Pantelleria per i nudisti? Una storia da completare

Pantelleria per i nudisti? Una storia da completare

13/08/2019 0 Di puntoacapo

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 2779 volte!

Pantelleria isola completamente aperta ai nudisti, ma dopo l’ordinanza sciovinista di Petrillo nel 1982 e l’abrogazione della stessa nel 2015, c’è ancora molto da fare.

Di Francesca Mar­ruc­ci

Sui forum online capi­ta spes­so di imbat­ter­si nel­la fatidi­ca doman­da: ‘A Pan­tel­le­ria si può pren­dere il sole nudi?’ Oppure ‘in top­less’?

In gen­erale la rispos­ta sem­bra essere sem­pre no, tranne per qualche ardi­to che con­siglia di provare a pren­dere il sole nature in pun­ti più iso­lati.

Se si chiede agli isolani, la rispos­ta è la stes­sa: non si può da nes­suna parte, ma in effet­ti non è così.

A parte il top­less da tem­po sdo­gana­to e prat­i­ca­to in molte par­ti del­l’iso­la, a com­in­cia­re dal­lo Spec­chio di Venere, è sem­pre più fre­quente trovare sot­to l’hash­tag #pan­tel­le­ria foto di nudi inte­grali in specie su Insta­gram, social voca­to alle immag­i­ni.

Allora qual è la verità?

Come ci spie­ga Antoni­no Galo­faro del grup­po Fb Natur­is­mo Pan­tel­le­ria che oggi con­ta 300 mem­bri, la sto­ria del Natur­is­mo sul­l’iso­la ha vis­to alti e bassi, approvazione e riprovazione, ma attual­mente il natur­is­mo è con­sen­ti­to e legale su tut­ta la Per­la Nera.

Quindi la risposta è sì: a Pantelleria potete prendere il sole nudi e potete farlo ovunque. Ma come è possibile?

Tut­to ha avu­to inizio con una fine, cioè quan­do nel 1982, il Sin­da­co Gio­van­ni Petril­lo, democris­tiano di fer­ro e sal­i­to in segui­to alle cronache per il suo arresto, decise di riportare ordine e morale su un’iso­la ‘invasa’ dal mal­cos­tume.

Il 17 luglio del 1982, il Sin­da­co Gio­van­ni Petril­lo con una famosa ordi­nan­za comu­nale (n. 117/82) proibì il nud­is­mo inte­grale sull’isola di Pan­tel­le­ria,’ ci spie­ga Galo­faro, ‘premet­ten­do che l’isola di Pan­tel­le­ria era diven­ta­ta un cen­tro tur­is­ti­co fra i più ricer­cati d’Italia e che migli­a­ia di tur­isti di ogni ceto e ambi­ente cer­ca­vano ris­toro e dis­ten­sione nelle zone più sug­ges­tive dell’isola.’

L’al­lo­ra sin­da­co non si face­va remore ad affer­mare che: ‘…in queste zone la seren­ità delle vacanze sia dei cit­ta­di­ni pan­teschi che dei tur­isti viene tur­ba­ta dal­la pre­sen­za di uomi­ni e donne che prat­i­cano il nud­is­mo e ritiene di inter­venire per evitare che certe per­sone, prive di ogni sen­so del pudore, ma indub­bi­a­mente dotate di una mente baca­ta, con­tin­uino a calpestare il sen­ti­men­to di ris­er­vatez­za che anco­ra ani­ma la mas­sa del­la gente “puli­ta”.’

Galo­faro, nel com­mentare ques­ta sin­go­lare affer­mazione del­l’al­lo­ra Pri­mo Cit­tadi­no, poi cadu­to in dis­grazia ed arresta­to, si chiede: ‘Ma chi era in realtà che prat­i­ca­va il nud­is­mo sull’isola? I cit­ta­di­ni pan­teschi? Ne dubito forte­mente. Oppure era­no i tur­isti di ogni ceto e ambi­ente? Più prob­a­bile. Non mi voglio sof­fer­mare sull’affermazione ‘dotati di una mente baca­ta’, ma mi pon­go una doman­da: che sig­nifi­ca ‘gente puli­ta’? I nud­isti sono sporchi?’

…espongono al sole seni che invece sono stomachevoli escrescenze carnose flaccide e bislunghe…

Purtrop­po la morale del­l’e­poca, uni­ta ad una visione del fem­minile val­i­da solo se gra­di­ta agli occhi dei maschi (però bac­chet­toni) che guardano, per­mise a Petril­lo di allargar­si in giudizi a dir poco sciovin­isti ed inop­por­tu­ni nei con­fron­ti delle donne.

