Le Scuole a Pantelleria: una telenovela senza fine!

Le Scuole a Pantelleria: una telenovela senza fine!

26/08/2019 0 Di Angelo Fumuso

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 231 volte!

A settembre riaprono le scuole a Pantelleria, ma quali? E in quali condizioni?

Tra ‘inagibilità-agibili’, lavori da iniziare e lavori fatti male, passerà minimo un altro anno prima di vedere l’isola con gli edifici scolastici a norma.

 
di Ange­lo Fumu­so
 
Anche a Pan­tel­le­ria, sec­on­do il cal­en­dario sco­las­ti­co, tutte le scuole si aprireb­bero tra l’11 e il 19 di set­tem­bre, anche se c’è l’incog­ni­ta di uno sciopero. Però la Scuo­la Media “Dante Alighieri” si aprirà solo parzial­mente. Si apri­ran­no solo le aule uti­liz­zate l’anno scor­so, in quan­to la parte in ristrut­turazione non avrà il cer­ti­fi­ca­to di agi­bil­ità.

Dal­l’in­ter­vista rilas­ci­at­aci dal­l’Asses­sore all’Edilizia Ange­lo Parisi, è emer­sa  la vera prob­lem­at­i­ca del­la scuo­la supe­ri­ore. 

In prat­i­ca, nel cor­so del­la ver­i­fi­ca sul­l’ed­i­fi­cio del­la Scuo­la Media di via Sal­i­bi dal pun­to di vista  del­la sta­tic­ità e resisten­za  anti­sis­mi­ca, ci si è accor­ti che il solaio non era più ret­ti­li­neo, ma pre­sen­ta degli avval­la­men­ti. 

Per quel che riguar­da il cantiere del­la scuo­la media, ai ritar­di dovu­ti ad una serie di impre­visti riscon­trati in questi anni, se ne è aggiun­to uno nuo­vo che riguar­da la strut­tura dei solai di cop­er­tu­ra. Infat­ti, quan­do l’impresa che sta eseguen­do i lavori ha com­in­ci­a­to ad inter­venire su tali ele­men­ti, ha riscon­tra­to l’assenza dell’armatura di ripar­tizione. Ques­ta assen­za com­por­ta che il cari­co gra­vante sul solaio non si dis­tribuisce su tut­ti i travet­ti, ma solo su quel­li vici­ni, cre­an­do seri prob­le­mi di sta­bil­ità.
Una vol­ta fat­ta ques­ta scop­er­ta, i lavori si sono dovu­ti inter­rompere per redi­gere una per­izia con un nuo­vo cal­co­lo strut­turale e il com­puto del­la spe­sa nec­es­saria. Le somme per far fronte ai mag­giori costi, che ammon­tano a 500.000 € e proven­gono dall’avanzo di ammin­is­trazione 2018, sono già state stanzi­ate nel bilan­cio di pre­vi­sione 2019–2021. La ripresa dei lavori avver­rà dopo aver risolto alcune ques­tioni buro­cratiche e sot­to­scrit­to un con­trat­to inte­gra­ti­vo con l’impresa.”

Bas­ta­va una pic­co­la scos­sa di ter­re­mo­to o un pic­co­lo ass­es­ta­men­to, per fare crol­lare il solaio sul­la tes­ta degli stu­den­ti. Per non par­lare dell’effetto domi­no che si pote­va creare; cioè che il solaio caden­do avrebbe potu­to fare cadere i solai sot­tostan­ti. Una trage­dia evi­ta­ta per mira­co­lo!

Men­tre per anni abbi­amo assis­ti­to a polemiche, scioperi stu­den­teschi e battaglie politiche sul­la sta­bil­ità del­l’ed­i­fi­cio del­la scuo­la media supe­ri­ore, per inten­der­ci quel­la di via Napoli, gri­dan­do al peri­co­lo e  invo­can­do un mira­co­lo affinché non si ver­i­fi­cas­se nes­suna trage­dia, il peri­co­lo era altrove, in via Sal­i­bi.

L’ed­i­fi­cio del­la Scuo­la Media Supe­ri­ore è nato come edi­fi­cio pri­va­to e quin­di non rispet­ta­va tut­ti i para­metri nec­es­sari ad un edi­fi­cio sco­las­ti­co. È pur vero però che nel cor­so degli anni ha super­a­to tutte le prove di sta­tic­ità e di adegua­men­to alle prob­lem­atiche anti­sis­miche e risul­ta­ta adesso un edi­fi­cio sicuro.

Ma tor­nan­do alla Scuo­la Media di via Sal­i­bi, anni fa era sta­to scop­er­to  che i pilas­tri era­no sta­ti costru­iti con cemen­to depoten­zi­a­to e che al suo inter­no era­no sta­ti fat­ti dei fori per far pas­sare i cavi elet­tri­ci,  dimin­u­en­done anco­ra la resisten­za.

Allo­ra scop­piò uno scan­da­lo. Il Comune ave­va cita­to per dan­ni la dit­ta appal­ta­trice, per poi sco­prire che il pro­pri­etario era mor­to e la dit­ta era fal­li­ta,  per cui non si potè fare nes­suna azione legale.

In tan­ti anni trascor­si in tan­ti cantieri,” ci han­no rifer­i­to fonti dagli Uffi­ci Tec­ni­ci del Comune, “non si era mai vis­to una cosa del genere. I fer­ri alla base delle colonne, era­no dis­tan­ti anche trenta cen­timetri dal­la strut­tura por­tante del­la colon­na, unite con rac­cor­di trasver­sali, dan­do l’aspetto sin­u­oso alla colon­na. Ci sarebbe da scri­vere un libro su com’è sta­ta costru­i­ta la scuo­la media.”

Ma nell’ambito degli edi­fi­ci sco­las­ti­ci, pas­san­do ad una lieta novel­la, è sta­ta aggiu­di­ca­ta la gara ad una dit­ta per la costruzione del­la Scuo­la Media Supe­ri­ore. In teo­ria, potreb­bero com­in­cia­re a set­tem­bre. In prat­i­ca… incro­ci­amo le dita!

 

Seguici e met­ti un Like:
error