Voli da Trapani, Pantelleria ancora penalizzata nelle coincidenze: 24 ore di attesa!

Voli da Trapani, Pantelleria ancora penalizzata nelle coincidenze: 24 ore di attesa!

20/06/2020 0 Di Flavio Silvia

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 7174 volte!

Pantelleria penalizzata dagli orari dei voli Albastar da e per Trapani in collegamento con Roma.

24 ore di attesa per la coincidenza: peggio delle 5 ore dei precedenti voli Alitalia. Così si tarpano le ali alle possibilità di espansione del comparto turistico isolano.

di Flavio Sil­via

La sta­gione esti­va è ormai alle porte. Pan­tel­le­ria nonos­tante tut­to però ha anco­ra prob­le­mi con i trasporti e le novità annun­ci­ate sul­l’Aero­por­to di Tra­pani, di fat­to, con­fer­mano un’esclu­sione del­l’iso­la dalle coin­ci­den­ze con la Cap­i­tale e con il cen­tro-sud Italia per l’in­tera estate. I ban­di di con­ti­nu­ità ter­ri­to­ri­ale per i col­lega­men­ti con Tri­este, Par­ma, Peru­gia, Brin­disi, Ancona e Napoli scad­ran­no il 18 agos­to e, se tut­to andrà bene, preved­er­an­no col­lega­men­ti da dopo il 1° novem­bre, di fat­to inutili per la sta­gione tur­is­ti­ca. E poi bisogn­erà vedere gli orari dei voli.

Ma andi­amo con ordine. Quel­la dei trasporti, per Pan­tel­le­ria, è un’odis­sea di lun­ga data.

Par­tendo dal fat­to che la nave molto spes­so, per una ragione o per un’al­tra, las­cia i passeg­geri a ter­ra e attual­mente solo una fa servizio per l’iso­la, ques­ta prob­a­bil­mente non è il miglior mez­zo di trasporto per rag­giun­gere Pan­tel­le­ria data la lunghez­za del viag­gio e il cos­to, e il fat­to che con­tin­uino ad essere seg­nalati dis­servizi è ancor più scon­for­t­ante nel­l’ot­ti­ca del­la sta­gione esti­va. Molte sono le seg­nalazioni di passeg­geri, infat­ti, che purtrop­po sono sta­ti las­ciati ad aspettare la nave per diver­si giorni pro­prio nel­la provin­cia tra­panese.

L’al­tro mez­zo di trasporto, sicu­ra­mente più effi­ciente e veloce, è l’aereo. Pan­tel­le­ria, gra­zie ad un pro­prio aero­por­to, è col­le­ga­ta con la Sicil­ia con la com­pag­nia Dan­ish Air Trasport, DAT, com­pag­nia quest’ul­ti­ma che dopo i pri­mi prob­le­mi nel gestire i col­lega­men­ti con la Sicil­ia, sem­bra aver trova­to final­mente un equi­lib­rio. Ma con i trasporti, a pre­scindere dal­l’e­mer­gen­za Covid, Pan­tel­le­ria non è sta­ta for­tu­na­ta negli anni, e non a caso i pan­teschi lamen­tano spes­so di essere in un cer­to sen­so ‘boicot­tati’ pro­prio riguar­do ai col­lega­men­ti con la ter­ra fer­ma, sia essa l’Iso­la Madre che il resto d’I­talia.

È di pochi giorni fa la notizia che Ali­talia ha cedu­to le pro­prie rotte in parten­za da Roma e Milano con des­ti­nazione Tra­pani alla com­pag­nia spag­no­la ALBASTAR. Una notizia che molti cit­ta­di­ni del­la provin­cia tra­panese han­no accolto con grande entu­si­as­mo. Ricor­diamo tut­ti, gli aero­plani­ni tri­col­ore su Tra­pani, che sono il sim­bo­lo del­la volon­tà popo­lare che “Bir­gi vuole volare”. Ma Bir­gi accetta di volare a qual­si­asi con­dizione?

