A Pantelleria si sono ricordate oggi le vittime di Hiroshima

A Pantelleria si sono ricordate oggi le vittime di Hiroshima

06/08/2019 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 321 volte!

ECOITALIASOLIDALE QUESTA MATTINA A PANTELLERIA HA RICORDATO LE VITTIME DEL BOMBARDAMENTO DI HIROSHIMA CON IL LANCIO DI UNA CORONA DI FIORI IN MARE, ALLA PRESENZA DEL SINDACO E DELLE MASSIME RAPPRESENTANZE CIVILI E MILITARI

Come ogni anno, Ecoital­ia­sol­i­dale il 6 agos­to ricor­da una pag­i­na ter­ri­bile del­la sto­ria, quan­do nel 1945 fu sgan­ci­a­ta la bom­ba atom­i­ca a Hiroshi­ma, che causò oltre 200 mila mor­ti.

Quest’an­no la tradizionale com­mem­o­razione di Ecoital­ia­sol­i­dale si è svol­ta in Sicil­ia, sul­l’Iso­la di Pan­tel­le­ria, sul­la banchi­na del por­to, alla pre­sen­za delle mas­sime rap­p­re­sen­tanze isti­tuzion­ali pre­sen­ti sul­l’iso­la.

La cer­i­mo­nia è sta­ta inizia­ta dal­la Respon­s­abile di Ecoital­ia­sol­i­dale per Pan­tel­le­ria Michela Sil­via, insieme alla respon­s­abile per il Lazio, Van­da Sori­ente e dal Pres­i­dente Nazionale del movi­men­to Pier­gior­gio Ben­venu­ti, alla pre­sen­za del Sin­da­co di Pan­tel­le­ria, Vin­cen­zo Cam­po, del Tenente di Vas­cel­lo, Dona­to Sirig­nano, Coman­dante del­la Cap­i­tane­r­ia di Por­to, del Tenente Colon­nel­lo dell’Aeronautica, Francesco De Astis, con i respon­s­abili delle forze politiche, Mau­r­izio Miceli coor­di­na­tore Provin­ciale di FDI, il Pres­i­dente del­la Lega di Pan­tel­le­ria Fed­eri­co Tremar­co e con la col­lab­o­razione del­la Pro Loco con il respon­s­abile Sil­vio Palaz­zo­lo, si è con­clusa con il lan­cio sim­bol­i­co di una coro­na in mare e dal suono di una motovedet­ta del­la Guardia Costiera.

Una toc­cante cer­i­mo­nia, quest’anno a Pan­tel­le­ria, alla pre­sen­za di numerosi cit­ta­di­ni e di tutte le isti­tuzioni civili e mil­i­tari pre­sen­ti nell’Isola, che ha inte­so ricor­dare nel 74’ anniver­sario i due bom­bar­da­men­ti, il pri­mo di Hiroshi­ma il 6 agos­to e il suc­ces­si­vo di Nagasa­ki del 9 agos­to 1945.

Un moni­to di pace, soprat­tut­to riv­olto alle gio­vani gen­er­azioni, con l’auspicio che si pos­sa guardare ad un futuro di pace e di tran­quil­lità in tut­to il mon­do e all’eliminazione di ogni uti­liz­zo del nucleare mil­itare e civile.