La Munnizza, poesia di Lillo di Bonsulton, monito per il nuovo anno

La Munnizza, poesia di Lillo di Bonsulton, monito per il nuovo anno

02/01/2020 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 147 volte!

Iniziamo il 2020 con Lillo Di Bonsulton e una delle sue poesie più note, dedicata ad uno dei problemi più gravi della nostra epoca: l’immondizia.

Un monito a non sprecare e a limitare la produzione di rifiuti che non possiamo non condividere.

LA MUNNIZZA

Una vota la munniz­za,
Chi ‘nta casa si fac­ja,
Era orba di duj occhi,
Pocu e nen­ti si vid­ja.

Ora ‘nve­ci cu la scen­za,
E la gran muder­nità,
C’è sti spre­cu assaj evi­den­ti,
E munnjz­za assaj si fa.

Sulu u’ pani chi si jet­ta,
E chi venj ammuzzi­catu,
Quan­ta gen­ti si sfamas­si,
Cu vuded­dru sba­can­tatu!

Ma la gen­ti tut­tu chis­tu,
Pocu e nen­ti va a pin­sari,
Pirchi ognunu la so pansa,
Sula­men­ti va a lis­c­jari…

Si l’al­lis­c­ja e la nutri­ca,
Cu vuc­cu­na pre­li­bati,
Poj la pansa va a ‘ngrus­sari,
Ma lu spec­chiu, u fa nutari!

Per­cjò jet­ta tut­ti cosi,
Nen­ti sava cun­sir­vari,
Li biduna ‘nta li strati,
Van­nu sem­pri ad umintari.

Sun­nu col­mi, su stra­col­mi,
Di munnjz­za ammun­sid­dra­ta,
D’u­na rrob­ba assaj prizjusa,
Di la plas­ti­ca jtta­ta.

Fra poc’an­nj assi­cu­ratu,
Cun­tjnu­an­nu a sta man­era,
La munnjz­za supra a Luna,
Va a chi­antari la Ban­nera!

Lil­lo Di Bon­sul­ton