Pantelleria, 40 mila euro a disposizione per ogni Contrada

Pantelleria, 40 mila euro a disposizione per ogni Contrada

19/11/2020 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 953 volte!

Pantelleria, 40 mila euro a disposizione per ogni Contrada.

L’Amministrazione Comunale destina parte dell’avanzo del 2019 al territorio e chiede alle Consulte di decidere come utilizzarlo. 

Nuove oppor­tu­nità per le Con­sulte di Pan­tel­le­ria, gra­zie alla deci­sione dell’Amministrazione Comu­nale di des­tinare alle Con­trade una parte dell’avanzo di Bilan­cio 2019.

A segui­to dell’approvazione del Ren­di­con­to di Ges­tione 2019 sono rimasti cir­ca 338.000 euro da des­tinare agli inves­ti­men­ti.

L’intenzione dell’Amministrazione Comu­nale è quel­la di des­tinare una quo­ta di 160.000 euro di tale som­ma alle neces­sità delle Con­trade, inter­es­san­do le Con­sulte che sono state invi­tate, durante un incon­tro con l’Amministrazione, rap­p­re­sen­ta­ta dall’Assessore ai Lavori Pub­bli­ci, Ange­lo Parisi, e dal Pres­i­dente del Con­siglio Comu­nale, Erik Valli­ni, a for­mu­la­re delle pro­poste su pic­cole opere che pos­sono servire ai res­i­den­ti delle Contrade:

  • Sibà
  • Kham­ma e Tracino
  • Scau­ri e Rekhale
  • Buge­ber

L’idea di decidere insieme ai cit­ta­di­ni, non solo richia­ma il con­cet­to di Bilan­cio Parte­ci­pa­to, ma si fon­da sul­la con­vinzione che nes­suno meglio di chi ci vive conosca quali sono le esi­gen­ze di un territorio.

Pro­prio per garan­tire questo rap­por­to diret­to, l’istituzione del­la Con­sul­ta delle Con­trade è sanci­ta anche dall’art. 106 del­lo Statu­to Comunale.

Le richi­este, da parte delle Con­sulte, dovran­no per­venire entro il 30 novem­bre; sarà poi cura dell’Amministrazione atti­vare gli Uffi­ci comu­nali per met­ter­le in atto.

Gli inter­ven­ti scelti dovran­no rispettare alcune pic­cole prescrizioni:

  • essere coer­en­ti con il pro­gram­ma politi­co dell’Amministrazione,
  • essere di com­pe­ten­za del Comune,
  • essere real­iz­z­abili.

Lo scopo di ques­ta inizia­ti­va è duplice.

Da una parte si vuole venire incon­tro alle neces­sità dei cit­ta­di­ni e dall’altra fare in modo che siano parte­cipi nelle scelte.

Aus­pichi­amo che i pan­teschi seg­nali­no ai loro rap­p­re­sen­tan­ti di Con­tra­da le situ­azioni da pren­dere in esame, sceglien­do come usare questi 40.000€ a dis­po­sizione di ogni zona del ter­ri­to­rio in modo utile e proficuo.

 

Ange­lo Parisi

Asses­sore ai Lavori Pubblici