Inizia l’estate pantesca con il Vespa Club Pantelleria. Le foto

22/06/2020 0 Di Benedetta Errera

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1342 volte!

Inizia l’estate pantesca con il Vespa Club Pantelleria. A bordo dei gioielli del passato, i soci puntano dritti al futuro.

Intervista al Presidente, Giovanni Pavia, al socio più anziano, Francesco Brignone e al sostenitore del Club e proprietario del Bar Beluga, Andrea Rizzo.

di Benedet­ta Errera

L’es­tate non pote­va che com­in­cia­re nei migliori dei modi a Pan­tel­le­ria.

Una domeni­ca esti­va di con­di­vi­sione, gioia e pas­sione che acco­mu­na i soci del VESPA CLUB D’ITALIA – PANTELLERIA. Una pas­sione che nasce negli anni ’50 e che da anni viene tra­man­da­ta da gen­er­azione in gen­er­azione.

Il VESPA CLUB D’ITALIA – PANTELLERIA nasce con l’ap­pog­gio e la grande pas­sione del­l’at­tuale Pres­i­dente, Gio­van­ni Pavia, appas­sion­a­to sin da pic­co­lo del­la ves­pa, e socio già nel lon­tano 2015 del Moto Club Marsala Ren­zo Pasoli­ni e del Moto Club Mario Messi­na di Marsala.

Nasce così sul­l’iso­la, nel 2017, un pic­co­lo grup­po di 5 soci appas­sion­ati alle due ruote d’e­poca, iscrit­ti al Moto Club Mario Messi­na di Marsala. Con lo scor­rere del tem­po e la dif­fu­sione di ques­ta pas­sione, nel 2018 i soci iscrit­ti era­no 31. Nasce quin­di, al ter­mine del­l’an­no 2018, con l’ap­pog­gio del Pres­i­dente del Moto Club Mario Messi­na, Gio­van­ni Taran­ti­no, l’idea di dare vita al VESPA CLUB D’ITALIA – PANTELLERIA, ad oggi con ben 170 soci iscrit­ti, di cui 86 pan­teschi. L’o­bi­et­ti­vo prin­ci­pale del VESPA CLUB di Pan­tel­le­ria è quel­lo di coin­vol­gere le famiglie, le mogli e i figli affinché non tra­mon­ti ques­ta pas­sione che da anni viene tra­man­da­ta.

Ogni anno, con il parere favorev­ole del Con­siglio Diret­ti­vo, il Club orga­niz­za delle uscite vis­i­tan­do diverse zone del­l’iso­la. Anche quest’an­no, dopo un lun­go peri­o­do di sos­ta causato dal lock­down, il VESPA CLUB di Pan­tel­le­ria com­in­cia a muover­si, con una pri­ma usci­ta avvenu­ta il 7 giug­no e una sec­on­da avvenu­ta domeni­ca 21 Giug­no.

Una splen­di­da gior­na­ta, quel­la di domeni­ca, per ammi­rare la bellez­za di queste 25 vespe d’epoca, posizion­ate dal­la ves­pa più anziana a quel­la più gio­vane, con i suoi 43 parte­ci­pan­ti legati tut­ti dal­la stes­sa pas­sione.

Approf­ittan­do di una sos­ta di un’o­ra per un Hap­py Hour- food & drinks orga­niz­za­ta con la col­lab­o­razione del bar Bel­u­ga, abbi­amo pos­to alcune domande al più anziano all’in­ter­no del Club, Francesco Brignone, al Pres­i­dente Gio­van­ni Pavia e al gestore del Bar, Andrea Riz­zo.

Signor Brignone, cosa vorrebbe raccomandare a questi giovani vespisti del VESPA CLUB D’ITALIA — PANTELLERIA?

Io rac­co­man­do loro di avere abbas­tan­za pru­den­za e cer­care di andare avan­ti, rag­giun­gen­do la mia anziana età.

Presidente Pavia, voi soci del Club avete mai pensato di organizzare o partecipare a delle gare anche fuori Pantelleria?

Sì, abbi­amo già pen­sato di orga­niz­zare qual­cosa, per il mese di set­tem­bre, in zona Marsala, ma adesso siamo un po’ fre­nati a causa del­la pan­demia. Prob­a­bil­mente, se si sbloc­ca qual­cosa, orga­nizzer­e­mo qual­cosa pri­ma del 15 set­tem­bre con qualche Club ami­co di Marsala. Abbi­amo anche il Ves­pa Raid del­la Per­la Nera pro­gram­ma­to qui per il mese di giug­no, con il Ves­pa Club di Marsala del Pres­i­dente Nino de Pasquale, ma tut­to è anco­ra bloc­ca­to a segui­to del Covid. Quin­di, prob­a­bil­mente sarà pos­tic­i­pa­to al prossi­mo anno.

Ci sono dei requisiti base per poter entrare a far parte di questi Club, anche a livello nazionale?

Dei veri e pro­pri req­ui­si­ti base non ci sono, ma ci vuole sicu­ra­mente tan­ta buona volon­tà e almeno possedere una ves­pa. Non c’è età, anche un minore può iscriver­si con la fir­ma di un gen­i­tore, bas­ta aver com­pi­u­to quat­tordi­ci anni. Ma non ci sono dei vin­coli par­ti­co­lari.

Avete dei finanziamenti a livello provinciale e regionale?

No asso­lu­ta­mente no, è un’as­so­ci­azione sen­za scopo di lucro, per cui con le quote dei soci stes­si cer­chi­amo di far­ci bastare le somme per sop­perire tut­to l’an­no; che poi mag­a­ri a fine anno servi­ran­no per gad­get o per qual­cosi­na da dare in ben­e­fi­cien­za a qual­cuno.

Vi trovate in qualche posizione particolare nella classifica regionale e provinciale?

Sì, siamo quin­ti a liv­el­lo regionale come numero di soci iscrit­ti al Club e pri­mi in Provin­cia di Tra­pani.

Signor Rizzo, come è nata questa collaborazione con il VESPA CLUB D’ITALIA – PANTELLERIA?

È nata per­ché io sono un pan­tesco innamora­to del­la mia iso­la e voglio ren­der­la vivi­bile. Ne abbi­amo par­la­to con il Pres­i­dente del Ves­pa Club di Pan­tel­le­ria e abbi­amo pen­sato di fare ques­ta sos­ta qui, approf­ittan­do dei servizi del Bar Bel­u­ga per far ammi­rare alla gente queste vere e pro­prie mer­av­iglie.

 

La gior­na­ta non pote­va che con­clud­er­si con i ringrazi­a­men­ti da parte del Pres­i­dente Gio­van­ni Pavia a tut­ti i soci, al sign­or Riz­zo, al socio Francesco Brignone per la sua grande voglia di parte­ci­pazione e al Pri­mo Cit­tadi­no, Vin­cen­zo Cam­po. Quest’ul­ti­mo con­tento e orgoglioso di ques­ta grande pas­sione dei vespisti.

CARTOLINE DA PANTELLERIA CON IL VESPA CLUB