Italia Celere, sbarchi: situazione drammatica provincia di Trapani. Dubbi su sbarchi a Pantelleria

Italia Celere, sbarchi: situazione drammatica provincia di Trapani. Dubbi su sbarchi a Pantelleria

21/11/2021 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 572 volte!

La situazione della gestione degli sbarchi nella Provincia di Trapani è sempre più borderline.

Una denuncia di Italia Celere evidenzia situazioni drammatiche e pone dubbi sul numero di migranti arrivati davvero a Pantelleria nel 2021 e quanti ne risultano agli atti

Que­sta Segre­te­ria è, pur­trop­po, costret­ta a denun­cia­re anco­ra una vol­ta l’incapacità di gesti­re il feno­me­no migra­to­rio da par­te del­le Auto­ri­tà di P.S. pro­vin­cia­li e nazionali.

L’arrivo a Tra­pa­ni, in data 07 Novem­bre u.s., del­la Sea Eye 4 con 847 clan­de­sti­ni ha evi­den­zia­to, se mai ve ne fos­se sta­to biso­gno, che per le Isti­tu­zio­ni nazio­na­li gli stra­nie­ri “soc­cor­si” in mare, il per­so­na­le del­le For­ze di Poli­zia e tut­ti quel­li che a vario tito­lo ope­ra­no duran­te le fasi di uno sbar­co, sono solo nume­ri sacrificabili.

Evi­den­te­men­te il Dipar­ti­men­to per le Liber­tà Civi­li e dell’Immigrazione ed il Dipar­ti­men­to di Pub­bli­ca Sicu­rez­za non sono in gra­do assi­cu­ra­re il benes­se­re né degli stra­nie­ri che sbar­ca­no clan­de­sti­na­men­te in Ita­lia né il benes­se­re del per­so­na­le del­le FF.PP. impe­gna­te nei ser­vi­zi cor­re­la­ti, a dimo­stra­zio­ne che i respon­sa­bi­li di tali Dipar­ti­men­ti non sono in gra­do di inte­ra­gi­re ed attua­re ade­gua­te linee ope­ra­ti­ve, e che ormai i buro­cra­ti han­no pre­so il soprav­ven­to sui tecnici.

Come si può pen­sa­re di asse­gna­re come por­to sicu­ro quel­lo di Tra­pa­ni ad una nave O.N.G. con 847 clan­de­sti­ni a bordo?

Una cit­tà sprov­vi­sta di un Hot Spot atti­vo e con una Que­stu­ra che pre­sen­ta gra­vi caren­ze di per­so­na­le (in tut­ti i set­to­ri, ma par­ti­co­la­re nell’Ufficio Immi­gra­zio­ne), in una gior­na­ta festi­va nel­la qua­le il per­so­na­le deve esse­re richia­ma­to in ser­vi­zio duran­te la frui­zio­ne del Ripo­so Settimanale.

Dov’è la lun­gi­mi­ran­za e la capa­ci­tà di pia­ni­fi­ca­zio­ne di chi dovreb­be ave­re le capa­ci­tà “mana­ge­ria­li” richie­ste e tan­to decan­ta­te dal­la P.A.?!?!

Come si può pen­sa­re di ini­zia­re la trat­ta­zio­ne di 847 clan­de­sti­ni alle ore 14:00 del­la dome­ni­ca, quan­do la noti­zia dell’assegnazione del por­to di Tra­pa­ni era nota fin dal­le ore 16:00 di saba­to 06 Novem­bre, quan­do la Sea Eye 4 si tro­va­va a 20 Mn da Sciac­ca, infat­ti la nave ha ini­zia­to a far rot­ta su Tra­pa­ni alle ore 17:06 del 06 Novem­bre ed alle ore 07:15 del 07 Novem­bre si tro­va­va già a nord di Levan­zo, per poi rima­ne­re in atte­sa sino alle ore 12:55 del mede­si­mo gior­no?!?! Nes­su­no ave­va pre­vi­sto che le pro­ce­du­re sani­ta­rie lega­te all’emergenza Covid anco­ra in atto avreb­be­ro neces­sa­ria­men­te ritar­da­to l’effettivo ini­zio del­le pro­ce­du­re di sbar­co e ral­len­ta­to le medesime?

Per “orga­niz­za­re” il ser­vi­zio sono sta­te emes­se in data 07/11/2021, ben due ordi­nan­ze que­sto­ri­li la n. 0737/1593/Gab. e n. 0737/1596/Gab. Il risul­ta­to è sta­to il caos assoluto…

