PORTO NUOVO DI PANTELLERIA: INTERDIZIONE PIAZZALE MOLO TOSCANO

PORTO NUOVO DI PANTELLERIA: INTERDIZIONE PIAZZALE MOLO TOSCANO

17/01/2022 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 784 volte!

PORTO NUOVO DI PANTELLERIA: INTERDIZIONE PIAZZALE MOLO TOSCANO

VISTO:

Il Capo del Cir­con­da­rio Marit­ti­mo e Coman­dan­te del Por­to di Pantelleria:

l’attuale degra­do strut­tu­ra­le di par­te del piaz­za­le asser­vi­to al Molo Tosca­no del Por­to Nuo­vo di Pantelleria;

VISTA:

la pro­pria ordi­nan­za n°06/2021 del 19.03.2021 con la qua­le vie­ne è sta­to appro­va­to il “Rego­la­men­to del por­to e del­la rada di Pan­tel­le­ria e dell’approdo di Scau­ri” con­cer­nen­te anche la rego­la­men­ta­zio­ne del­la cir­co­la­zio­ne in tut­to l’ambito portuale;

VISTE:

le pro­prie ordi­nan­ze n°02/2016 del 06 giu­gno 2016 e nr. 18/2019 del 16 dicem­bre 2019 di inter­di­zio­ne al tran­si­to e sosta vei­co­la­re di por­zio­ni di ban­chi­na del Molo Tosca­no di Pantelleria;

PRESO ATTO:

dei lavo­ri di ripri­sti­no e mes­sa in sicu­rez­za del­le tor­ri faro instal­la­te sul piaz­za­le asser­vi­to al molo Tosca­no, del por­to di Pan­tel­le­ria, ese­gui­ti per con­to del Comu­ne di Pantelleria;

RITENUTO:

neces­sa­rio dover disci­pli­na­re gli aspet­ti rela­ti­vi alla sicu­rez­za in ambi­to por­tua­le per garan­ti­re un ordi­na­to, razio­na­le e sicu­ro svol­gi­men­to del­le ope­ra­zio­ni por­tua­li al fine di pre­ve­ni­re il veri­fi­car­si di pos­si­bi­li inci­den­ti che pos­sa­no pre­giu­di­ca­re la sal­va­guar­dia del­la pub­bli­ca incolumità;

VISTI:

gli arti­co­li 68, 81, 1161, 1164 e 1174 del Codi­ce del­la Navi­ga­zio­ne, non­ché l’articolo 59 del rela­ti­vo Rego­la­men­to di Esecuzione.

ORDINA

Articolo 1 (Area interdetta)

Con decor­ren­za imme­dia­ta, per moti­vi con­nes­si alla sicu­rez­za ed all’incolumità del­le per­so­ne e dei vei­co­li che via acce­do­no, la par­te di piaz­za­le del Molo Tosca­no, evi­den­zia­ta in gial­lo nell’allegato stral­cio car­to­gra­fi­co, che costi­tui­sce par­te inte­gran­te del­la pre­sen­te ordi­nan­za, è inter­det­ta al pub­bli­co acces­so ed uso pedo­na­le e veicolare.

Arti­co­lo 2 (Dispo­si­zio­ni di carat­te­re generale)

  1. All’interno dell’area operativa/commerciale del Por­to Nuo­vo, l’accesso ed il tran­si­to vei­co­la­re e pedo­na­le è con­sen­ti­to solo ed esclu­si­va­men­te per le atti­vi­tà che si svol­go­no nell’ambito por­tua­le come disci­pli­na­to dall’ordinanza nr.06/2021 di que­sto Comando.

  2. La cir­co­la­zio­ne vei­co­la­re e pedo­na­le, quan­do con­sen­ti­ta, dovrà avve­ni­re nel pie­no rispet­to del­le indi­ca­zio­ni impar­ti­te dal­la pre­sen­te Ordi­nan­za, dal­la rela­ti­va segna­le­ti­ca stra­da­le ver­ti­ca­le ed oriz­zon­ta­le, dal­le indi­ca­zio­ni for­ni­te dal per­so­na­le mili­ta­re del Cor­po del­le Capi­ta­ne­rie di Por­to ovve­ro da altra For­za di Poli­zia in servizio.

  3. La sosta e la fer­ma­ta vei­co­la­re è con­sen­ti­ta all’interno del­le aree e degli spa­zi por­tua­li ad esse desti­na­te (par­te evi­den­zia­ta in ver­de dall’allegato stral­cio car­to­gra­fi­co) indi­vi­dua­te da appo­si­ta segna­le­ti­ca stra­da­le ver­ti­ca­le ed orizzontale.

  1. Nel­la zona por­tua­le ove è con­sen­ti­ta la cir­co­la­zio­ne dei vei­co­li, il limi­te di velo­ci­tà mas­si­mo è di 20 Km/h. I con­du­cen­ti dei vei­co­li dovran­no osser­va­re tut­te le nor­me di com­por­ta­men­to pre­vi­ste dal Nuo­vo Codi­ce del­la Stra­da, non­ché usa­re par­ti­co­la­re pru­den­za nel­la con­dot­ta dei mez­zi in con­si­de­ra­zio­ne del­le obiet­ti­ve con­di­zio­ni di peri­co­lo­si­tà nel­la cir­co­la­zio­ne por­tua­le, rego­lan­do, in ogni caso, la velo­ci­tà in rela­zio­ne alle con­di­zio­ni meteo­ro­lo­gi­che in atto e del man­to stradale.

