Ci scrive un lettore sulla pandemia: e se fosse sbagliato andare contro natura?

Ci scrive un lettore sulla pandemia: e se fosse sbagliato andare contro natura?

04/01/2022 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 784 volte!

Un let­to­re ci ha invia­to una sua rifles­sio­ne dopo aver let­to del­le ulti­me nor­me intro­dot­te per l’e­mer­gen­za Covid. Ripor­tia­mo la sua let­te­ra così come ci è giun­ta, ricor­dan­do che le opi­nio­ni dei let­to­ri non riflet­to­no neces­sa­ria­men­te quel­le del­la Reda­zio­ne, ma come sem­pre dia­mo la liber­tà a tut­ti di espri­mer­si nei limi­ti del­lo Sta­tu­to del­la Onlus nostro editore.

Buon­gior­no!
E se fos­se sba­glia­to anda­re con­tro le rego­le del­la natura? 
Tut­to ha un ini­zio e poi una fine e così anche le pandemie! 
Cari poli­ti­ci e fun­zio­na­ri, dopo due anni lascia­te in pace tut­ti, e fate fare ad ogni cosa il suo cor­so, smet­te­te­la di accre­sce­re il debi­to pub­bli­co con prov­ve­di­men­ti che anzi­ché equi­li­bra­re, stan­no ingi­gan­ten­do le disu­gua­glian­ze. Cer­ca­te solo di con­vin­ce­re sul­la bon­tà dei vac­ci­ni, libe­ra­te­ci dal­le muse­ruo­le, lascia­te in pace chi pren­de il raf­fred­do­re e se ne sta buo­no in casa, non incar­ce­ra­te più nes­su­no, smet­te­te­la di dare la cac­cia agli untori. 

Se poi qual­che vec­chio e debi­li­ta­to rischia di anti­ci­pa­re la sua dipar­ti­ta, pazienza!

Atten­ti per­ché a lun­go for­za­re, potreb­be nasce­re qual­che Masa­niel­lo che vi spaz­za via peg­gio­ran­do lo sta­tus quo di tutti. 

Augu­ri per un buon ritor­no alla nor­ma­li­tà sal­va­guar­dan­do quel­la natu­ra che tan­to di mera­vi­glio­so ci ha dato e può anco­ra dare all’u­ma­ni­tà che di uma­ni­tà sta dimo­stran­do di aver­ne pochina.

Sal­va­to­re Puccio