Le storie che non vorremmo mai leggere…

Le storie che non vorremmo mai leggere…

26/07/2019 0 Di Michela Silvia

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 254 volte!

Men­tre a Bib­biano, è sto­ria di questi giorni, i gen­i­tori lot­tano fino alla fine per ria­vere i pro­pri figli strap­pati fero­ce­mente ed ingius­ta­mente da un sis­tema sociale cor­rot­to e inadegua­to, in Trenti­no una famiglia abban­dona il figlio per­ché autis­ti­co.

Non dò giudizi.

Non conosco il dram­ma speci­fi­co di ques­ta famiglia.
So però, per mia diret­ta espe­rien­za, che le famiglie por­tano un peso a volte insosteni­bile e che sono abban­do­nate.
Par­liamo però volen­tieri delle isti­tuzioni politiche, di tut­ti i col­ori .

Nes­suno vuole inter­venire su casi come questo che non sono purtrop­po rari.
Se da un lato è un bene non stru­men­tal­iz­zare, dall’altro si voltano tut­ti dall’altra parte.
Sono stan­ca di dir­lo ma lo ripeto: dob­bi­amo attuare le leg­gi che ci sono ma che non ven­gono attuate. Che ognuno fac­cia la pro­pria parte con una visione sis­tem­i­ca e non rim­balzare con­tin­u­a­mente la famiglia tra enti, isti­tuzioni e servizi che spes­so sono assen­ti o inadeguati.

Le parole rotolano fuori dal tele­fono, come mas­si, travol­gen­ti, indoma­bili — affer­ma la Fon­dazione -. Se la famiglia per undi­ci anni è sta­ta a fian­co al pic­co­lo e non l’ha abban­do­na­to a se stes­so, vuol dire che ques­ta deci­sione è arriva­ta in un momen­to di pro­fon­da crisi. È man­ca­to il sup­por­to delle Isti­tuzioni, i servizi, l’aiuto nec­es­sari a che un bam­bi­no e i suoi gen­i­tori pos­sano affrontare insieme la dram­matic­ità di una dis­abil­ità dura, a volte duris­si­ma Se una famiglia si arrende, le isti­tuzioni han­no fal­li­to.”

Vero! tut­ti noi abbi­amo fal­li­to.
Se una cop­pia di gen­i­tori arri­va a tan­to va aiu­ta­ta, STA CHIEDENDO AIUTO!!!

Seguici e met­ti un Like:
error