  2. I con­du­cen­ti sono rite­nu­ti respon­sa­bi­li per qual­sia­si dan­no a per­so­ne e/o cose deri­van­ti dal movi­men­to o dal­la sosta arbi­tra­ria del pro­prio mezzo.

  3. L’accesso, la cir­co­la­zio­ne e la sosta in ambi­to por­tua­le, del­le per­so­ne e dei vei­co­li, si svol­ge sot­to esclu­si­va respon­sa­bi­li­tà di chi la effettua.

    Articolo 3 (Divieti)

Nell’ambito por­tua­le – Molo Tosca­no, è vietato:

  1. La cir­co­la­zio­ne, la fer­ma­ta e la sosta vei­co­la­re all’interno del trat­to di piaz­za­le interdetto;

  2. La fer­ma­ta e la sosta arbi­tra­ria effet­tua­ta al di fuo­ri del­le zone/aree ad esse destinate/segnalate.

  3. La fer­ma­ta e la sosta di vei­co­li lun­go l’intero trat­to por­tua­le in pros­si­mi­tà del ciglio banchina.

    Articolo 4
    (Interdizione area portuale ed apposizione segnaletica stradale)

L’Amministrazione comu­na­le provveda:

  1. A deli­mi­ta­re l’area por­tua­le inter­det­ta – piaz­za­le Molo Tosca­no, median­te il posi­zio­na­men­to di New

    Jer­sey in cemen­to arma­to secon­do le indi­ca­zio­ni dell’allegata cartografica.

  2. Al posi­zio­na­men­to ed al mantenimento/manutenzione del­la pre­vi­sta segna­le­ti­ca stradale

    orizzontale/verticale indi­can­te le aree, i divie­ti, le pre­scri­zio­ni secon­do le nor­me det­ta­te dal­la pre­sen­te Ordi­nan­za, neces­sa­ria per garan­ti­re l’incolumità pub­bli­ca, non­ché il sicu­ro ed ordi­na­to svol­gi­men­to del­le ope­ra­zio­ni por­tua­li con­nes­se alla cir­co­la­zio­ne vei­co­la­re e pedo­na­le all’interno dell’ambito portuale.

    Articolo 5

  3. (Disposizioni Finali)

  1. E’ fat­to obbli­go a chiun­que spet­ti di osser­va­re e far osser­va­re la pre­sen­te Ordi­nan­za, la cui ese­cu­zio­ne è affi­da­ta al per­so­na­le mili­ta­re dipen­den­te non­ché a tut­ti gli Orga­ni di Poli­zia e di Sicurezza.

  2. Resta sem­pre fat­ta sal­va, in caso di soprav­ve­nu­te esigenze/condizioni, la facol­tà del Coman­dan­te del Por­to di impar­ti­re, anche ver­bal­men­te, ulte­rio­ri o diver­se dispo­si­zio­ni di merito.

  3. L’Autorità Marit­ti­ma è man­le­va­ta da respon­sa­bi­li­tà di qua­lun­que tito­lo per dan­ni che doves­se­ro deri­va­re a per­so­ne e/o cose in con­se­guen­za del­lo sta­to dei luo­ghi o del man­ca­to rispet­to del­la pre­sen­te ordi­nan­za ovve­ro di ogni altra nor­ma e/o regolamento.

  4. I con­trav­ven­to­ri alla pre­sen­te Ordi­nan­za, sal­vo che il fat­to non costi­tui­sca più gra­ve rea­to o dif­fe­ren­te ille­ci­to san­zio­na­to da nor­me spe­cia­li, saran­no puni­ti ai sen­si dell’art.1161,1164 e 1174 del Codi­ce del­la Navi­ga­zio­ne, ovve­ro incor­re­ran­no nel­le san­zio­ni prin­ci­pa­li ed acces­so­rie pre­vi­ste dal Codi­ce del­la Stra­da, per quan­to applicabili.

  5. Gli auto­mez­zi la cui sosta è effet­tua­ta in vio­la­zio­ne del­la pre­sen­te ordi­nan­za, saran­no rimos­si imme­dia­ta­men­te da ido­nea dit­ta con spe­se a cari­co del contravventore.

  6. I tra­sgres­so­ri saran­no rite­nu­ti, altre­sì, respon­sa­bi­li dei dan­ni che saran­no cagio­na­ti a per­so­ne o cose per effet­to dell’illecito comportamento.

  7. Il pre­sen­te prov­ve­di­men­to entra in vigo­re con effet­to imme­dia­to dal­la data di pub­bli­ca­zio­ne ed abro­ga le pre­ce­den­ti ordi­nan­ze di que­sto Coman­do nr. 02/2016 e nr. 18/2019.

  8. La dif­fu­sio­ne sarà assi­cu­ra­ta median­te affis­sio­ne all’albo e pub­bli­ca­zio­ne sul­la pagi­na del sito web isti­tu­zio­na­le dell’UFFICIO CIRCONDARIALE MARITTIMO di Pan­tel­le­ria (http://www.guardiacostiera.it/pantelleria) al link “ORDINANZE”.

Pan­tel­le­ria, lì 13 Gen­na­io 2022.