  1. il Dipar­ti­men­to di P.S. che pen­sa di risol­ve­re il pro­ble­ma invian­do “ADDIRITTURA” 4 (quat­tro) ope­ra­to­ri aggregati;
  2. per­so­na­le del­la Que­stu­ra costret­to a svol­ge­re anche 16 ore di ser­vi­zio inin­ter­rot­to (veda­si per­so­na­le del Gabi­net­to Pro­vin­cia­le Poli­zia Scien­ti­fi­ca e dell’Ufficio Immi­gra­zio­ne che svol­ge­va il tur­no 08–14, ma sicu­ra­men­te anche altro personale);
  3. alme­no 10 dipen­den­ti del­la Que­stu­ra han­no subi­to una revo­ca del Ripo­so Set­ti­ma­na­le o un Cam­bio Tur­no, sen­za con­si­de­ra­re il per­so­na­le dei Repar­ti Mobi­li qui aggre­ga­ti da altre province;
  4. l’impossibilità o la scel­ta di non fare ormeg­gia­re con­tem­po­ra­nea­men­te le navi qua­ran­te­na “GNV Azzur­ra” e “GNV Adria­ti­co” nel por­to di Tra­pa­ni con con­se­guen­te per­di­ta di tem­po per l’avvicendamento del­le navi in banchina;
  5. anco­ra una vol­ta, dob­bia­mo rile­va­re la man­can­za di strut­tu­re ido­nee all’interno dell’area por­tua­le ove si pos­sa ope­ra­re, pro­tet­ti dagli agen­ti atmo­sfe­ri­ci avver­si in atto, sia a pro­te­zio­ne del­le FF.PP. ope­ran­ti, sia degli stra­nie­ri già pro­va­ti dal viag­gio (alcu­ne strut­tu­re sono com­par­se solo all’arrivo del­le tele­ca­me­re dei media loca­li e nazionali);
  6. cir­ca 140 sog­get­ti stra­nie­ri, tra cui diver­si affet­ti da scab­bia, vul­ne­ra­bi­li e mino­ri tra­spor­ta­ti per l’ennesima vol­ta pres­so il C.P.R. di con­tra­da Milo per le pro­ce­du­re di iden­ti­fi­ca­zio­ne ed ove sono sta­ti costret­ti a dor­mi­re a ter­ra con gia­ci­gli di for­tu­na, divi­si tra la Hall (con solo un ser­vi­zio igie­ni­co a dispo­si­zio­ne, in quan­to il secon­do è chiu­so), la ex men­sa (con solo due ser­vi­zi igie­ni­ci a dispo­si­zio­ne), ed altri spa­zi del­la strut­tu­ra (sala men­sa, sala cul­to e sala avvo­ca­ti, pri­ve di ser­vi­zi igie­ni­ci e di ade­gua­ta ven­ti­la­zio­ne) e con­su­ma­re i pasti a ter­ra nei mede­si­mi locali;

  1. sog­get­ti tra­sfe­ri­ti a bor­do del­la nave qua­ran­te­na G.N.V. “Azzur­ra” sen­za che venis­se­ro iden­ti­fi­ca­ti e foto­se­gna­la­ti dal­la Que­stu­ra, con­tra­ria­men­te a quan­to indi­ca­to nell’Ordinanza del Que­sto­re di Trapani;
  2. Sog­get­ti stra­nie­ri costret­ti, a cau­sa del pre­ve­di­bi­le pro­trar­si del­le ope­ra­zio­ni, a tra­scor­re­re l’ennesima not­te a bor­do del­la Sea Eye 4, oltre quel­li che han­no dovu­to for­za­ta­men­te tra­scor­re­re a cau­sa del­la volon­tà del­la O.N.G..

Appa­re inol­tre oppor­tu­no evi­den­zia­re che alcu­ni degli spa­zi del C.P.R. di con­tra­da Milo, ove han­no per­not­ta­to gli stra­nie­ri, sono dei luo­ghi di tran­si­to per rag­giun­ge­re i vari uffi­ci del­la Com­mis­sio­ne Ter­ri­to­ria­le, dell’Ente Gesto­re del C.P.R. e dell’Ufficio Immigrazione…ecco come si pre­sen­ta­va­no al ter­mi­ne del­le ope­ra­zio­ni, in data 09 Novem­bre, con mate­ria­le poten­zial­men­te infet­to e liqua­mi sui pavi­men­ti fuo­riu­sci­ti dai ser­vi­zi igienici.

Solo alle ore 09:30 del 09 Novem­bre è sta­ta effet­tua­ta una sani­fi­ca­zio­ne degli ambien­ti da per­so­na­le del Coman­do Pro­vin­cia­le dei VV.FF., quan­do ormai diver­se per­so­ne era­no tran­si­ta­te nei pre­det­ti loca­li non pre­ce­den­te­men­te ini­bi­ti al passaggio.

Que­sta O.S., tra­la­scian­do l’argomento dei dan­ni mate­ria­li arre­ca­ti ad una strut­tu­ra appe­na ristrut­tu­ra­ta cau­sa­ti dal tran­si­to di sog­get­ti appe­na sbar­ca­ti, chie­de for­mal­men­te all’Ufficio Sani­ta­rio Pro­vin­cia­le del­la Que­stu­ra di Tra­pa­ni di valu­ta­re e rife­ri­re, a fron­te del­le seguen­ti foto, cir­ca l’idoneità dell’utilizzo di tali spa­zi per gli sco­pi sopra citati.