La doman­da sorge spon­tanea, per­ché gli orari dei voli ALBASTAR con la Cap­i­tale, gius­to per citare la rot­ta più impor­tante in cui sos­ti­tu­isce la com­pag­nia di bandiera, sono utili solo ad even­tu­ali pen­dolari tra­pane­si che han­no bisog­no di rag­giun­gere la Cap­i­tale il mat­ti­no presto e tornare la sera tar­di.

Quan­ti tur­isti dal cen­tro Italia sareb­bero disponi­bili a sac­ri­fi­care due giorni di vacan­za per arrivare a Bir­gi la sera alle 21,30, con anco­ra nes­suna notizia cer­ta su even­tu­ali servizi navet­ta con Tra­pani cen­tro o altre cit­tà disponi­bili dopo le 22.00, e ripar­tire all’al­ba del­l’ul­ti­mo giorno, pagan­do un altro per­not­ta­men­to che si usufruisce solo a metà?

Inoltre, i voli — che dal sito sem­bra­no già ampia­mente sold out, evi­den­te­mente ide­ali per i rien­tri a Tra­pani degli abi­tan­ti del­la provin­cia — non ci sono pro­prio di saba­to, giorno che in genere è prefer­i­to dai mag­giori Tour Oper­a­tor per arrivi e parten­ze dei pac­chet­ti 8 giorni/7 not­ti. Data l’im­por­tan­za del­l’aero­por­to Bir­gi per la ripresa eco­nom­i­ca e tur­is­ti­ca di Tra­pani e provin­cia, soprat­tut­to nel­l’ot­ti­ca di recu­per­are le trat­te del­l’I­talia cen­trale più penal­iz­zate in questi ulti­mi anni, ci chiedi­amo, questi orari sono sta­ti dis­cus­si con gli oper­a­tori tur­is­ti­ci del tra­panese?

Non par­liamo poi dei col­lega­men­ti con Pan­tel­le­ria. Pan­tel­le­ria ha in Tra­pani una trat­ta priv­i­le­gia­ta per ovvi motivi. Molti dei servizi man­can­ti sul­l’iso­la si svol­go­no a Tra­pani e provin­cia, anche geografi­ca­mente più vic­i­na di Paler­mo. Non è un caso che durante l’e­mer­gen­za Covid in tan­ti si siano lamen­tati, Sin­da­co in prim­is, del­la chiusura del col­lega­men­to aereo con la cit­tà che costringe­va soprat­tut­to le par­to­ri­en­ti ed i malati onco­logi­ci ad un vero e pro­prio viag­gio del­la sper­an­za pas­san­do per Paler­mo, per rag­giun­gere Tra­pani con tut­ti i rischi epi­demi­o­logi­ci del caso.

La coin­ci­den­za con Roma già risul­ta­va prob­lem­at­i­ca con Ali­talia, con attese anche di 4–5 ore per una coin­ci­den­za con Pan­tel­le­ria, ma invece di miglio­rare, la situ­azione è peg­gio­ra­ta. Adesso con questi orari l’at­te­sa è diven­ta­ta di 24 ore!

Il volo, che com­in­cerà ad oper­are da lunedì 27 luglio, con parten­za dal­la Cap­i­tale alle ore 20:15 ha come orario di arri­vo le 21:20. Il pri­mo volo DAT utile per Pan­tel­le­ria è alle 8.10 del giorno suc­ces­si­vo. Anche pren­den­do in con­sid­er­azione il volo aggiun­ti­vo del solo ven­erdì, con parten­za alle ore 9:30 e arri­vo a Tra­pani alle ore 10:35, è da con­sid­er­are comunque sco­mo­da la coin­ci­den­za con l’iso­la viste le ben 9 ore di atte­sa che si prospet­tano.

Il ritorno a Roma è anche più penal­iz­zante, par­tendo da Tra­pani alle 7.10, rende nec­es­sario un trasfer­i­men­to il giorno prece­dente dal­l’iso­la con per­not­ta­men­to in prossim­ità del­l’aero­por­to.

