La Donna. Lillo Di Bonsulton dedica una poesia al gentil sesso

La Donna. Lillo Di Bonsulton dedica una poesia al gentil sesso

08/06/2020 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 402 volte!

Il poeta pantesco Lillo Di Bonsulton stavolta dedica una poesia in dialetto alla Donna e all’effetto che questa ha sull’uomo.

A questo propos­i­to ecco come ha com­men­ta­to la sua poe­sia: “Sec­on­do me, la dipen­den­za del­l’uo­mo dal­la don­na è come il vizio del fumo: com­in­ci con qualche sigaret­ta e poi ne fumi interi pac­chet­ti, poi quan­do ti ren­di con­to che il fumo fa male, ormai è trop­po tar­di e fumi­amo, fumi­amo… quan­to siamo stu­pi­di che ci fac­ciamo con­dizionare dal tabac­co e più che gli anni pas­sano, poi è sem­pre più dif­fi­cile smet­tere, quin­di ci avve­le­ni­amo, cosci­en­ti che ci fac­ciamo del male.

LA DONNA

Pi la don­na bel­la o brut­ta,
Si ‘ngra­m­aghia tut­ta a vita,
Sun­nu pocu cu la scansa,
Esti comu calami­ta,…😉

Su’ atti­rati li duj par­ti,
Comu l’a­pa a lu fasced­dru,
Res­ta sem­pri chiu’ friga­ta,
Chid­dra lon­ga di capped­dru,…

E la vita si ccj pen­si,
Esti bel­la frigatu­ra,
Pi la Don­na bel­la, ho brut­ta,
Cer­tu l’o­mu assai ccj suda,

Ma esti tut­tu nat­u­rali,
Sen­za d’jd­dra un si po’ stari,
Pi la vita jri avan­ti,
Esti a Don­na assaj ‘mpur­tan­ti,

Nun c’è nud­dru pi stu scrit­tu,
Ca mia tor­tu pos­sa dari,
Pirchì a Don­na bel­la o brut­ta,
Sem­pri all’o­mu va’ a frigari!

Lil­lo Di Bon­sul­ton