Que­sta O.S. chie­de for­mal­men­te rispo­sta ai seguen­ti que­si­ti: per qua­li moti­vi un C.P.R., che ha una capien­za di 204 posti, è costret­to ad ope­ra­re a regi­me ridot­to con solo 36 posti?

Per qua­le moti­vo, dopo i lavo­ri di ristrut­tu­ra­zio­ne effet­tua­ti e già con­clu­si da oltre 3 mesi, costa­ti diver­si milio­ni di Euro (cir­ca 5), il C.P.R. di con­tra­da Milo non è sta­to anco­ra con­se­gna­to in toto dal­la Pre­fet­tu­ra ad un Ente gestore?

Per qua­le moti­vo la Pre­fet­tu­ra non ha anco­ra pub­bli­ca­to un ban­do di gara per la gestio­ne del C.P.R. per la tota­li­tà dei 204 posti, pre­fe­ren­do inve­ce rin­no­va­re all’attuale Ente gesto­re l’incarico che era sca­du­to il 04 Otto­bre 2021?

Per qua­le moti­vo, con­tra­ria­men­te a quan­to assi­cu­ra­to al Dott. Spa­ra­co, dell’A.S.P. 9 – Tra­pa­ni, duran­te il sopral­luo­go avve­nu­to pri­ma dell’apertura del C.P.R., si con­ti­nua a far per­not­ta­re gli stra­nie­ri in luo­ghi non ido­nei, qua­li la ex men­sa, la men­sa, la sala cul­to e la sala avvocati?

Per qua­le moti­vo anco­ra non sono sta­ti instal­la­ti, pres­so il molo Ron­ci­glio, i con­tai­ner già pre­ven­ti­va­ti, per svol­ge­re le ope­ra­zio­ni di Poli­zia rela­ti­ve agli sbar­chi, che evi­te­reb­be­ro il tran­si­to degli stra­nie­ri pres­so la strut­tu­ra del C.P.R. di con­tra­da Milo?

 Per qua­le moti­vo la Que­stu­ra di Tra­pa­ni ha ormai deci­so di dele­ga­re l’attività di Poli­zia (iden­ti­fi­ca­zio­ne degli stra­nie­ri sbar­ca­ti) alla C.R.I. che gesti­sce le navi qua­ran­te­na, come già acca­du­to con gli stra­nie­ri tra­spor­ta­ti a Tra­pa­ni dal­la Aita Mari?

Per qua­le moti­vo, se la volon­tà poli­ti­ca EVIDENTE è di fare di Tra­pa­ni un luo­go di sbar­co, non vie­ne nuo­va­men­te chiu­so il C.P.R. (appe­na costa­to 5 milio­ni di Euro) e non vie­ne riat­ti­va­to l’Hot Spot, come acca­du­to a Dicem­bre 2015 quan­do ven­ne chiu­so l’ex C.I.E.?

Sare­mo anche ripe­ti­ti­vi, ma que­sta O.S., non tace­rà mai su que­sti gra­vi fat­ti e non tran­si­ge­rà mai sul­la sal­va­guar­dia del­la salu­te di chi indos­sa una Divi­sa, che deve esse­re ante­po­sta alle logi­che in voga lega­te all’ac­co­glien­za ad ogni costo.

Altre sigle sin­da­ca­li si sono accor­te solo oggi, alla ricer­ca di tes­se­re per il 2022, del­le tema­ti­che lega­te all’immigrazione…e per noti­zia, gli sbar­ca­ti a Pan­tel­le­ria da ini­zio anno ad oggi sono 2213, men­tre il tota­le di quel­li trat­ta­ti dal loca­le Uffi­cio Immi­gra­zio­ne è di 5332. Noi stia­mo evi­den­zian­do que­sta pro­ble­ma­ti­ca fin dal 26 Mag­gio c.a., ma nes­su­no ha volu­to e vuo­le far­se­ne cari­co, nep­pu­re il Que­sto­re che nell’incontro del 03 Giu­gno ave­va for­ni­to ampie rassicurazioni.

Come sem­pre, la nostra O.S. si ado­pe­re­rà affin­ché que­sta situa­zio­ne di asso­lu­ta gra­vi­tà tro­vi la più ampia dif­fu­sio­ne sui media loca­li e nazio­na­li, nell’interesse del dirit­to di infor­ma­zio­ne dell’opinione pub­bli­ca, e pre­ste­rà mas­si­ma atten­zio­ne affin­ché il peso del­le scel­te erra­te, fat­te da alcu­ni, non gra­vi sul­la vita del­le Don­ne ed Uomi­ni del­le FF.PP. e sul­le loro fami­glie, non­ché sul­la vita di tut­ti quei sog­get­ti che per la pro­pria atti­vi­tà lavo­ra­ti­va si tro­va­no a trat­ta­re con gli sbarcati.

Il Segre­ta­rio Gene­ra­le Pro­vin­cia­le ITALIA CELERE 

Alber­to Lieggio

ITALIA CELERE
ORGANIZZAZIONE SINDACALE DELLA POLIZIA DI STATO SEGRETERIA PROVINCIALE DI TRAPANI