Di fat­to si taglia fuori Pan­tel­le­ria dal col­lega­men­to e questo non vuol dire solo tagliare fuori i pan­teschi, ma anche il com­par­to tur­is­ti­co isolano. In quan­ti tur­isti preferireb­bero scen­dere a Tra­pani, sapen­do che comunque due per­not­ta­men­ti, anzi uno e mez­zo, per­ché al ritorno ci si dovrebbe alzare alle 4 di mat­ti­na, si dovreb­bero comunque fare a Tra­pani e pos­si­bil­mente vici­no all’aero­por­to data la nec­es­saria ‘alzat­ac­cia’?

Per­ché in un momen­to di dif­fi­coltà come quel­lo che sti­amo viven­do in questo peri­o­do, sono i cit­ta­di­ni pan­teschi che devono subire le mag­giori con­seguen­ze? Per­ché il tur­ista del cen­tro Italia deve essere mes­so nelle con­dizioni di pagare più di 200€ per il Roma-Paler­mo che in peri­o­di di alta sta­gione arri­va a prezzi da tra­ver­sa­ta transat­lanti­ca? Lo scor­so anno a luglio costa­va meno andare a San Pietrobur­go, in Rus­sia, da Roma che venire sul­l’iso­la e questo già dice tut­to.

Eppure pro­prio dopo l’e­mer­gen­za Covid è sta­to chiaro come non mai che per Pan­tel­le­ria sarebbe fon­da­men­tale rius­cire a vari­are il tar­get tur­is­ti­co di rifer­i­men­to, vin­co­la­to peri­colosa­mente alle sole trat­te del Nord Italia, ora in affan­no. Rius­cire ad aprire al resto d’I­talia e poi al resto d’Eu­ropa è l’u­ni­ca alter­na­ti­va per il futuro del com­par­to eco­nom­i­co più impor­tante del­l’iso­la, che così invece si vede let­teral­mente le ali tarpate nel­l’iniziare a per­cor­rere anche un’al­ter­na­ti­va aus­pi­ca­ta ed impor­tante.

I voli diret­ti per Roma da Pan­tel­le­ria di Ali­talia inizier­an­no solo i pri­mi di luglio e ter­min­er­an­no i pri­mi di set­tem­bre, con una sta­gion­al­ità che l’iso­la cer­ca di allun­gare e i vet­tori con­tin­u­ano a con­trarre. Blu Express, lo sape­va­mo già, non vola più e rimane uni­ca­mente il col­lega­men­to del­la Volotea che si riv­olge solo alle cit­tà al di là del Po. 

Trop­po poco e trop­po ris­chiosa come uni­ca opzione in un con­testo che, l’e­mer­gen­za Covid ce lo ha inseg­na­to, potrebbe essere all’im­provvi­so com­pro­mes­so per qual­si­asi moti­vo. Questo non è quel­lo che Pan­tel­le­ria meri­ta. 

A propos­i­to delle man­cate coin­ci­den­ze con Pan­tel­le­ria, c’è sta­to un paio di giorni fa un bot­ta e rispos­ta tra il Sin­da­co Vin­cen­zo Cam­po e il Pres­i­dente Sal­va­tore Ombra su Face­book che, chiam­a­to in causa in un post del Pri­mo Cit­tadi­no, ha inte­so rispon­dere non entran­do nel mer­i­to, ma facen­do con­sid­er­azioni politiche. Di fat­to, niente di nuo­vo.

Pan­tel­le­ria meri­ta il meglio e meri­ta rispet­to, l’iso­la e gli isolani. Nelle ques­tioni trasporti, invece, sem­bra che abbiano impor­tan­za solo le diverse apparte­nen­ze e posizioni politiche, sen­za pen­sare che in questo caso sti­amo par­lan­do di col­lega­men­ti a volte vitali, per ragioni diverse, alla soprav­viven­za pan­tesca.