PANTELLERIA, APPROVATO IL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DOPO 30 ANNI DALLA PRIMA STESURA

PANTELLERIA, APPROVATO IL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DOPO 30 ANNI DALLA PRIMA STESURA

18/11/2021 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 241 volte!

PANTELLERIA, APPROVATO IL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DOPO 30 ANNI DALLA PRIMA STESURA

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE, ERIK VALLINI: “UNA DATA IMPORTANTE PER DARE FINALMENTE AL CONSIGLIO COMUNALE IL GIUSTO RICONOSCIMENTO”

 

Il 16 novem­bre scor­so è sta­to appro­va­to dal Con­si­glio Comu­na­le del Comu­ne di Pan­tel­le­ria il nuo­vo Rego­la­men­to del­la stes­sa assi­se, un lavo­ro che ha impe­gna­to i Con­si­glie­ri Comu­na­li per 11 mesi e che ha final­men­te visto l’approvazione all’unanimità di que­sto impor­tan­tis­si­mo stru­men­to che rego­la le atti­vi­tà dei Con­si­glie­ri Comu­na­li, dei lavo­ri del­le Com­mis­sio­ni e del Con­si­glio Comunale.

Il Pre­si­den­te del Con­si­glio Comu­na­le, Erik Val­li­ni, è chia­ra­men­te sod­di­sfat­to del risul­ta­to otte­nu­to a distan­za di 30 anni dall’ultimo Rego­la­men­to fino­ra in vigo­re: “Per­so­nal­men­te, riten­go il 16 novem­bre 2021 una data mol­to impor­tan­te: a 30 anni di distan­za dal­la pri­ma ste­su­ra, è sta­to appro­va­to il Nuo­vo Rego­la­men­to del Con­si­glio Comunale.

Impor­tan­ti le novi­tà pre­sen­ti nel Rego­la­men­to: innan­zi­tut­to, si è cer­ca­to, muo­ven­do­si ovvia­men­te nel peri­me­tro del­le nor­ma­ti­ve nazio­na­li e regio­na­li, di eli­mi­na­re gli arti­co­li poco chia­ri e di dub­bia inter­pre­ta­zio­ne, è sta­to ade­gua­to alle nor­ma­ti­ve vigen­ti e si è cer­ca­to di ren­de­re più snel­le e meno inges­sa­te alcu­ne procedure.

Fon­da­men­ta­le è la par­te che riguar­da il Tito­lo II del Rego­la­men­to che par­la di ‘Stru­men­ti e Risor­se per il Fun­zio­na­men­to degli Orga­ni­smi Con­si­lia­re’.

Con que­sti arti­co­li sì è volu­to dare il dove­ro­so rico­no­sci­men­to a que­sto impor­tan­te orga­ni­smo, pre­ve­den­do tut­ta una serie di stru­men­ti, sia mate­ria­li che eco­no­mi­ci – attra­ver­so la crea­zio­ne di un appo­si­to Capi­to­lo nel Bilan­cio Comu­na­le – per sup­por­ta­re le atti­vi­tà isti­tu­zio­na­li del Pre­si­den­te del Con­si­glio Comu­na­le, dei Grup­pi Con­si­lia­ri e del­le Com­mis­sio­ni Consiliari.

Riten­go impor­tan­te sot­to­li­nea­re che nel­la ste­su­ra di que­sto atto si è volu­to valo­riz­za­re il Ruo­lo dei Grup­pi Con­si­lia­ri che sono e dovreb­be­ro esse­re il moto­re per un effi­ca­ce azio­ne poli­ti­ca ammi­ni­stra­ti­va dell’Ente.

È oppor­tu­no ricor­da­re e spe­ci­fi­ca­re che il Rego­la­men­to di Fun­zio­na­men­to del Con­si­glio Comu­na­le disci­pli­na l’organizzazione, il fun­zio­na­men­to e le sedu­te del Con­si­glio Comu­na­le, l’esercizio del­le fun­zio­ni ed attri­bu­zio­ni del Con­si­glio, del Pre­si­den­te, del­le Com­mis­sio­ni Con­si­lia­ri e dei Consiglieri.

Il Con­si­glio Comu­na­le è l’organo di indi­riz­zo e di con­trol­lo poli­ti­co ammi­ni­stra­ti­vo di tut­te le atti­vi­tà del Comu­ne, quin­di, come si può ben com­pren­de­re, l’approvazione di que­sto atto è di fon­da­men­ta­le impor­tan­za per le atti­vi­tà dei Con­si­glie­ri Comu­na­li, sia di que­sta sin­da­ca­tu­ra che del­le prossime.”

Il lavo­ro reda­zio­ne del Rego­la­men­to è ini­zia­to nel gen­na­io 2021, come ha sot­to­li­nea­to duran­te la sedu­ta la pre­si­den­te del­la Com­mis­sio­ne Sta­tu­to e Rego­la­men­to, Gra­ziel­la Di Mal­ta e al lun­go lavo­ro pro­dot­to, il Pre­si­den­te Val­li­ni ha volu­to dedi­ca­re una nota di rico­no­scen­za: “Vor­rei infi­ne rin­gra­zia­re i mem­bri del­la Com­mis­sio­ne Sta­tu­to e Rego­la­men­to e il suo Pre­si­den­te Gra­ziel­la Di Mal­ta per il gran­de lavo­ro svol­to, così come è dovu­to un dove­ro­so rin­gra­zia­men­to agli uffi­ci Comu­na­li che han­no sup­por­ta­to in manie­ra pro­fes­sio­na­le il lavo­ro del­la Com­mis­sio­ne e  ai Con­si­glie­ri Comu­na­li che han­no appro­va­to l’atto all’unanimità.

Un par­ti­co­la­re rin­gra­zia­men­to va al Dott. Fabri­zio Mac­cot­ta, che ha sup­por­ta­to con dili­gen­te pro­fes­sio­na­li­tà i lavo­ri del Con­si­glio Comu­na­le per l’approvazione di que­sto fon­da­men­ta­le atto.”