Il 16 maggio si puliscono i fondali di Pantelleria. Iniziativa di Guardia Costiera, Marevivo e EcoTyre

Il 16 maggio si puliscono i fondali di Pantelleria. Iniziativa di Guardia Costiera, Marevivo e EcoTyre

14/05/2021 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 609 volte!

“PULIZIA FONDALI PORTO DI PANTELLERIA”

Loca­li­tà: Por­to Nuo­vo Pan­tel­le­ria Orga­niz­za­to­re: MAREVIVO – ECOTYRE

Il 16/05/2021 dalle ore 09.00 alle ore 13.30

Il sot­to­scrit­to Capo del Cir­con­da­rio Marit­ti­mo e Coman­dan­te del Por­to di Pantelleria;

VISTI: gli artt. 16, 17, 30 e 81 del Codi­ce del­la Navi­ga­zio­ne e l’art. 59 del rela­ti­vo Rego­la­men­to di ese­cu­zio­ne (par­te marittima);

RENDE NOTO

che il gior­no 16 Mag­gio 2021 dal­le ore 09:00 e fino alle ore 13:30 si ter­rà la mani­fe­sta­zio­ne deno­mi­na­ta “PFU ZERO, rela­ti­va alla puli­zia dei fon­da­li del por­to nuo­vo di Pantelleria,

ORDINA

Arti­co­lo 1 (Inter­di­zio­ne)
A decor­re­re dal­le ore 09:00 e fino alle ore 13:30 del gior­no 16 Mag­gio 2021, in occa­sio­ne del­la sud­det­ta mani­fe­sta­zio­ne, all’interno del Por­to nuo­vo di Pan­tel­le­ria, pre­ci­sa­men­te nel­lo spec­chio acqueo anti­stan­te la ban­chi­na Sant’Agata, così come meglio evi­den­zia­to nell’allegata

car­to­gra­fia (Alle­ga­to 1), che costi­tui­sce par­te inte­gran­te del­la pre­sen­te ordi­nan­za, e’ vietato:

 navi­ga­re, anco­ra­re e sosta­re con qua­lun­que uni­tà sia da dipor­to che ad uso professionale;

 svol­ge­re atti­vi­tà di qua­lun­que natu­ra se non espres­sa­men­te autorizzata.

Arti­co­lo 2 (Dero­ghe) Non sono sog­get­te al divie­to di cui all’articolo 1:

  •   i mez­zi facen­ti capo all’organizzatore, in ser­vi­zio di assi­sten­za ai par­te­ci­pan­ti alla manifestazione;

  •   il per­so­na­le dei diving DIVE‑X di Cala Gadir, GREEN DIVERS e del­la YAM SUB DIVING & SALVAGE di Pantelleria;

  •   i mez­zi del­la Guar­dia Costie­ra, del­le for­ze di poli­zia non­ché mili­ta­ri in gene­re, in ragio­ne del loro Ufficio;

VISTO:

il pro­gram­ma per lo svol­gi­men­to del­la mani­fe­sta­zio­ne deno­mi­na­ta “PFU ZERO”, da effet­tuar­si nel por­to nuo­vo di Pan­tel­le­ria, pre­ci­sa­men­te nel­lo spec­chio acqueo anti­stan­te la ban­chi­na Sant’Agata, pre­sen­ta­to da par­te Dell’Associazione Mare­vi­vo con sede in loco in via Ater­no 15°, 00198 ROMA;

RITENUTO:

neces­sa­rio disci­pli­na­re l’uso del bene pub­bli­co e di det­ta­re nor­me per assi­cu­ra­re il rego­la­re svol­gi­men­to del­la mani­fe­sta­zio­ne al fine pre­ve­ni­re il veri­fi­car­si di pos­si­bi­li dan­ni e di sal­va­guar­da­re l’incolumità del­le per­so­ne, del­le cose e per la sicu­rez­za del­la navigazione;

 i mez­zi adi­bi­ti ad un pub­bli­co ser­vi­zio che abbia­no neces­si­tà, non pro­ro­ga­bi­le, di acce­de­re all’area in ragio­ne del­le fina­li­tà isti­tu­zio­na­li per­se­gui­te dall’ente di appartenenza.

Arti­co­lo 3 (Comu­ni­ca­zio­ni)

Il coor­di­na­to­re del per­so­na­le ope­ran­te nell’attività in paro­la dovrà comu­ni­ca­re alla Sala Ope­ra­ti­va dell’Ufficio Cir­con­da­ria­le Marit­ti­mo di Pan­tel­le­ria, via VHF sui CH 16/13, ovve­ro ai nume­ri 0923911027 – 0923913651 l’inizio e la fine del­le ope­ra­zio­ni, indi­can­do nel par­ti­co­la­re nomi­na­ti­vi, nume­ro e pun­to di immer­sio­ne dei par­te­ci­pan­ti, non­ché even­tua­li emer­gen­ze e/o even­ti che pos­so­no riguar­da­re la sicu­rez­za del­la navi­ga­zio­ne e la tute­la del­la vita uma­na in mare. L’Ufficio Cir­con­da­ria­le Marit­ti­mo di Pan­tel­le­ria si riser­va la facol­tà di sospen­de­re le atti­vi­tà di puli­zia fon­da­li per ogni eve­nien­za ai fini del­la tute­la del­la pub­bli­ca e pri­va­ta incolumità.

Arti­co­lo 4 – (San­zio­ni)

I con­trav­ven­to­ri alla pre­sen­te Ordi­nan­za, sal­vo che il fat­to non costi­tui­sca più gra­ve rea­to o dif­fe­ren­te ille­ci­to san­zio­na­to da nor­me spe­cia­li, saran­no puni­ti ai sensi:

  •   degli arti­co­li 1164 – 1174 e 1231 del codi­ce del­la navigazione;

  dell’articolo 53 del Decre­to legi­sla­ti­vo 18.07.2005 n. 171 e suc­ces­si­ve modi­fi­che ed inte­gra­zio­ni, se le vio­la­zio­ni sono com­mes­se con uni­tà da diporto;
I tra­sgres­so­ri saran­no rite­nu­ti respon­sa­bi­li dei dan­ni deri­van­ti a per­so­ne e/o cose in con­se­guen­za del­la pro­pria inadempienza.

Arti­co­lo 5 – (Dispo­si­zio­ni finali)

L’Autorità Marit­ti­ma è man­le­va­ta da respon­sa­bi­li­tà di qua­lun­que tito­lo per dan­ni che doves­se­ro deri­va­re a per­so­ne e/o cose in con­se­guen­za del­lo sta­to dei luo­ghi o del man­ca­to rispet­to del­la pre­sen­te Ordi­nan­za ovve­ro di ogni altra nor­ma e/o rego­la­men­to a cui è comun­que sog­get­to lo svol­gi­men­to del­la mani­fe­sta­zio­ne in parola.

La pre­sen­te Ordi­nan­za entra in vigo­re con decor­ren­za immediata.
E’ fat­to obbli­go a chiun­que spet­ti di osser­va­re e fare osser­va­re la pre­sen­te Ordi­nan­za, la cui dif­fu­sio­ne sarà assi­cu­ra­ta median­te affis­sio­ne all’albo dell’Ufficio e pub­bli­ca­zio­ne sul­la pagina

“Ordi­nan­ze” del sito web isti­tu­zio­na­le dell’Ufficio Cir­con­da­ria­le Marit­ti­mo di Pan­tel­le­ria: http://www.guardiacostiera.gov.it/pantelleria/Pages/ordinanze.aspx.

IL COMANDANTE

T.V. (CP) Anto­nio TERRONE