamo che ques­ta tem­po­raneità diven­ti defin­i­ti­va o quasi. 

Ringrazio l’Enac con i suoi rap­p­re­sen­tan­ti, in prim­is il dott. Tin­nirello, per aver per­me­s­so che ciò accadesse, ma dico alla stes­sa Enac e alle autorità com­pe­ten­ti di dar­si da fare per con­clud­ere i lavori nel­la sede aero­por­tuale definitiva. 

Ringrazio anche politi­ca­mente il sen­a­tore Vin­cen­zo San­tan­ge­lo (M5S) sem­pre vici­no a ques­ta comu­nità e che ha per­ora­to la causa dei nos­tri Vig­ili del Fuo­co ed il sot­toseg­re­tario Car­lo Sibil­ia per aver por­ta­to avan­ti l’iniziativa. 

Adesso dob­bi­amo andare avan­ti con il prog­et­to del­la sede ter­restre, che vede l’op­er­azione Caser­ma Barone al momen­to l’unico luo­go ido­neo, per moltepli­ci aspet­ti, per ospitare i nos­tri ragazzi.