Guardia Costiera: nuova ordinanza per uso banchina lato sud Molo Toscano

Guardia Costiera: nuova ordinanza per uso banchina lato sud Molo Toscano

28/02/2022 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 523 volte!

ABROGAZIONE ORDINANZA N° 18/2020
NUOVA DESTINAZIONE D’USO BANCHINA LATO SUD MOLO TOSCANO PORTO NUOVO DI PANTELLERIA

Il Capo del Cir­con­da­rio Marit­ti­mo e Coman­dan­te del Por­to di Pantelleria:

(…)

ORDINA

Articolo 1 (Disposizioni generali)

Con decor­ren­za imme­dia­ta, per le moti­va­zio­ni espli­ci­ta­te nel­le pre­mes­se, l’ordinanza n°18/2020 del 20.11.2020 di que­sto Coman­do è abrogata.

Articolo 2 (Divieti)

Il trat­to di ban­chi­na di cir­ca 35 mt. linea­ri sarà desti­na­to all’ormeggio pub­bli­co, secon­do le dispo­si­zio­ni del­la loca­le Auto­ri­tà Marit­ti­ma, di uni­tà (atte a qual­sia­si tipo di atti­vi­tà) in tran­si­to per il tem­po stret­ta­men­te neces­sa­rio e comun­que in nes­sun caso supe­rio­re alle 72 ore. In tale zona è con­sen­ti­to l’ormeggio anche con­tem­po­ra­neo, sino ad un mas­si­mo di 3 (tre) file di uni­tà ormeggiate/affiancate a “pac­chet­to” tra loro, sem­pre nel rispet­to del­le ele­men­ta­ri nor­me di sicu­rez­za e garan­ten­do comun­que gli spa­zi neces­sa­ri per l’effettuazione del­le mano­vre cine­ma­ti­che all’interno del por­to ed evi­tan­do situa­zio­ni che pos­sa­no gene­ra­re dan­ni a per­so­ne e/o cose.

Per le sud­det­te uni­tà, l’ormeggio è con­sen­ti­to alle seguen­ti tas­sa­ti­ve condizioni:

  1. a)  pre­via comu­ni­ca­zio­ne (anche ver­ba­le) da effet­tuar­si pre­ven­ti­va­men­te all’ormeggio, alla Guar­dia Costie­ra di Pan­tel­le­ria ai nume­ri 0923/911027 – 913651 e/o VHF cana­le 16;

  2. b)  par­ti­co­la­ri esi­gen­ze di sosta per perio­di più lun­ghi saran­no valu­ta­te ed even­tual­men­te auto­riz­za­te, di vol­ta in vol­ta, dall’Autorità Marit­ti­ma, a con­di­zio­ne che alme­no un respon­sa­bi­le di bor­do resti sem­pre pron­ta­men­te repe­ri­bi­le per even­tua­le ed imme­dia­to spo­sta­men­to dell’unità;

  3. c)  che l’unità ven­ga ormeg­gia­ta in sicu­rez­za in fun­zio­ne del­la lun­ghez­za fuo­ri tut­to (LFT);

  4. d)  che l’unità ormeg­gia­ta o da ormeg­gia­re sia muni­ta di tut­ti i docu­men­ti in cor­so di vali­di­tà per lo sca­fo, per le per­so­ne tra­spor­ta­te e per il/i motore/i;

  5. e)  che l’unità sia in per­fet­ta effi­cien­za per la sicu­rez­za del­lo sta­zio­na­men­to, ed in rego­la con nor­ma­ti­ve in mate­ria di sicu­rez­za del­la navi­ga­zio­ne e tute­la ambientale;

  6. f)  che l’unità sia attrez­za­ta del­le pre­vi­ste dota­zio­ni antincendio;

  7. g)  che l’unità ormeg­gia­ta sia costan­te­men­te vigi­la­ta allo sco­po di evi­ta­re pos­si­bi­li dan­ni che pos­sa­no esse­re cau­sa­ti da avver­se con­di­zio­ni meteo­ma­ri­ne e dal moto ondoso;

  8. h)  che l’unità ven­ga ormeg­gia­ta, sal­vo diver­sa dispo­si­zio­ne dell’Autorità Marit­ti­ma, late­ral­men­te alla ban­chi­na (ormeg­gio di fianco).

    Articolo 3 (Disposizioni Finali)

  1. E’ fat­to obbli­go a chiun­que spet­ti di osser­va­re e far osser­va­re la pre­sen­te Ordi­nan­za, la cui ese­cu­zio­ne è affi­da­ta al per­so­na­le mili­ta­re dipen­den­te non­ché a tut­ti gli Orga­ni di Poli­zia e di Sicurezza.

  2. Resta sem­pre fat­ta sal­va, in caso di soprav­ve­nu­te esigenze/condizioni, la facol­tà del Coman­dan­te del Por­to di impar­ti­re, anche ver­bal­men­te, ulte­rio­ri o diver­se dispo­si­zio­ni di merito.

  3. L’Autorità Marit­ti­ma è man­le­va­ta da respon­sa­bi­li­tà di qua­lun­que tito­lo per dan­ni che doves­se­ro deri­va­re a per­so­ne e/o cose in con­se­guen­za del­lo sta­to dei luo­ghi o del man­ca­to rispet­to del­la pre­sen­te ordi­nan­za ovve­ro di ogni altra nor­ma e/o regolamento.

  4. I con­trav­ven­to­ri alla pre­sen­te Ordi­nan­za, sal­vo che il fat­to non costi­tui­sca più gra­ve rea­to o dif­fe­ren­te ille­ci­to san­zio­na­to da nor­me spe­cia­li, saran­no puni­ti ai sen­si dell’art.1164 e 1174 del Codi­ce del­la Navi­ga­zio­ne, ovve­ro incor­re­ran­no nel­le san­zio­ni prin­ci­pa­li pre­vi­ste dal Codi­ce del­la Nau­ti­ca da Dipor­to, per quan­to applicabili.

  5. I tra­sgres­so­ri saran­no rite­nu­ti, altre­sì, respon­sa­bi­li dei dan­ni che saran­no cagio­na­ti a per­so­ne o cose per effet­to dell’illecito comportamento.

  6. Il pre­sen­te prov­ve­di­men­to entra in vigo­re con effet­to imme­dia­to dal­la data di pubblicazione.

  7. La dif­fu­sio­ne sarà assi­cu­ra­ta median­te affis­sio­ne all’albo e pub­bli­ca­zio­ne sul­la pagi­na del sito web isti­tu­zio­na­le dell’UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO di Pan­tel­le­ria (http://www.guardiacostiera.it/pantelleria) al link “ORDINANZE”.

IL COMANDANTE
T.V. (CP) Anto­nio TERRONE

Loader Loa­ding…
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document 
| Open Open in new tab 

Down­load [326.03 KB]