Pantelleria: Il Suono della Terra. 8–10 Antonello Venditti: chi è, la scaletta, come prenotare

Pantelleria: Il Suono della Terra. 8–10 Antonello Venditti: chi è, la scaletta, come prenotare

01/10/2021 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 1656 volte!

Gran finale della kermesse musicale ottombrina Pantelleria: il suono della terra che si tiene al Porto di Scauri venerdì 8 ottobre con Antonello Venditti.

Una serata speciale che ripercorre i grandi successi del cantautore romano, dedicata all’isola di Pantelleria

Link rapi­di:

CHI È ANTONELLO VENDITTI

Nato a Roma (sot­to il segno dei Pesci) l’8 Mar­zo 1949, Anto­nel­lo Ven­dit­ti si avvi­ci­na alla musi­ca sin da gio­va­nis­si­mo. Dopo un pri­mo perio­do tra­scor­so a pren­de­re lezio­ni di pia­no­for­te, Anto­nel­lo matu­ra un approc­cio più per­so­na­le e ini­zia a scri­ve­re can­zo­ni, la pri­ma del­le qua­li è “Sora Rosa”.

E’ lui stes­so a pre­sen­tar­la agli ami­ci del Folk­stu­dio, il pre­sti­gio­so ritro­vo roma­no dell’allora nascen­te cir­cui­to folk impe­gna­to gio­va­ni­le come Gior­gio Lo Cascio e Fran­ce­sco De Gre­go­ri. Con loro Ven­dit­ti ini­zia ad esi­bir­si in pub­bli­co e a fare i suoi pri­mi giri di con­cer­ti e con Fran­ce­sco De Gre­go­ri nel 1971 rea­liz­za l’album THEORIUS CAMPUS (IT), nel qua­le ognu­no dei due arti­sti ha a dispo­si­zio­ne una fac­cia­ta. Dopo il suc­ces­so di “Roma Capoc­cia”, Anto­nel­lo Ven­dit­ti si tra­sfe­ri­sce a Mila­no per inci­de­re il suo pri­mo vero album come soli­sta, L’ORSO BRUNO (1973, IT). Segue il pri­mo cam­bio di eti­chet­ta del­la sua car­rie­ra, che lo por­ta dal­la IT alla RCA, allo­ra un por­to d’approdo per tut­ti i can­tau­to­ri più inno­va­ti­vi del­la sce­na musi­ca­le italiana.

 

E pro­prio per la RCA Ven­dit­ti inci­de in due gior­ni e due not­ti uno dei suoi album miglio­ri, LE COSE DELLA VITA (1973, RCA), che pren­de il tito­lo da una del­le sue più bel­le can­zo­ni. A quel disco segue un album deci­sa­men­te più dif­fi­ci­le e poco pre­mia­to come QUANDO VERRA’ NATALE (1974, RCA), nono­stan­te la pre­sen­za di buo­ne can­zo­ni come “Cam­po De’ Fio­ri”, “A Cri­sto”, “Mar­ta” e la title-track. Ma in quell’anno Ven­dit­ti pub­bli­ca un’altra can­zo­ne che si rive­le­rà cru­cia­le per la sua car­rie­ra: si trat­ta di “Roma”, un bra­no roma­ni­sta più che roma­ne­sco, che si pre­sta comun­que ad esse­re inter­pre­ta­to come una dichia­ra­zio­ne d’amore (e del resto non sarà né la pri­ma né l’ultima) del can­tau­to­re alla sua cit­tà. Per un nuo­vo album biso­gna inve­ce aspet­ta­re fino all’anno suc­ces­si­vo quan­do esce LILLI (1975, RCA) disco for­tu­na­tis­si­mo che arri­va al nume­ro uno in classifica.

