Pantelleria: esercitazione antincendio e antinquinamento al Porto. Le immagini

Pantelleria: esercitazione antincendio e antinquinamento al Porto. Le immagini

17/12/2021 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 736 volte!

PORTO DI PANTELLERIA. UNITÀ PRENDE FUOCO DURANTE LE OPERAZIONI DI RIFORNIMENTO: ERA LO SCENARIO DI UN’ESERCITAZIONE

Nel­la mat­ti­na­ta odier­na gli uomi­ni del­l’Uf­fi­cio Cir­con­da­ria­le marit­ti­mo han­no dato cor­so ad una com­ples­sa eser­ci­ta­zio­ne antincendio/antinquinamento in ambi­to portuale.

L’e­ser­ci­ta­zio­ne che ave­va come tema cen­tra­le la lot­ta ad un incen­dio di lie­ve enti­tà, veri­fi­ca­to­si a bor­do di un’u­ni­tà da dipor­to nel cor­so del­le ope­ra­zio­ni di rifor­ni­men­to e con­se­guen­te inqui­na­men­to in mare, ha visto coin­vol­ti oltre agli uomi­ni del­la Guar­dia Costie­ra anche i Vigi­li del Fuo­co del Distac­ca­men­to di Pan­tel­le­ria, una pat­tu­glia dei Cara­bi­nie­ri e dei Vigi­li urba­ni di Pan­tel­le­ria, il per­so­na­le sani­ta­rio del 118, l’im­pre­sa por­tua­le Acca­dueo, la socie­tà di gestio­ne del distri­bu­to­re di car­bu­ran­te pre­sen­te in por­to Soc. Dal Zot­to è tut­to lo staff del­la secu­ri­ty portuale.

Una vol­ta estin­to l’in­cen­dio con le risor­se del­la Capi­ta­ne­ria, inter­ve­nu­ta con un mez­zo nava­le, e dei Vigi­li del Fuo­co rapi­da­men­te inter­ve­nu­ti sul posto, met­ten­do in atto tut­te le pro­ce­du­re pre­vi­ste dal­la loro ser­ra­tis­si­ma pre­pa­ra­zio­ne, gli stes­si Vigi­li han­no pro­ce­du­to all’e­stra­zio­ne di due per­so­ne rima­ste coin­vol­te nel­l’in­cen­dio ed intrap­po­la­te dal­le fiam­me sot­to­co­per­ta. Una vol­ta trat­te in sal­vo le 2 infor­tu­na­te sono sta­ti con­se­gna­te alle cure del per­so­na­le sani­ta­rio pre­ce­den­te­men­te aller­ta­to ed inter­ve­nu­to pron­ta­men­te sul­la sce­na del­le operazioni.

A segui­re le fasi antin­cen­dio è sta­to dato cor­so alle ope­ra­zio­ni di con­te­ni­men­to e rimo­zio­ne del car­bu­ran­te fini­to in mare, negli atti­mi imme­dia­ta­men­te suc­ces­si­vi all’in­ne­sco, ad ope­ra del­la Socie­tà Acca­dueo che ha prov­ve­du­to a sten­de­re in mare una serie di pan­ne assor­ben­ti che han­no con­sen­ti­to di aspor­ta­re la mac­chia oleo­sa pre­sen­te in superficie.

Al ter­mi­ne del­l’e­ser­ci­ta­zio­ne è sta­to effet­tua­to diret­ta­men­te sul posto un debrie­fing su quan­to posto in esse­re. Gli atto­ri a vario tito­lo inter­ven­ti si sono det­ti sod­di­sfat­ti di quan­to dimo­stra­to dal­la mac­chi­na dei soc­cor­si con la pro­mes­sa di fare sem­pre meglio qua­lo­ra tali situa­zio­ni doves­se­ro veri­fi­car­si realmente.

Il Coman­dan­te del­l’Uf­fi­cio Cir­con­da­ria­le marit­ti­mo di Pan­tel­le­ria sof­fer­man­do­si sugli sco­pi di que­sta eser­ci­ta­zio­ne ha affer­ma­to che le stes­se han­no come obiet­ti­vo quel­lo di affi­na­re ed accre­sce­re l’in­te­sa ed il coor­di­na­men­to tra gli Enti, a vario tito­lo par­te­ci­pan­ti, al fine di ridur­re i tem­pi di rispo­sta all’e­mer­gen­za e ren­de­re mag­gior­men­te effi­ca­ci ed effi­cien­ti le capa­ci­tà di inter­ven­to e riso­lu­zio­ne dell’emergenza.