Pantelleria si vaccina: grande successo dei primi due Open Days

Pantelleria si vaccina: grande successo dei primi due Open Days

12/05/2021 0 Di Francesca Marrucci

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 1431 volte!

Pantelleria si vaccina: grande successo dei due primi Open Days. I panteschi partecipano alla campagna di sensibilizzazione pubblicando le foto della vaccinazione con gli hashtag #pantelleriasivaccina #pantelleriacovidfree

di Fran­ce­sca Marrucci

I pri­mi due gior­ni di Open Days per la vac­ci­na­zio­ne a tap­pe­to di Pan­tel­le­ria con­tro il Covid-19 sono anda­ti otti­ma­men­te. L’ASP e il Comu­ne spe­ra­va­no in una pre­sen­za di cir­ca 200 per­so­ne al gior­no per poter vac­ci­na­re tut­ti in tre set­ti­ma­ne. Nel­la pri­ma gior­na­ta di sono pre­sen­ta­te alla Media­te­ca Comu­na­le ben 227 per­so­ne. Ieri altre 255. Oggi all’o­ra di pran­zo ne era­no sta­ti vac­ci­na­ti già 114, il che fa ben spe­ra­re che si arri­vi anche sta­se­ra ai 200 auspicati.

Tan­tis­si­mi i gio­va­ni e quin­di, con­tra­ria­men­te a quan­to pre­vi­sto all’i­ni­zio, si è dato subi­to il via anche alle vac­ci­na­zio­ne degli over18, sen­za aspet­ta­re la data pre­vi­sta di domani.

Mol­ti i pan­te­schi che si sono fat­ti foto­gra­fa­re men­tre si vac­ci­na­no o han­no pub­bli­ca­to il cer­ti­fi­ca­to di vac­ci­na­zio­ne sui social con gli hash­tag #pan­tel­le­ria­si­vac­ci­na #pan­tel­le­ri­co­vi­d­free lan­cia­ti dal Comu­ne per sen­si­bi­liz­za­re e dare il buon esem­pio. Anche alcu­ni eser­ci­zi com­mer­cia­li e strut­tu­re turi­sti­che comin­cia­no a vac­ci­na­re il per­so­na­le e ad usa­re gli hash­tag, invi­tan­do a vac­ci­nar­si e garan­ten­do la mas­si­ma sicu­rez­za ai turi­sti che stan­no per arri­va­re sull’isola.

Tut­ti gli abi­tan­ti di Pan­tel­le­ria, dai 18 anni in su, pos­so­no recar­si con la tes­se­ra sani­ta­ria, tut­ti i gior­ni pres­so la Media­te­ca dal­le 9.00 alle 18.00, com­pi­la­re i modu­li che sono a dispo­si­zio­ne in loco e met­ter­si in fila per far­si imme­dia­ta­men­te vac­ci­na­re. Atten­zio­ne: con­tra­ria­men­te a quan­to cre­do­no alcu­ni, non vie­ne effet­tua­ta nes­su­na con­vo­ca­zio­ne dal­la ASP, biso­gna recar­si auto­no­ma­men­te alla Media­te­ca per vaccinarsi.

Quan­ti sono affet­ti da pato­lo­gie gra­vi e quin­di sog­get­ti vul­ne­ra­bi­li, dovran­no por­ta­re anche un cer­ti­fi­ca­to che atte­sti la patologia.

È impor­tan­te vac­ci­nar­si e far capi­re a chi abbia­mo vici­no che i rischi del Covid sono pro­va­ti e li abbia­mo tut­ti visti, non biso­gna pen­sa­re che si sia immu­ni al con­ta­gio. Abbia­mo avu­to chia­ri esem­pi sul­l’i­so­la, come ha ricor­da­to spes­so anche il Sin­da­co nel­le sue diret­te, di ‘nega­zio­ni­sti’ che han­no con­trat­to il Covid e han­no infet­ta­to anche mino­ri, oltre che costrin­ge­re alla qua­ran­te­na altri cit­ta­di­ni, anche bam­bi­ni. Abbia­mo avu­to tre vit­ti­me che anco­ra pian­gia­mo. Non è più tem­po di pren­de­re il virus sot­to­gam­ba con l’ar­ri­vo dei turisti.

Un gran­de esem­pio lo sta dan­do chi si sta vac­ci­nan­do in que­sti gior­ni e chi con­ti­nua a pub­bli­ca­re le foto con gli hash­tag con­ti­nuan­do a sen­si­bi­liz­za­re gli altri. Biso­gna con­ti­nua­re a far­lo per evi­ta­re che dopo l’en­tu­sia­smo ini­zia­le, il nume­ro di vac­ci­na­ti cali e si bloc­chi a per­cen­tua­li non uti­li allo sco­po che è quel­lo di diven­ta­re un’i­so­la Covid Free.