Nel 1976, all’ICMESA di Seve­ro si veri­fi­ca una fuga di gas alta­men­te tos­si­co, la dios­si­na: il disa­stro eco­lo­gi­co e la tra­ge­dia uma­na che ne segui­ro­no pro­vo­ca­ro­no in Ven­dit­ti una rea­zio­ne che finì nell’album ULLALLA (1976, RCA), for­se quel­lo dai toni più arrab­bia­ti e sgra­de­vo­li. L’album chiu­de la fase arti­sti­ca che lo lega disco­gra­fi­ca­men­te alla RCA e inau­gu­ra un perio­do di ripen­sa­men­to e di silen­zio. Il ritor­no sul­le sce­ne disco­gra­fi­che avvie­ne con un nuo­vo con­trat­to disco­gra­fi­co ed un nuo­vo album SOTTO IL SEGNO DEI PESCI (1978, Phi­lips), che lo ripor­ta in vet­ta alla classifiche.

 

L’anno suc­ces­si­vo esce BUONA DOMENICA (1979, Phi­lips) è l’album che rispec­chia un momen­to di tra­va­glio per­so­na­le con can­zo­ni ama­re come “Don­na in Bot­ti­glia” e “Stai con me”, accan­to a nuo­vi clas­si­ci del­la pro­du­zio­ne di Anto­nel­lo come la can­zo­ne che dà il tito­lo all’album e “Mode­na”, for­se una del­le sue miglio­ri di sem­pre con Gato Bar­bie­ri al Sax. Nel 1982, arri­va nei nego­zi SOTTO LA PIOGGIA (1982, Heinz) l’album che segna il debut­to dell’etichetta disco­gra­fi­ca di Ven­dit­ti, la Heinz Music, e di un soda­li­zio musi­ca­le – quel­lo con il pro­dut­to­re Ales­san­dro Colom­bi­ni – che dura anco­ra oggi.

I due pro­du­co­no una serie di album for­tu­na­tis­si­mi e Ven­dit­ti gode di una popo­la­ri­tà più vasta mai avu­ta che aumen­ta anco­ra, nel 1983, quan­do la Roma vin­ce il cam­pio­na­to di cal­cio e tut­ta la cit­tà festeg­gia lo scu­det­to al con­cer­to gra­tui­to che Ven­dit­ti per pri­mo tie­ne al Cir­co Mas­si­mo. Da quell’ incre­di­bi­le esi­bi­zio­ne nasce il pri­mo live del­la sua car­rie­ra CIRCO MASSIMO (1983, Heinz), che con­tie­ne uno splen­di­do ine­di­to “Gra­zie Roma”, un nuo­vo omag­gio alla sua cit­tà e alla sua squa­dra. L’anno suc­ces­si­vo per i fans di Ven­dit­ti arri­va CUORE (1984, Heinz) album impre­zio­si­to da can­zo­ni come “Ci vor­reb­be un ami­co”, “Not­te pri­ma degli esa­mi”, “L’Ottimista” ecc.

Dopo un anno è la vol­ta di una colon­na sono­ra, quel­la per il film “Trop­po For­te” di Car­lo Ver­do­ne e di nuo­vo album di stu­dio, VENDITTI E SEGRETI (1986, Heinz). Il per­cor­so musi­ca­le pro­se­gue con un album mol­to for­tu­na­to, “IN QUESTO MONDO DI LADRI” (1988, Heinz) che ven­de oltre 1.300.000 copie e che con­tie­ne, oltre alla title-track, un altro clas­si­co di Ven­dit­ti, “Ricor­da­ti di me. Il for­tu­na­to decen­nio si chiu­de con una com­pi­la­tion, inti­to­la­ta signi­fi­ca­ti­va­men­te GLI ANNI ’80 (1990, Heinz).

 

Ma Ven­dit­ti non si fer­ma un atti­mo e tor­na sul­le sce­ne con BENVENUTI IN PARADISO (1991, Heinz), album che bis­sa il gran­de suc­ces­so del suo pre­de­ces­so­re ven­den­do qua­si un milio­ne e mez­zo di copie. “DA SAN SIRO A SAMARCANDA” (1992, Heinz) è il live che fa il pun­to sul­le due ani­me di Anto­nel­lo, quel­la del musi­ci­sta di suc­ces­so (San Siro come sim­bo­lo di tut­ti i con­cer­ti) e quel­la dell’uomo coin­vol­to nel socia­le (Samar­can­da era il tito­lo del pro­gram­ma tv di Miche­le San­to­ro che si col­le­ga in diret­ta al concerto).