Ce li illus­tra sem­pre Galo­faro: ‘Non con­tento di quan­do det­to sopra, con­tin­u­a­va dicen­do che infat­ti è obi­et­ti­va­mente dep­re­ca­bile e riprovev­ole, in par­ti­co­lare, il com­por­ta­men­to di alcune donne che il più delle volte espon­gono al sole seni che invece sono stom­achevoli escrescen­ze carnose flac­cide e bis­lunghe.’

L’inevitabile con­seguen­za di tan­to livore fu l’ordinanza n. 117/82 che pone­va il DIVIETO di prati­care il nud­is­mo sull’isola.

Tale divi­eto è rimas­to in essere fino al 2015 e forse a quel­lo si riferiscono i pan­teschi, ma l’amministrazione comu­nale gui­da­ta dal Sin­da­co Gabriele, il 14 set­tem­bre 2015, fini­ta la sta­gione esti­va, con ordi­nan­za n. 126 revo­ca­va l’ordinanza n. 117/82 con ques­ta moti­vazione:

Rite­nen­do che l’isola è meta di un flus­so tur­is­ti­co inter­nazionale, espres­sioni di più cul­ture e nazion­al­ità, con stili di vita dif­feren­ziati, garan­tisce a tut­ti la plu­ral­ità e il rispet­to delle pro­prie scelte, in forza di una tradizione di aper­tu­ra e pre­sen­ze tur­is­tiche inter­nazion­ali ormai con­sol­i­da­ta, sen­za recin­ti e improb­a­bili tabù d’ogni genere.’

Quin­di dal 14/09/2015 sull’isola di Pan­tel­le­ria è pos­si­bile prati­care il natur­is­mo o nud­is­mo, ma, a dif­feren­za di tutte le local­ità ital­iane dove le ammin­is­trazioni comu­nali han­no gius­ta­mente autor­iz­za­to alcune aree dove è per­me­s­so prati­care il natur­is­mo, anche al fine di incre­men­tarne il tur­is­mo vis­to che in Italia è sem­pre più in cresci­ta, sul­l’iso­la non ci sono aree seg­nalate e provviste di tabel­la che indichi il per­me­s­so di natur­is­mo.

Quindi, di fatto in tutta Pantelleria è permesso il naturismo, ma…

Antoni­no Galo­faro però chiede una pre­sa di posizione del­l’Am­min­is­trazione Cam­po per ‘rime­di­are’ alle parole offen­sive usate dal suo pre­de­ces­sore: ‘Da natur­ista, mi auguro che ques­ta ammin­is­trazione comu­nale pos­sa rime­di­are con intel­li­gen­za e rispet­to per tut­ti, sia alla pri­ma ordi­nan­za del 1982, ordi­nan­za molto offen­si­va dell’essere umano e in par­ti­co­lare delle donne, sia alla revo­ca tour court e sen­za rego­la­men­tazione del­la stes­sa, sta­bilen­do delle zone dove pot­er prati­care il natur­is­mo sull’isola, per rispet­to anche di chi il natur­is­mo non lo con­di­vide e per con­sen­tire a chi lo prat­i­ca di non avere dis­cus­sioni spi­acevoli.’

INFORMAZIONI PER NATURISTI

dal sito unionenaturistisiciliani.it

In questo luo­go non c’è pre­sidio da parte di asso­ci­azioni natur­iste. Se volete vis­itare questo luo­go, potete con­tattar­ci per avere mag­giori infor­mazioni.

Acces­si­bil­ità: L’iso­la e le sue spi­ag­gie sono acces­si­bili tut­to l’an­no. Nel peri­o­do inver­nale i col­lega­men­ti ver­so l’iso­la sono ridot­ti.

Fruizione in nudità: E’ pos­si­bile prati­care natur­is­mo tut­to l’an­no, in modo dis­cre­to per non creare dis­a­gio ai fre­quen­ta­tori non natur­isti ed alla popo­lazione.

Tipolo­gia di ospi­ti: L’iso­la è fre­quen­ta­ta da cop­pie, famiglie e sin­gle. 

Rego­la­men­tazione: Non esiste una rego­la­men­tazione per la prat­i­ca natur­ista, così come è sta­to rimosso il divi­eto a ques­ta prat­i­ca. Ricor­dat­e­vi che è oppor­tuno prati­care nudo-natur­is­mo nel rispet­to degli altri fre­quen­ta­tori.

Seguici e met­ti un Like:
error