Pantelleria: diportista sorpreso a pescare con attrezzi non consentiti

Pantelleria: diportista sorpreso a pescare con attrezzi non consentiti

18/08/2020 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 1266 volte!

La Guardia Costiera nell’ambito dei con­trol­li alle unità da dipor­to, inten­si­fi­cati nel peri­o­do di fer­ragos­to, al fine di garan­tire il rego­lare svol­gi­men­to delle attiv­ità tur­is­ti­co-ricre­ative ha sanzion­a­to un diportista inten­to a pescare con attrezzi non con­sen­ti­ti.

I mil­i­tari del locale coman­do, nel­la mat­ti­na del 14 agos­to u.s., dopo una paziente e pro­l­un­ga­ta attiv­ità di apposta­men­to han­no inter­cetta­to e colto, men­tre era inten­to a sal­pare una rete da pos­ta di cir­ca 200 metri, un diportista locale.

Il cit­tadi­no di 71 anni, già noto alle forze di polizia, è sta­to let­teral­mente sor­pre­so dall’arrivo del gom­mone con a bor­do i mil­i­tari del nucleo di polizia marit­ti­ma del coman­do pan­tesco che giungevano pres­so Cala Gadir ove a segui­to degli accer­ta­men­ti doc­u­men­tali emerge­va la totale assen­za di autor­iz­zazione all’utilizzo delle attrez­za­ture da pesca rin­venute.

Ai dan­ni del diportista resosi respon­s­abile dell’inosservanza degli artt. 137 e 138 del D.P.R. 2 otto­bre 1698 n°1639 (quest’ultimo sos­ti­tu­ito dall’art.10 del D.P.R. 219/83) sanzion­a­ta dall’art.11 c.10 lett. a) del D.Lgs. 9 gen­naio 2012 n°4 è sta­ta ele­va­ta una sanzione ammin­is­tra­ti­va pari a 1.000€ nonché il seque­stro dell’attrezzatura da pesca.

Quel­la por­ta­ta a ter­mine la scor­sa mat­ti­na è un’attività di rilie­vo riv­ol­ta a reprimere l’esercizio abu­si­vo dell’attività di pesca ille­gale, con­dot­ta da pseu­do diportisti, che han­no come uni­co scopo quel­lo di lucrare illecita­mente su un’attività ben rego­la­men­ta­ta e che prevede con­trol­li strin­gen­ti con­dot­ti dal Cor­po delle Cap­i­taner­ie di por­to – Guardia Costiera su tut­ta la fil­iera, dal­la fase di cat­tura sino alla com­mer­cial­iz­zazione al con­suma­tore finale.