Pas­sa­no tre anni di silen­zio pri­ma di rive­de­re Anto­nel­lo Ven­dit­ti in azio­ne con un nuo­vo album di stu­dio “PRENDILO TU QUESTO FRUTTO AMARO” (1995, Heinz) che con­tie­ne la Hit “OGNI VOLTA. Dopo il tour, per Anto­nel­lo è ora di rea­liz­za­re un sogno che acca­rez­za da mol­to tem­po: inci­de­re le pro­prie can­zo­ni accom­pa­gna­to da un’orchestra sinfonica.

Nasce così ANTONELLO NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE (1997, Heinz), rilet­tu­ra dei suoi prin­ci­pa­li clas­si­ci insie­me alla Bul­ga­rian Sim­pho­ny Orche­stra di Sofia, diret­ta dal mae­stro Rena­to Serio. L’8 Mar­zo 1999 Anto­nel­lo Ven­dit­ti festeg­gia il suo cin­quan­te­si­mo com­plean­no insie­me agli stu­den­ti dell’Università di Roma “La Sapien­za”, con un incon­tro con­cer­to orga­niz­za­to da Enri­co Men­du­ri, ordi­na­rio del­la cat­te­dra di Socio­lo­gia. E’ l’occasione per riti­ra­re il diplo­ma di lau­rea in Giu­ri­spru­den­za che Ven­dit­ti ave­va con­se­gui­to nel 1973 ma mai riti­ra­to. E’ un perio­do di pro­fon­de rifles­sio­ni e intui­zio­ni per l’artista roma­no che scri­ve altre can­zo­ni per un nuo­vo album.

 

Il 24 Set­tem­bre del 1999 esce così GOODBYE NOVECENTO (1999, Heinz), un album che affron­ta le prin­ci­pa­li tema­ti­che di fine mil­len­nio, rispon­den­do a dub­bi e per­ples­si­tà con la pas­sio­ne e la fidu­cia negli uomi­ni da sem­pre care a Ven­dit­ti. Nel Novem­bre 2000 Anto­nel­lo Ven­dit­ti pub­bli­ca per la pri­ma vol­ta un disco che rac­co­glie tut­te le sue più bel­le can­zo­ni d’amore, inti­to­la­to SE L’AMORE E’ AMORE…(2000, Heinz) record di ven­di­te nel­le com­pi­la­tions (oltre 500.000 copie).

Nel Giu­gno 2001 Anto­nel­lo Ven­dit­ti radu­na oltre un 1.700.000 per­so­ne (dato del­la Que­stu­ra) in occa­sio­ne del suo nuo­vo con­cer­to al Cir­co Mas­si­mo, orga­niz­za­to per cele­bra­re e festeg­gia­re il ter­zo scu­det­to del­la Roma (che fa segna­re il record ita­lia­no del­le pre­sen­ze per un even­to live). Da quel­la straor­di­na­ria gior­na­ta di gio­ia e di musi­ca nasce l’album live CIRCO MASSIMO 2001 (2001, Heinz) che bal­za subi­to in testa alle clas­si­fi­che di vendita.

Ad Otto­bre 2003 Ven­dit­ti pub­bli­ca dopo cir­ca quat­tro anni un nuo­vo album da stu­dio “CHE FANTASTICA STORIA E’ LA VITA”, otto nuo­vo bra­ni più una long ver­sion del bra­no che dà il tito­lo al cd con­te­nen­te un magi­stra­le “solo” di Gato Bar­bie­ri che tor­na a col­la­bo­ra­re con Anto­nel­lo e un duet­to con Fran­ce­sco De Gre­go­ri (“Io e mio fratello”).

