Pantelleria, lavoro: dopo controlli Carabinieri 7 denunciati e 133 mila euro di sanzioni

Pantelleria, lavoro: dopo controlli Carabinieri 7 denunciati e 133 mila euro di sanzioni

16/05/2022 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 1390 volte!

PANTELLERIA. CONTROLLI DEI CARABINIERI SULLA SICUREZZA DEI POSTI DI LAVORO: 7 PERSONE DENUNCIATE 

 

I Cara­bi­nie­ri del­la Sta­zio­ne di Pan­tel­le­ria e del Nucleo Ispet­to­ra­to del Lavo­ro di Tra­pa­ni han­no svol­to un com­ples­so ser­vi­zio, arti­co­la­to in più gior­ni, vol­to alla tute­la del­la salu­te e del­la sicu­rez­za nei luo­ghi di lavo­ro e al con­tra­sto del lavo­ro irre­go­la­re, con la col­la­bo­ra­zio­ne di per­so­na­le INL del­la sede INPS di Trapani.

In tale con­te­sto, sono sta­te effet­tua­te ispe­zio­ni pres­so 4 can­tie­ri edi­li e 5 dit­te ope­ran­ti nel set­to­re del­le costru­zio­ni a con­clu­sio­ne del­le qua­li, sono emer­si gra­vi indi­zi di col­pe­vo­lez­za, a vario tito­lo, nei con­fron­ti di 7 per­so­ne che sono sta­te defe­ri­te alla com­pe­ten­te Auto­ri­tà Giu­di­zia­ria. Si trat­ta di cin­que per­so­ne in qua­li­tà di lega­li rap­pre­sen­tan­ti di altret­tan­ti dit­te ope­ran­ti nel­lo spe­ci­fi­co set­to­re, un archi­tet­to respon­sa­bi­le di un can­tie­re edi­le e un pri­va­to cit­ta­di­no pro­prie­ta­rio di un immo­bi­le in ristrutturazione.

In par­ti­co­la­re, le pre­sun­te vio­la­zio­ni del­la nor­ma­ti­va in mate­ria di sicu­rez­za dei luo­ghi di lavo­ro, con­te­sta­te dai Cara­bi­nie­ri, riguar­da­no la man­ca­ta ado­zio­ne del­le neces­sa­rie cau­te­le sui luo­ghi di lavo­ro, la man­ca­ta sot­to­po­si­zio­ne dei lavo­ra­to­ri alla pre­scrit­ta visi­ta medi­ca, la man­ca­ta reda­zio­ne del pia­no ope­ra­ti­vo di sicu­rez­za con rela­ti­va man­ca­ta vigi­lan­za sul­la sua appli­ca­zio­ne e la man­ca­ta nomi­na del coor­di­na­to­re per la sicurezza.

Inol­tre, è sta­to rile­va­to l’impiego di tre lavo­ra­to­ri in nero per cui sono sta­ti adot­ta­ti due prov­ve­di­men­ti di sospen­sio­ne di altret­tan­te atti­vi­tà impren­di­to­ria­li che saran­no atti­ve fino alla rego­la­riz­za­zio­ne del­la posi­zio­ne dei dipen­den­ti e al paga­men­to del­la rela­ti­va sanzione.

A con­clu­sio­ne del­le atti­vi­tà sono sta­ti irro­ga­ti com­ples­si­va­men­te 15.200 euro di san­zio­ni e oltre 133 mila euro di ammende. 

Tale ser­vi­zio fa segui­to alle atti­vi­tà di con­trol­lo che i Cara­bi­nie­ri ave­va­no svol­to sull’isola pochi mesi fa, anche in pro­spet­ti­va dell’avvicinarsi del­la sta­gio­ne cal­da, infat­ti, una scar­sa atten­zio­ne nell’applicazione del­la nor­ma­ti­va sul­la sicu­rez­za può ele­va­re espo­nen­zial­men­te i rischi d’incendio.

Le inda­gi­ni degli inqui­ren­ti pro­se­guo­no al fine di rac­co­glie­re ulte­rio­ri riscon­tri investigativi.