Pantelleria alla BIT di Milano: il resoconto di Vivere Pantelleria

Pantelleria alla BIT di Milano: il resoconto di Vivere Pantelleria

12/02/2020 1 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 282 volte!

Pantelleria alla BIT di Milano: il resoconto di Vivere Pantelleria sulla partecipazione di Comune, Parco, Operatori Turistici e Produttori alla vetrina per l’Isola

Si è con­clusa ieri la BIT — la Bor­sa Inter­nazionale del Tur­is­mo di Milano che ha coin­volto quest’anno nel­la parte­ci­pazione anche il Comune di Pan­tel­le­ria all’interno del­lo stand dal nome “The Best of West­ern Sici­ly”. 

Lo spazio espos­i­ti­vo è sta­to prog­et­ta­to dall’agenzia Feed­back di Paler­mo con l’obiettivo di pro­muo­vere le eccel­len­ze del­la Sicil­ia Occi­den­tale, gra­zie alla pre­sen­za di altri part­ner quali il comune di Castel­lam­mare del Gol­fo, San Vito Lo Capo, le Isole Ega­di, Erice, il Gac Isole di Sicil­ia, Lib­er­ty Lines e la funi­co­lare di Erice. 

È sta­to un suc­ces­so,” affer­ma Dani­lo Giglio, respon­s­abile com­mer­ciale di Vivere Pan­tel­le­ria, “queste sin­ergie tra luoghi dal forte inter­esse tur­is­ti­co, apparte­nen­ti alla provin­cia di Tra­pani, sono fon­da­men­tali per dare unic­ità al ter­ri­to­rio e per pre­sentare un’offerta ter­ri­to­rial­mente coor­di­na­ta.” 

Durante la con­feren­za stam­pa avvenu­ta lunedì 10 feb­braio, l’isola di Pan­tel­le­ria è sta­ta pre­sen­ta­ta con pas­sione dal vice Sin­da­co, Mau­r­izio Cal­do e dagli oper­a­tori tur­is­ti­ci pre­sen­ti, val­oriz­zan­done gli aspet­ti nat­u­ral­is­ti­ci, ter­mali, arche­o­logi­ci. 

L’isola, divenu­ta Par­co Nazionale, il 24mo in Italia, ci deve far pen­sare che Pan­tel­le­ria è un ter­ri­to­rio magi­co ada­gia­to al cen­tro del Mediter­ra­neo con pecu­liar­ità nat­u­ral­is­tiche non indif­fer­en­ti.

L’Ente Par­co,” affer­ma il Diret­tore, Anto­nio Par­rinel­lo, “è nato con lo scopo non di pro­teggere la natu­ra, ben­sì l’azione dell’uomo sul­la natu­ra e tut­ti i prodot­ti quali le uve zibib­bo, i cap­peri e non per ulti­mo gli ulivi colti­vati bassi, devono essere inte­gra­mente preser­vati e recu­perati per pot­er con­sen­tire anche ai gio­vani di inve­stire e ritornare sull’Isola diven­tan­do pro­dut­tori di unic­ità.” 

Durante la con­feren­za sono sta­ti pre­sen­tati anche gli even­ti che ver­ran­no orga­niz­za­ti nel­la prossi­ma estate. Tor­na l’evento lega­to al ciclis­mo dal 18 al 25 luglio, la mara­tona in occa­sione del­la fes­ta del San­to Patrono il 16 otto­bre e poi Pas­si­taly a fine set­tem­bre che ha come focus i prodot­ti tipi­ci nonché i pas­si­ti e vini da med­i­tazione. Un even­to novità si svol­gerà dal 29 mag­gio al 2 giug­no ed inter­esserà col­oro che han­no bisog­no di ritrovar­si all’interno di una natu­ra sel­vaggia come Pan­tel­le­ria sa offrire con la pre­sen­za del­la migliore musi­ca inter­nazionale nel rispet­to del ter­ri­to­rio. 

Gra­zie, inoltre, al sup­por­to delle aziende agri­cole e can­tine isolane, i sapori di Pan­tel­le­ria sono arrivati anche a Milano con una degus­tazione di dol­cetti tipi­ci del lab­o­ra­to­rio Le Mille Voglie, dei cros­ti­ni al pesto e patè di cap­peri delle aziende La Nic­chia by Bonomo&Giglio ed Emanuela Bonomo, i cap­peri del­la Coop. Pro­dut­tori, il tut­to irro­ra­to con i migliori vini bianchi e pas­si­ti prodot­ti dalle aziende Minar­di, Ket­ty D’Ancona, Solidea, Basile, Dietro Iso­la. 

bit