Pantelleria Doc, oggi la Lega al Ministero. Tremarco: molto soddisfatti

Pantelleria Doc, oggi la Lega al Ministero. Tremarco: molto soddisfatti

31/07/2019 0 Di Francesca Marrucci

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 450 volte!

Bilancio positivo per la delegazione della Lega di Pantelleria in udienza oggi al Ministero dell’Agricoltura.

Presente anche l’Eurodeputata Francesca Donato: “Verificare la correttezza dell’iter seguito dal Consorzio e se effettivamente rappresenti i piccoli produttori e tuteli la tipicità del prodotto.” 

Federico Tremarco: “Con la vite ad alberello è in pericolo anche il riconoscimento Unesco”. 

di Francesca Mar­ruc­ci

Si è reca­ta oggi pres­so la Seg­rete­ria Tec­ni­ca del Min­is­tero del­l’A­gri­coltura la del­egazione del­la Lega di Pan­tel­le­ria, rap­p­re­sen­ta­ta da Fed­eri­co Tremar­co, Michele Tremar­co e Nicolò Bar­ra­co. Insieme a loro la dep­u­ta­ta euro­pea Francesca Dona­to, l’On. Alessan­dro Pagano, e il Dott. Carme­lo Danzì, Agronomo del­lo Staff tec­ni­co del­la Dona­to.

All’in­con­tro han­no parte­ci­pa­to il Capo del­la Seg­rete­ria Tec­ni­ca, Luciano Nieto, il Pres­i­dente del Comi­ta­to Nazionale Vini DOP e IGT, Michele Zanar­do e il Capo Dipar­ti­men­to, Dott. Comar­chio. Argo­men­to del­la dis­cus­sione, ovvi­a­mente, quel­lo che sta più a cuore agli isolani in questo momen­to, o almeno alla mag­gior parte di essi: la richi­es­ta di apporre la dic­i­tu­ra ‘Sicil­ia’ al dis­ci­pli­nare Doc Pan­tel­le­ria for­mu­la­ta dal Con­sorzio di Tutela.

Francesca Dona­to, sul­l’ar­go­men­to ha anche incon­tra­to il Min­istro Centi­naro e le impres­sioni a seguire di questo incon­tro sono molto pos­i­tive.

Da un lato c’è la situ­azione del Con­sorzio Tutela che, a segui­to di ques­ta seg­nalazione e pre­sa di posizione del­l’iso­la, sarà sot­to­pos­to ad un con­trol­lo che ver­i­fichi la cor­ret­tez­za del­l’iter per l’in­tro­duzione del dis­ci­pli­nare, dal­l’al­tro una rimes­sa in dis­cus­sione a liv­el­lo nazionale sul­l’u­til­ità dei Con­sorzi di questo tipo.

On. Donato, cosa avete illustrato alla Segreteria del Ministro?

Abbi­amo spie­ga­to che la colti­vazione eroica del­l’al­berel­lo di zibib­bo è pat­ri­mo­nio del­l’UNESCO e ques­ta pro­duzione andrebbe irri­me­di­a­bil­mente com­pro­mes­sa nel momen­to in cui pas­sasse questo dis­ci­pli­nare che, di fat­to, ren­derebbe mar­ginale la pre­sen­za delle uve di zibib­bo autoc­tone nel prodot­to finale e quin­di dis­trug­gerebbe la pro­duzione e l’e­cono­mia del­l’iso­la che si basa su di esso. Ci saran­no future riu­nioni, un mon­i­tor­ag­gio del­l’in­tera pro­ce­du­ra, pro­dur­re­mo delle relazioni ad hoc da parte dei sogget­ti inter­es­sati, in modo da addi­venire ad una soluzione che inibis­ca il per­fezion­a­men­to di ques­ta mod­i­fi­ca al dis­ci­pli­nare.”

Il Ministero era già a conoscenza della situazione? Aveva sentito la controparte, cioè il Consorzio?

Era­no a conoscen­za del­la situ­azione su nos­tra inizia­ti­va. Il Con­sorzio è parte inter­es­sa­ta, ma bisogn­erà ver­i­fi­care la cor­ret­tez­za del­l’­op­er­a­to del­lo stes­so e, anche a liv­el­lo nazionale, l’ef­fet­ti­va rap­p­re­sen­ta­tiv­ità dei pro­dut­tori da parte di questi con­sorzi e le dinamiche interne di rap­p­re­sen­tan­za.

Sarà di nuovo a Pantelleria prossimamente?

Me lo auguro. Non so dare una data adesso per­ché purtrop­po i miei impeg­ni sono fre­quen­ti e ravvi­c­i­nati, ma spero entro l’au­tun­no di tornare a Pan­tel­le­ria con buone notizie su ques­ta vicen­da.”

I passaggi istituzionali

Fed­eri­co Tremar­co ha con­seg­na­to al Min­is­tero le firme rac­colte a Pan­tel­le­ria, un dossier con tut­to quel­lo che è suc­ces­so, ovvi­a­mente alle­gan­do anche i doc­u­men­ti che ha prodot­to il Comune di Pan­tel­le­ria e una relazione prodot­ta dal­la stes­sa Lega Pan­tel­le­ria.

I prossi­mi pas­sag­gi isti­tuzion­ali saran­no innanzi tut­to l’ac­qui­sizione del parere del­l’Asses­so­ra­to Regionale all’A­gri­coltura, e in ques­ta fase saran­no acquisite anche le con­tromem­o­rie dedut­tive da parte di tut­ti i por­ta­tori d’in­ter­esse, come il Par­co, la parte polit­i­ca del­l’iso­la e i soci del Con­sorzio stes­so che han­no vedute diverse dal Con­sorzio, fino ad arrivare al Min­is­tero che si esprimerà tramite il Dipar­ti­men­to di com­pe­ten­za e che dovrà val­utare quel­la che dovrebbe essere la parte più pre­pon­der­ante del Con­sorzio, ovvero la tipic­ità e la tutela del pic­co­lo pro­dut­tore. A questo pun­to l’iter si con­clude in Com­mis­sione Euro­pea, ma acquisi­to il parere del Min­is­tero quest’ul­ti­mo step è più un pro for­ma.

Non ci vor­rà poco tem­po però. L’iter ha i suoi tem­pi e il pri­mo appun­ta­men­to impor­tante sarà quel­lo del 7 set­tem­bre, ad una riu­nione con Min­istro e tec­ni­ci per val­utare la situ­azione.

La soddisfazione della Lega di Pantelleria

Fed­eri­co Tremar­co non nasconde la sod­dis­fazione dopo l’in­con­tro: “Pos­si­amo dire che questo è sta­to un incon­tro molto pos­i­ti­vo. Siamo sta­ti pre­si in seria con­sid­er­azione. Abbi­amo pre­sen­ta­to con­cetti che sono sta­ti rib­a­di­ti sia dal­l’Am­min­is­trazione Comu­nale che dal­la Man­i­fes­tazione di Piaz­za di domeni­ca scor­sa e abbi­amo con­seg­na­to le firme al Min­is­tero. Il Dott. Nieto conosce­va già la prob­lem­at­i­ca e ora entra in gio­co anche il dis­cor­so del­l’a­gri­coltura eroica. La nos­tra vite è pat­ri­mo­nio del­l’Unesco e il Par­co potrebbe diventare inter­locu­tore pref­eren­ziale, vis­to che è nato anche gra­zie a questo riconosci­men­to. Se ci togliessero lo zibib­bo di Pan­tel­le­ria ver­rebbe a man­care anche il pilas­tro del riconosci­men­to Unesco e non pos­si­amo asso­lu­ta­mente per­me­t­ter­lo.”

Michele Tremar­co e Nicolò Bar­ra­co han­no sot­to­lin­eato quan­to, ques­ta causa, stia a cuore agli isolani: “Il Con­sorzio non ci sta tute­lando, anzi sta met­ten­do in peri­co­lo la soprav­viven­za stes­sa ed il cuore del­l’iso­la e per questo, per Pan­tel­le­ria e per i pan­teschi, con­tin­uer­e­mo a com­bat­tere ques­ta battaglia.”

Ora l’aus­pi­cio è che tut­ti i sogget­ti inter­es­sati a sal­vare il pat­ri­mo­nio e l’i­den­tità del­l’iso­la pros­eguano il loro cam­mi­no com­pat­ti, ognuno con il pro­prio com­pi­to e la pro­pria com­pe­ten­za, per portare a casa il risul­ta­to più impor­tante che davvero a questo pun­to è la soprav­viven­za stes­sa del­l’iso­la.

Seguici e met­ti un Like:
error