Pantelleria a lutto per la scomparsa di Stefano D’Orazio

Pantelleria a lutto per la scomparsa di Stefano D’Orazio

07/11/2020 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 426 volte!

Pantelleria a lutto per la scomparsa di Stefano D’Orazio

L’ASSESSORE MARRUCCI: “QUESTA NOTIZIA CI RIEMPIE DI DOLORE. CI SIAMO SENTITI A SETTEMBRE, PENSANDO A PROGETTI PER L’ISOLA PER LA PROSSIMA ESTATE. PERDIAMO UN UOMO SENSIBILE, AMANTE DI QUESTA TERRA E AMATO DA ESSA”

La scom­parsa, annun­ci­a­ta sta­mane, di Ste­fano D’Orazio, è sta­ta un duro colpo per l’Isola di Pan­tel­le­ria. L’artista, che vive­va qui gran parte dell’anno, ave­va sem­pre dichiara­to il suo amore per l’isola e l’isola glielo ha sem­pre resti­tu­ito, anche con impor­tan­ti riconosci­men­ti, come quel­lo del Pre­mio per Pantelleria.
Ho avu­to l’onore di conoscere Ste­fano D’Orazio ques­ta estate, quan­do, di sua sponte, mi ha pro­pos­to la parte­ci­pazione del reg­ista Faus­to Brizzi alla ker­messe Cin­e­ma Sot­to le Stelle. Ho avu­to modo di apprez­zare una per­sona gen­tile, disponi­bile, piena di entu­si­as­mo e voglia di fare per l’isola. Abbi­amo riso di alcune conoscen­ze in comune, del fat­to che il prossi­mo anno ci sarem­mo potu­ti vedere a Mari­no per la Sagra dell’Uva per­ché lui ha anche una casa lì, insom­ma una per­sona con cui non si pote­va non andare subito d’accordo.
Vol­e­va pot­er fare qual­cosa per l’isola e me lo disse pieno di aspet­ta­tive, aspet­ta­tive che ovvi­a­mente non pote­vano che trovare asso­lu­ta disponi­bil­ità da parte mia. Abbi­amo par­la­to di prog­et­ti per la prossi­ma estate, di quan­to era pos­si­bile fare in cam­po artis­ti­co anche per i gio­vani tal­en­ti pan­teschi, per far conoscere quan­to di bel­lo c’è sull’isola, con un arrived­er­ci a pri­ma di Natale, per­ché sper­a­va di tornare presto a Pantelleria.
Ecco, ques­ta notizia, appre­sa così d’improvviso sta­mat­ti­na, ci riem­pie di dolore per­ché non solo viene a man­care un grande artista e un uomo di rara sen­si­bil­ità, conosci­u­to e ama­to dall’intera nazione, ma viene a man­care un cit­tadi­no ‘adot­ti­vo’ pan­tesco che ha vis­su­to qui con rispet­to, facen­dosi amare da tut­ti, riconoscen­dosi in quel­la magia, quell’incantesimo che incate­na tan­ti a queste roc­ce nere nel mez­zo del Mediterraneo.
L’Amministrazione Comu­nale, sen­ti­ta anche la famiglia, provved­erà ad un ricor­do oppor­tuno di Ste­fano. Ora, però è il tem­po del silen­zio e del ricor­do di un grande uomo, che rimar­rà sicu­ra­mente indelebile nei cuori degli isolani.
Francesca Mar­ruc­ci
Asses­sore alle Politiche Culturali