Lo Curto (Udc): contributo partorienti di 5.000 euro ok, ora i Punti Nascita

Lo Curto (Udc): contributo partorienti di 5.000 euro ok, ora i Punti Nascita

25/03/2021 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 558 volte!

SICILIA: LEGGE STABILITÀ: LO CURTO (UDC), BENE APPROVAZIONE NORMA CHE ASSEGNA CONTRIBUTO DI 5 MILA EURO ALLE DONNE PARTORIENTI CHE RISIEDONO NELLE ISOLE MINORI 

Il capogruppo Udc: ora impegno per riapertura Punti Nascita con deroga a Decreto Balduzzi e modifica ad accordo Stato Regioni

 
Paler­mo – “Tut­te le don­ne par­to­rien­ti resi­den­ti nel­le Iso­le mino­ri del­la Sici­lia, Pela­gie, Ega­di, Eolie e Pan­tel­le­ria, rice­ve­ran­no un con­tri­bu­to di 5 mila euro alla nasci­ta del figlio. Lo pre­ve­de una nor­ma appe­na appro­va­ta dal par­la­men­to regio­na­le ed inse­ri­ta nel­la leg­ge di sta­bi­li­tà. Mi ero spe­sa con suc­ces­so in com­mis­sio­ne Bilan­cio per innal­za­re tale con­tri­bu­to da 3 mila a 5 mila euro per le neo mam­me del­le pic­co­le iso­le costret­te a rag­giun­ge­re i prin­ci­pa­li ospe­da­li siciliani.
Espri­mo pure gran­de sod­di­sfa­zio­ne per l’approvazione dell’ordine del gior­no sul ripri­sti­no dei Pun­ti nasci­ta nel­le Iso­le mino­ri, di cui sono pri­ma fir­ma­ta­ria, con il qua­le impe­gnia­mo il gover­no regio­na­le a richie­de­re una dero­ga al Decre­to Bal­duz­zi e la modi­fi­ca dell’Accordo rag­giun­to in sede di Con­fe­ren­za uni­fi­ca­ta Sta­to Regio­ni Enti loca­li nel 2010. Riten­go che que­sto tema sia di fon­da­men­ta­le impor­tan­za e meri­ti un con­fron­to tra gover­no regio­na­le e gover­no Dra­ghi per giun­ge­re alla solu­zio­ne auspicata.
Ho rac­con­ta­to la sto­ria di una gio­va­ne mam­ma di Lipa­ri, Ales­sia che sul mio pro­fi­lo face­book ester­na­va il disa­gio e la pau­ra di dover lascia­re il pro­prio comu­ne e la pro­pria fami­glia per anda­re a par­to­ri­re a Mes­si­na in soli­tu­di­ne. Le don­ne in gra­vi­dan­za che risie­do­no nel­le Pela­gie, nel­le Eolie, nel­le Ega­di e nell’isola di Pan­tel­le­ria sono costret­te a vere e pro­prie odis­see ed affron­ta­no le ulti­me set­ti­ma­ne di gesta­zio­ne fuo­ri dal pro­prio ter­ri­to­rio, lon­ta­ne dagli affet­ti fami­lia­ri poi­ché costret­te a tra­sfe­rir­si sul­la “ter­ra fer­ma” e nei mag­gio­ri cen­tri del­la Sici­lia per dare alla luce i pro­pri figli”. Lo affer­ma Eleo­no­ra Lo Cur­to, capo­grup­po Udc all’Assemblea regio­na­le siciliana.