Convenzione tra Federparchi e Parco Nazionale di Pantelleria

Convenzione tra Federparchi e Parco Nazionale di Pantelleria

08/01/2020 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 738 volte!

CONVENZIONE TRA FEDERPARCHI E PARCO DI PANTELLERIA: PRIMO PASSO VERSO LA CARTA EUROPEA DEL TURISMO SOSTENIBILE

La fir­ma del­la con­ven­zione Fase 1 con Fed­er­parchi rap­p­re­sen­ta un avvic­i­na­men­to all’adesione alla Car­ta Euro­pea del Tur­is­mo Sosteni­bile per il Par­co Nazionale Iso­la di Pan­tel­le­ria con l’avvio di una serie di attiv­ità con­di­vise in prospet­ti­va dell’Accordo Quadro, stip­u­la­to dal Min­is­tero, per una più organ­i­ca col­lab­o­razione sul tema del­la Bio­di­ver­sità e dei Parchi.

L’Ente Par­co entra a far parte, così, di quel­la rete tra tut­ti i sogget­ti che aderiscono alla CETS, che Fed­er­parchi sta costru­en­do attra­ver­so la cos­ti­tuzione di un grup­po di lavoro com­pos­to dai rap­p­re­sen­tan­ti delle aree pro­tette già cer­tifi­cate. La con­ven­zione prevede la piani­fi­cazione delle attiv­ità pre­ven­tive all’adesione alla Car­ta nell’ottica di adegua­men­to delle pro­ce­dure di inter­esse delle aree pro­tette alle inno­vazioni leg­isla­tive ed oper­a­tive in mate­ria di bio­di­ver­sità, tur­is­mo sosteni­bile, con­ser­vazione e la val­oriz­zazione del­l’am­bi­ente nat­u­rale.

L’adesione alla CETS sig­nifi­ca pot­er usufruire di uno stru­men­to per il tur­is­mo sosteni­bile attra­ver­so una strate­gia locale che si con­fronta, però, con le aree nat­u­rali pro­tette di 38 pae­si europei riu­nite da EUROPARC Fed­er­a­tion. Pan­tel­le­ria sarà, per­tan­to, proi­et­ta­ta in un con­testo oper­a­ti­vo inter­nazionale per il rag­giung­i­men­to dell’obiettivo con­di­vi­so di miglio­rare lo svilup­po sosteni­bile e la ges­tione di un tur­is­mo nelle aree pro­tette che ten­ga con­to delle neces­sità del­l’am­bi­ente, delle comu­nità locali, delle attiv­ità impren­di­to­ri­ali locali e dei vis­i­ta­tori.

Fed­er­parchi si occu­perà del­lo svilup­po di tutte le fasi del proces­so d’intesa con l’Ente Par­co: atti­vazione del Grup­po di Coor­di­na­men­to e for­mazione inter­na con la Cos­ti­tuzione di un Grup­po di Coor­di­na­men­to e l’Incontro di for­mazione al per­son­ale dell’area pro­tet­ta; creazione dei Forum e pro­ces­si parte­ci­pa­tivi con Indi­vid­u­azione dei por­ta­tori di inter­esse del­la comu­nità locale da coin­vol­gere; atti­vazione del Forum e definizione delle rel­a­tive modal­ità di fun­zion­a­men­to; definizione e mes­sa a pun­to degli stru­men­ti e delle metodolo­gie di sup­por­to al Forum; coin­vol­gi­men­to degli attori locali e orga­niz­zazione di rego­lari incon­tri, sec­on­do un cal­en­dario flessibile che sarà defini­to sec­on­do le esi­gen­ze nel cor­so del proces­so.