Sbarchi a Pantelleria: Barbaro (Gruppo Misto) scrive al Ministro dell’Interno

Sbarchi a Pantelleria: Barbaro (Gruppo Misto) scrive al Ministro dell’Interno

12/11/2020 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 464 volte!

“Il fenom­e­no degli sbarchi sull’isola di Pan­tel­le­ria non accen­na a diminuire“. È quan­to sot­to­lin­ea, in un atto di sin­da­ca­to ispet­ti­vo, il sen­a­tore Clau­dio Bar­baro che chiede al min­istro dell’Interno, Luciana Lam­orgese, come “inten­da fron­teggia­re ques­ta emer­gen­za, che ormai e’ insop­porta­bile per gli abi­tan­ti dell’isola e costringe a rit­mi insosteni­bili il per­son­ale delle forze dell’ordine stanzi­a­to sul territorio”.

“È ormai pras­si fre­quente, per i migranti – evi­den­zia il par­la­mentare -, diriger­si nel­la piazzetta di Scau­ri per essere con­dot­ti dai Cara­binieri pres­so il cen­tro di pri­ma accoglien­za, ormai al col­las­so; la strut­tura, l’ex caser­ma ‘Barone’, potrebbe con­tenere fino a 25–30 ospi­ti”.

“Tut­tavia, spes­so vi risul­ta ricov­er­a­to un centi­naio di per­sone straniere, alcune anche in con­dizioni di iso­la­men­to per­ché pos­i­tive al coro­n­avirus – aggiunge il sen­a­tore –. I migranti, nel­la mag­gior parte dei casi tunisi­ni, ven­gono poi trasfer­i­ti a pic­coli grup­pi a Tra­pani, per essere suc­ces­si­va­mente con­dot­ti altrove o, in qualche caso, rim­pa­triati; molto spes­so, tut­tavia, essi fug­gono ver­so altre des­ti­nazioni ital­iane o europee, spe­cial­mente Fran­cia o Ger­ma­nia, dove molti han­no già parenti”.

“Dal mese di giug­no sem­br­ereb­bero sbar­cati a Pan­tel­le­ria cir­ca 1.500 migranti; è dunque evi­dente l’affanno delle forze dell’ordine, il cui organ­i­co stanzi­a­to sull’isola è del tut­to insuf­fi­ciente, anche con­sideran­do che, oltre a far fronte all’ondata di sbarchi, esse devono garan­tire il servizio nel por­to e pres­so l’aeroporto, nonché tutte le altre pre­rog­a­tive di sicurez­za pub­bli­ca — pros­egue Bar­baro che, inoltre, chiede di sapere – “quan­ti siano i migranti sbar­cati a Pan­tel­le­ria nell’ultimo anno, quan­ti di loro abbiano fat­to perdere le loro trac­ce in segui­to all’identificazione e quan­ti, pur rim­pa­triati, siano ritor­nati nuo­va­mente in Italia attra­ver­so l’isola di Pan­tel­le­ria“.