Santa Barbara per Marinai, Guardia Costiera e Vigili del Fuoco di Pantelleria

Santa Barbara per Marinai, Guardia Costiera e Vigili del Fuoco di Pantelleria

07/12/2020 0 Di Flavio Silvia

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 638 volte!

Il 4 dicembre a Pantelleria Marina, Guardia Costiera e Vigili del Fuoco hanno celebrato Santa Barbara. Ecco le foto.

di Flavio Silvia

Lo scor­so 4 dicem­bre si è cel­e­bra­ta la san­ta patrona dei Vig­ili del fuo­co e del­la Mari­na Mil­itare. I Vig­ili del Fuo­co e i mari­nai del­l’iso­la di Pan­tel­le­ria han­no reso omag­gio alla loro san­ta. Al mat­ti­no si è tenu­ta una mes­sa nel­la Chiesa Matrice del­l’Iso­la. Pre­sen­ti oltre alle alte cariche mil­i­tari anche il Sin­da­co del­l’iso­la Vin­cen­zo Cam­po. La cer­i­mo­nia si è svol­ta nel pieno rispet­to delle norme anti Covid. 

Abbi­amo sen­ti­to il Coman­dante del­la Guardia Costiera di Pan­tel­le­ria Anto­nio Ter­rone che ci ha tenu­to ha inviar­ci il suo dis­cor­so per San­ta Barbara:

Por­go a voi tut­ti un affet­tu­oso e frater­no salu­to e vi ringrazio per la vic­i­nan­za che ci dimostrate con la gen­tile parte­ci­pazione a ques­ta solenne cel­e­brazione del­la tradizionale e a noi cara fes­tiv­ità di San­ta Barbara.
Riv­ol­go ai miei Sottuf­fi­ciali, Mari­nai, per­son­ale civile ed in con­ge­do nonché a tut­to il per­son­ale dei Vig­ili del fuo­co i miei più fer­vi­di e sen­ti­ti auguri.
Ringrazio Don Ramesh, per aver­ci ospi­tati anco­ra una vol­ta, nel­la cor­nice del­la Chiesa Madre.
Esp­ri­mo riconoscen­za alle Autorità civili, mil­i­tari e reli­giose, alle Rap­p­re­sen­tanze del­la Lega Navale Ital­iana, del Cir­co­lo veli­co e di tutte le Asso­ci­azioni, per esser­si uni­ti a noi in ques­ta cel­e­brazione in nome di San­ta Bar­bara di Nicodemia.
Riv­ol­go infine un cor­diale salu­to ai cit­ta­di­ni di Pan­tel­le­ria; la mari­na mil­itare ed in par­ti­co­lare la Guardia Costiera è ormai parte inte­grante del­la sto­ria, dell’economia e del tes­su­to sociale dell’isola, e cre­do di pot­er affer­mare che, per tale ragione, anche i suoi abi­tan­ti oggi, sep­pur in un momen­to di dif­fi­coltà, si sen­tano a buon dirit­to in festa.
Ovunque ci sia un mari­naio oggi è un giorno di fes­ta, fes­ta che si estende alle nos­tre famiglie, che ci sosten­gono e con­di­vi­dono con noi, anche a dis­tan­za, l dif­fi­coltà tipiche del­la nos­tra pro­fes­sione e che oggi insieme a noi si stringono intorno alla nobile figu­ra di San­ta Bar­bara vergine e martire.
Per la grande famiglia mari­nara è cer­ta­mente un momen­to di fes­tosa aggregazione, quell’aggregazione che oggi rap­p­re­sen­ta qua­si una minac­cia spe­ri­amo ritorni presto ad essere il motore trainante del­la nos­tra collettività.
In questi tem­pi dif­fi­cili e carichi di ten­sioni, il mio pen­siero va a quan­ti nel cor­so del­la loro car­ri­era han­no sac­ri­fi­ca­to la pro­pria vita, in nome del servizio e del­la patria, il loro esem­pio di integrità e dedi­zione al dovere deve cos­ti­tuire oggi il sal­do rifer­i­men­to del nos­tro oper­are, in lin­ea con le nos­tre antiche e glo­riose tradizioni e con i nos­tri val­ori identitari.
 
Ma i mari­nai, in ogni epoca, han­no dato pro­va di saper trovare den­tro di sé energie e moti­vazioni; e la forza morale del suo per­son­ale ha sem­pre rap­p­re­sen­ta­to e rap­p­re­sen­ta tutt’oggi la risor­sa primaria.
È questo il sen­so più pro­fon­do del nos­tro ritrovar­ci, questo il mes­sag­gio ulti­mo che la fes­tiv­ità odier­na ci porta.
A S. Bar­bara nos­tra Patrona, la preghiera di risveg­liare in ognuno di noi il vig­ore del suo esem­pio altissi­mo in ogni azione, spe­cial­mente nei momen­ti più critici.
Viva San­ta Bar­bara! Viva Pantelleria!
 
 
Di segui­to delle foto del­la giornata: