Trasporti marittimi a Pantelleria: la solita farsa estiva!

Trasporti marittimi a Pantelleria: la solita farsa estiva!

26/07/2019 0 Di Angelo Fumuso

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 485 volte!

Arriva l’estate e Pantelleria subisce in silenzio l’isolamento marittimo. Guasti, problemi, disagi e danni all’economia e al turismo dell’isola e i panteschi restano ancora una volta beffati dalle navi traghetto che una volta arrivano, una volta… chissà!

di Ange­lo Fumu­so

Come ogni anno, arriva­ta l’es­tate, assis­ti­amo alla soli­ta farsa: se c’è un guas­to ad una delle navi del­la Sire­mar, Pan­tel­le­ria rimane sem­pre, con una sola nave. 

Se il guas­to riguar­da la nos­tra nave, mi sem­bra gius­to, rima­ni­amo con un solo col­lega­men­to marit­ti­mo. Se il guas­to  riguar­da una nave di Lampe­dusa, rima­ni­amo lo stes­so, con un solo col­lega­men­to marit­ti­mo. 

È da qualche giorno che il servizio trasporti da e per Pan­tel­le­ria è ritor­na­to nel­la nor­mal­ità;  la mat­ti­na arri­va la nave del­la Sire­mar, e la sera dei giorni dis­pari,  ver­so le le 20, attrac­ca a Lampe­dusa.

Nel silen­zio più asso­lu­to, per due set­ti­mane siamo rimasti con una sola nave e, sem­pre nel silen­zio più asso­lu­to, è ritor­na­ta la nor­mal­ità.

In pratica è come se non fosse successo niente che riguardasse la nostra comunità isolana.

Cam­biano gli sce­nari, le situ­azioni, ma il risul­ta­to è sem­pre lo stes­so! Anno per anno, estate per estate, i soli­ti dis­a­gi per la popo­lazione, per il tur­is­mo e per il com­mer­cio. Com­mer­cio che nel peri­o­do di mag­giore movi­men­to, avrebbe bisog­no di certezze, invece l’iso­la rimane con un solo mez­zo di trasporto marit­ti­mo in un silen­zio assor­dante.

Ma veni­amo con ordine, il Comune di Pan­tel­le­ria il 27 giug­no alle ore 19:12 pub­bli­ca ques­ta nota stam­pa:· “A causa di un guas­to alla Pietro Nov­el­li su Lampe­dusa, al fine di garan­tire meno prob­le­mi all’uten­za delle due isole (Lampe­dusa avrebbe solo il Cossyra) il Veronese stasera va a pren­dere la trat­ta delle Pelagie.”

A questo riguar­do, Toto Martel­lo, Sin­da­co di Lampe­dusa, era già sce­so sul sen­tiero di guer­ra da più di una set­ti­mana. 

Totò Martel­lo, sin­da­co di Lampe­dusa e Linosa 15 giug­no

Lampedusa, Martello: ancora disagi nel collegamento navale, se continua cosi denunciamo la Siremar

Anco­ra una vol­ta la ‘Sire­mar’ non ha rispet­ta­to il con­trat­to di servizio per il col­lega­men­to fra Por­to Empe­do­cle, Lampe­dusa e Linosa: ieri la nave Galaxy è sta­ta sos­ti­tui­ta dal­la Pietro Nov­el­li, più pic­co­la e con solo 15 cab­ine. Si è cre­a­ta ten­sione fra passeg­geri poiché le richi­este di cab­ine era­no numerose e molte per­sone sono state costrette a dormire in pon­tile. Per un prob­le­ma di ‘riz­zag­gio’ i mezzi di trasporto, anche con beni di pri­ma neces­sità, non sono sta­ti imbar­cati deter­mi­nan­do pesan­ti dis­a­gi alla nos­tra comu­nità”.

Lo dice Totò Martel­lo, sin­da­co di Lampe­dusa e Linosa, in mer­i­to al con­trat­to di servizio fra la Sire­mar Caronte & Tourist Isole Minori e la Regione Sicil­iana sul­la trat­ta da/per #Por­toEmpe­do­cle #Lam­ope­dusa #Linosa in regime di ‘con­ti­nu­ità ter­ri­to­ri­ale’.

Siamo di fronte a quel­la che riten­go una ennes­i­ma vio­lazione con­trat­tuale — aggiunge — poiché la nave des­ti­na­ta al col­lega­men­to fra Por­to Empe­do­cle, Lampe­dusa e Linosa, cioè la Sanso­vi­no, è sta­ta dirot­ta­ta alla trat­ta fra Napoli e le Eolie. Tut­to questo provo­ca notevoli dis­a­gi alle nos­tra isole, anche in con­sid­er­azione del­la sta­gione tur­sit­i­ca già in cor­so”.

Se la situ­azione non sarà ripor­ta­ta al più presto alla nor­mal­ità, assi­cu­ran­do alla popo­lazione di Lampe­dusa e Linosa quan­to pre­vis­to dal­l’ap­pal­to che la Sire­mar si è aggiu­di­ca­ta per garan­tire la ‘con­ti­nu­ità ter­ri­to­ri­ale’, ci riv­ol­ger­e­mo alla Procu­ra del­la Repub­bli­ca e denuncer­e­mo le vio­lazioni con­trat­tuali.”

Alcu­ni giorni dopo, ennes­i­mo comu­ni­ca­to stam­pa di Toto Martel­lo.

I SOLITI DISAGI SUI TRASPORTI NAVALI 1 luglio alle ore 15:17

Nei giorni scor­si ave­vo det­to che se la Sire­mar non avesse sos­ti­tu­ito la nave per il col­lega­men­to fra Lampe­dusa, Linosa e Por­to Empe­do­cle avrem­mo sci­op­er­a­to sul­la banchi­na al momen­to dell’attracco. Ebbene, oggi non abbi­amo avu­to nep­pure la pos­si­bil­ità di sci­op­er­are per­ché la nave è rimas­ta bloc­ca­ta a Linosa per un ennes­i­mo prob­le­ma tec­ni­co.

Siamo di fronte alla con­fer­ma, sem­mai ce ne fos­se sta­to bisog­no, di quel­lo che soste­ni­amo da tem­po: la nave “Pietro Nov­el­li” e la “Pao­lo Veronese” sono del tut­to inadeguate al servizio, sono pic­cole ed in cat­tive con­dizioni. In base al con­trat­to di servizio fra la Regione Sicil­iana e la “Sire­mar Caronte & Tourist Isole Minori” abbi­amo dirit­to ad una nave adegua­ta alle nos­tre esi­gen­ze. Nell’attesa che ques­ta ci ven­ga for­ni­ta, chiedi­amo almeno di ria­vere la “Sanso­vi­no”, che è sicu­ra­mente più grande ed effi­ciente di quelle uti­liz­zate attual­mente.

Le let­tere invi­ate dal­la Sire­mar all’Amministrazione Comu­nale dopo le nos­tre lamentele non fer­mer­an­no la protes­ta. Chiedi­amo all’assessore regionale alla Mobil­ità Mar­co Fal­cone un suo diret­to inter­es­sa­men­to alla vicen­da: Lampe­dusa e Linosa non pos­sono più aspettare.”

All’irruenza di Toto Martello, noi a Pantelleria rispondiamo col silenzio.

E una cosa bisogna sot­to­lin­eare: il soli­to guas­to del Pietro Nov­el­li.

Qual­cuno rispon­derà: “ Sai che novità!”  Indub­bi­a­mente, il Pietro Nov­el­li, è una nave da Guin­ness dei pri­mati! Dubito che nel mon­do esista una nave che abbia avu­to più guasti del Pietro Nov­el­li: è un cur­ricu­lum di dan­ni lunghissi­mo.

La beffa! 

Sono questi gli scon­ti che la  Sire­mar-Caronte Tourist, ave­va promes­so  per favorire ed incre­mentare l’af­flus­so tur­is­ti­co nel­l’iso­la?

Quest’in­ver­no la Sire­mar-Caronte Tourist, ave­va promes­so degli scon­ti, una cam­pagna di pro­mozione tur­is­ti­ca per l’iso­la di Pan­tel­le­ria. Qual­cuno l’ha vista?!?

L’u­ni­ca cosa che ho trova­to, è uno scon­to per chi scende col treno dal nord Italia e poi prende la nave per Pan­tel­le­ria. Una doman­da sorge spon­tanea, con le nos­tre fer­rovie, così dis­as­trate spe­cial­mente al Sud, chi prende più il treno per scen­dere? 

Chi prende il treno per venire in Sicil­ia avrà una sola certez­za: quel­la di sapere solo il giorno e l’o­ra di parten­za, non l’ar­ri­vo, rischi­an­do di fare le vacanze sul treno.

Ecco­ci quin­di bef­fati una sec­on­da vol­ta!


Leg­gi le dichiarazioni del Sin­da­co Vin­cen­zo Cam­po sul­la ques­tione traghet­ti: Pan­tel­le­ria anco­ra sen­za traghet­ti. Il Sin­da­co Cam­po: bas­ta mor­ti­fi­cazioni!

Leg­gi la dichiarazione del Con­sigliere Paler­mo (Lega) sul­la ques­tione Traghet­ti: Pan­tel­le­ria, Paler­mo (Lega): sul­la ques­tione traghet­ti è ora di fare chiarez­za!


Foto di Tom­ma­so Brignone


 

Seguici e met­ti un Like:
error