Vertice Isole Minori: il report del Comune di Pantelleria

Vertice Isole Minori: il report del Comune di Pantelleria

20/11/2019 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 496 volte!

Lunedì 18 si è tenu­to pres­so la Pres­i­den­za del­la Regione un ver­tice tra il gov­er­no regionale e i rap­p­re­sen­tan­ti dei comu­ni delle isole sicil­iane.

Lo scopo è sta­to quel­lo di indi­vid­uare le crit­ic­ità delle isole e trovare le soluzioni nel breve e medio ter­mine.

Il Pres­i­dente Musume­ci ha subito dichiara­to di vol­ere ris­er­vare un’attenzione par­ti­co­lare ai res­i­den­ti delle isole in quan­to, a causa dell’insularità, vivono in modo ampli­fi­ca­to le prob­lem­atiche che afflig­gono la Sicil­ia.

Per ques­ta ragione l’intenzione è quel­la di isti­tuire un uffi­cio spe­ciale per le isole al quale potran­no fare rifer­i­men­to gli otto pri­mi cit­ta­di­ni dei comu­ni delle isole.

Le ques­tioni affrontate han­no riguarda­to vari ambiti: trasporti, infra­strut­ture, via­bil­ità, edilizia sco­las­ti­ca, approvvi­gion­a­men­to idri­co, fog­na­ture e depu­razione, ener­gia, ecc..

Il comune di Pan­tel­le­ria era pre­sente con l’ Asses­sore Ange­lo Parisi e con il Geom. Gam­bi­no.

Riguar­do i temi affrontati, sono sta­ti illus­trati i vari prog­et­ti redat­ti soprat­tut­to riguar­do il servizio idri­co inte­gra­to, i rifiu­ti, l’energia, l’edilizia sco­las­ti­ca e abi­ta­ti­va, il disses­to idro­ge­o­logi­co.

Riguar­do quest’ultimo tema, l’Assessore Cor­daro ha infor­ma­to che il prog­et­to di mes­sa in sicurez­za delle pen­di­ci di C.da Rekhale-Dietro l’Isola, rese insta­bili a segui­to dell’incendio cha ha inter­es­sato Pan­tel­le­ria nel 2016, si tro­va in posizione utile per il finanzi­a­men­to e che il decre­to è all’esame del­la Corte dei Con­ti.

Si è par­la­to anche del­la prob­lem­at­i­ca dei rifiu­ti, soprat­tut­to del­la frazione organ­i­ca e delle par­ti­co­lari crit­ic­ità che riguardano le isole minori legate alla caren­za di impianti di con­fer­i­men­to e ai costi del trasporto marit­ti­mo.

Per risol­vere tale prob­lem­at­i­ca si è rib­a­di­ta l’intenzione di chi­ud­ere il ciclo dei rifiu­ti ‑dell’organico in par­ti­co­lare — all’interno dell’isola attra­ver­so la real­iz­zazione di un impianto capace di trattare tut­to l’umido prodot­to nell’isola con la pro­duzione di bio­metano, da uti­liz­zare per ali­menta­re il par­co veico­lare comu­nale, e di com­post di qual­ità.

E’ sta­to affronta­to il prob­le­ma del servizio idri­co inte­gra­to, illus­tran­do i prog­et­ti per la sos­ti­tuzione delle con­dotte di adduzione in PRFV, il sis­tema di mon­i­tor­ag­gio e indi­vid­u­azione delle perdite, il com­ple­ta­men­to del­la rete dell’acquedotto nelle zone non cop­erte, la real­iz­zazione di una rete duale che con­sen­ta di risparmi­are la risor­sa idri­ca, la real­iz­zazione del­la rete fog­nar­ia nelle zone non cop­erte e l’impianto di depu­razione con riu­so dell’acqua depu­ra­ta.

Per quan­to riguar­da la por­tu­al­ità, il Pres­i­dente ha infor­ma­to che tut­ti i por­ti delle isole saran­no dotati di una stazione marit­ti­ma real­iz­za­ta con strut­tura pre­fab­bri­ca­ta. Per il por­to di Pan­tel­le­ria la strut­tura pre­vista è quel­la di mag­giori dimen­sioni e l’intenzione del Pres­i­dente è quel­la di inau­gu­rare tutte le stazioni il 1 mag­gio del prossi­mo anno.

Sul tema por­to, poi, è sta­to chiesto di con­vo­care un tavo­lo appos­i­to per affrontare la prob­lem­at­i­ca in modo più appro­fon­di­to. Tavo­lo che si provved­erà a con­vo­care quan­to pri­ma.

Con­clu­den­do non si può non apprez­zare la par­ti­co­lare atten­zione che il Pres­i­dente Musume­ci ha per le isole minori sicil­iane. Da parte nos­tra con­fidi­amo che questo per­cor­so di dial­o­go pos­sa con­tin­uare in maniera seria, costante e costrut­ti­va.