Pantelleria, divieto di ormeggio al Molo Toscano: ordinanza della Guardia Costiera

Pantelleria, divieto di ormeggio al Molo Toscano: ordinanza della Guardia Costiera

21/11/2020 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 460 volte!

MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Ufficio Circondariale Marittimo — Pantelleria

SEZIONE T.A.O.

ORDINANZA N° 18/2020

DIVIETO DI ORMEGGIO UNITÁ PONTILI GALLEGGIANTI MOLO TOSCANO PORTO NUOVO DI PANTELLERIA E RELATIVA INTERDIZIONE SPECCHIO ACQUEO ADIACENTE

Il Capo del Cir­con­dario Marit­ti­mo e Coman­dante del Por­to di Pantelleria:

VISTO: l’attuale pre­cario sta­to strutturale/manutentivo dei 2 pon­tili gal­leg­gianti posizionati pres­so il lato sud del molo Toscano del Por­to Nuo­vo di Pan­tel­le­ria, come si evince dal­la relazione tec­ni­ca redat­ta da parte di dit­ta spe­cial­iz­za­ta incar­i­ca­ta da questo Coman­do di eseguire appro­fon­di­ta ispezione subacquea;

CONSIDERATO: che i pon­tili gal­leg­gianti sit­uati alla radice del Molo Toscano, risul­tano tut­to­ra occu­pati da unità da dipor­to all’ormeggio e dunque forte­mente frequentati;

VISTE: le pro­prie Ordi­nanze n°30 del 2013 Varchi Molo Toscano por­to di Pan­tel­le­ria e n°18 del 2019 Inter­dizione Piaz­za­le Molo Toscano

VISTA: la nota con prot. n.2330 del 08 luglio 2015 con la quale l’Assessorato del Ter­ri­to­rio e dell’Ambiente del­la Regione Sicil­iana, ha autor­iz­za­to il Comune di Pan­tel­le­ria, nelle more del rilas­cio del­la C.D.M., ai sen­si dell’art. 38 del C.N., all’immediata occu­pazione ed uso dei due pon­tili gal­leg­gianti di pro­pri­età del Demanio Marit­ti­mo, allo scopo di eseguire tut­ti i lavori all’uopo nec­es­sari per la mes­sa in sicurez­za dei pon­tili gal­leg­gianti al fine di scon­giu­rare peri­coli per la pri­va­ta e pub­bli­ca incolumità.

RITENUTO: doveroso porre in essere gli adem­pi­men­ti nec­es­sari atti a scon­giu­rare il ver­i­fi­car­si di situ­azioni di peri­co­lo che pos­sano pregiu­di­care la sal­va­guardia del­la pub­bli­ca incolumità;

VISTI: gli arti­coli 1164 e 1174 del Codice del­la Nav­igazione, nonché l’articolo 59 del rel­a­ti­vo Rego­la­men­to di ese­cuzione e l’art. 54 com­ma 4 del Decre­to Leg­isla­ti­vo 15 luglio 2005, n. 171.

O R D I N A

Arti­co­lo 1

(Dis­po­sizioni generali)

1.1 Inter­dizione area:

Con decor­ren­za imme­di­a­ta e sino alla mes­sa in sicurez­za, i pon­tili gal­leg­gianti e lo spec­chio acqueo adi­a­cente, meglio evi­den­ziati in rosso nell’allegato stral­cio car­tografi­co che cos­ti­tu­isce parte inte­grante del­la pre­sente Ordi­nan­za, sono inter­det­ti al pub­bli­co acces­so ed uso per motivi con­nes­si alla sicurez­za ed all’incolumità pubblica.

1.2 Sgom­bro area ed infra­strut­ture interdette:

Con decor­ren­za imme­di­a­ta i pon­tili e lo spec­chio acqueo adi­a­cente dovrà essere sgom­bra­to e man­tenu­to libero dal­la pre­sen­za di qual­si­asi tipolo­gia di unità e/o attrez­zatu­ra di ormeg­gio. Gli attuali uti­liz­za­tori dovran­no adop­er­ar­si in mer­i­to entro il ter­mine per­en­to­rio ed impre­scindibile di 20 giorni dal­la pub­bli­cazione del­la pre­sente Ordinanza.

Arti­co­lo 2

(Divi­eti)

In relazione a quan­to evi­den­zi­a­to nel prece­dente articolo:

1. Pres­so i pon­tili gal­leg­gianti attual­mente des­ti­nati all’uso pub­bli­co è vieta­to l’ormeggio, la sos­ta, l’accosto a qual­si­asi tipolo­gia di unità, nonché l’accesso pedonale.

Arti­co­lo 3

(Dis­po­sizioni particolari)

Il Comune di Pan­tel­le­ria quale Ente con­seg­natario e/o la Regione Sicil­ia quale pro­pri­etario delle opere in paro­la provvedano alla mes­sa in sicurez­za urgente dei pon­tili gal­leg­gianti ovvero alla rimozione degli stes­si al fine di garan­tire la sicurez­za e l’incolumità pubblica.

Arti­co­lo 4

(Dis­po­sizioni Finali)

1. È fat­to obbli­go a chi­unque spet­ti di osser­vare e far osser­vare la pre­sente Ordi­nan­za, la cui ese­cuzione è affi­da­ta al per­son­ale mil­itare dipen­dente nonché a tut­ti gli Organi di Polizia e di Sicurezza.

2. Res­ta sem­pre fat­ta sal­va, in caso di sopravvenute esigenze/condizioni, la facoltà del Coman­dante del Por­to di impar­tire, anche ver­bal­mente, ulte­ri­ori o diverse dis­po­sizioni di merito.

3. L’Autorità Marit­ti­ma è man­l­e­va­ta da respon­s­abil­ità di qualunque tito­lo per dan­ni che dovessero derivare a per­sone e/o cose in con­seguen­za del­lo sta­to dei luoghi o del man­ca­to rispet­to del­la pre­sente ordi­nan­za ovvero di ogni altra nor­ma e/o regolamento.

4. I con­travven­tori alla pre­sente Ordi­nan­za, sal­vo che il fat­to non cos­ti­tu­is­ca più grave reato o dif­fer­ente illecito sanzion­a­to da norme spe­ciali, saran­no puni­ti ai sen­si dell’art.1164 e 1174 del Codice del­la Nav­igazione, ovvero incor­reran­no nelle sanzioni prin­ci­pali pre­viste dal Codice del­la Nau­ti­ca da Dipor­to, per quan­to applicabili.

5. I trasgres­sori saran­no ritenu­ti, altresì, respon­s­abili dei dan­ni che saran­no cagionati a per­sone o cose per effet­to dell’illecito comportamento.

6. Il pre­sente provved­i­men­to entra in vig­ore con effet­to imme­di­a­to dal­la data di pubblicazione.

7. La dif­fu­sione sarà assi­cu­ra­ta medi­ante aff­is­sione all’albo e pub­bli­cazione sul­la pag­i­na del sito web isti­tuzionale dell’UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO di Pantelleria

(http://www.guardiacostiera.it/pantelleria) al link “ORDINANZE”.

IL COMANDANTE

T.V. (CP) Anto­nio TERRONE

 

All. 1

STRALCIO CARTOGRAFICO ALLEGATO ORDINANZA N. 

Stral­cio generale

Par­ti­co­lare dell’area interdetta