 

Il 24 Novem­bre 2006 esce “DIAMANTI”, la rac­col­ta più com­ple­ta e ric­ca (46 bra­ni in 3 cd) del­la lun­ga serie di suc­ces­si del can­tau­to­re roma­no attual­men­te anco­ra in clas­si­fi­ca e che ad oggi ha supe­ra­to le 250.000 copie ven­du­te. Dopo un anno dall’uscita di Dia­man­ti, nel novem­bre 2007 I fans di Ven­dit­ti si vedo­no rega­la­re un nuo­vo stu­dio album DALLA PELLE AL CUORE. Nove can­zo­ni scrit­te dal can­tau­to­re roma­no con ospi­ti spe­cia­li come Gat­to Bar­bie­ri al sas­so­fo­no e Car­lo Ver­do­ne alla bat­te­ria. La sca­let­ta inclu­de “Dal­la pel­le al cuo­re” sin­go­lo e video di gran­de suc­ces­so, “Pio­ve su Roma”, “Sca­to­le vuo­te”, “Indi­men­ti­ca­bi­le” (il cui video­clip vede la par­te­ci­pa­zio­ne spe­cia­le del figlio di Anto­nel­lo, Fran­ce­sco Ven­dit­ti, sti­ma­to gio­va­ne atto­re del cine­ma ita­lia­no di que­sti anni), “Giu­da”, “Tra­di­men­to e per­do­no”, “La mia reli­gio­ne”, “Rega­li di Nata­le”, “Comu­ni­sti al sole”.

Il 2009 è un anno impor­tan­te per Anto­nel­lo che cele­bra la sua straor­di­na­ria car­rie­ra qua­ran­ten­na­le e il suo ses­san­te­si­mo com­plean­no con uno spe­cia­le dop­pio CD, col­le­zio­ne del­le sue can­zo­ne più famo­se tut­te dedi­ca­te alle don­ne. Oltre ai suoi gran­di clas­si­ci, LE DONNE con­tie­ne le ver­sio­ni ori­gi­na­li di alcu­ne del­le hit che sono sta­te rara­men­te suo­na­te dal vivo o inclu­se in altre rac­col­te: “Sora Rosa” (la pri­mis­si­ma com­po­si­zio­ne di Anto­nel­lo), “Don­na in bot­ti­glia” (per la pri­mis­si­ma vol­ta inclu­sa in un suo grea­te­st hits), “Una stu­pi­da e luri­da sto­ria d’amore” (da uno dei pri­mi album), “Lil­ly” ( una can­zo­ne che sot­to­li­nea il talen­to poe­ti­co e inter­pre­ta­ti­vo di Anto­nel­lo rispet­to a temi dram­ma­ti­ci) , “Set­tem­bre” e “Le cose del­la vita”, due bra­ni in cui il can­tau­to­re è accom­pa­gna­to dall’ Orche­stra Sin­fo­ni­ca di Sofia.

 

Il 2009 è anche l’anno dell’uscita in libre­ria del pri­mo rac­con­to di Anto­nel­lo Ven­dit­ti “L’IMPORTANTE È CHE TU SIA INFELICE” (Mon­da­do­ri), in cui nar­ra per la pri­ma vol­ta la sua sto­ria, in un libro in cui si intrec­cia­no pas­sio­ni e can­zo­ni, la poli­ti­ca e “dol­ce Enri­co”, l’indignazione civi­le e in “que­sto mon­do di ladri”, la sua cit­tà (e la sua squa­dra) e “Gra­zie Roma”. Il 24 otto­bre 2009 Ven­dit­ti ha rice­vu­to a Washing­ton il pre­sti­gio­so “Niaf Spe­cial Achie­ve­ment Award in the Field of Music”. La Natio­nal Ita­lian Ame­ri­can Foun­da­tion (NIAF) è una fon­da­zio­ne ame­ri­ca­na non pro­fit che rap­pre­sen­ta oltre 20 milio­ni di cit­ta­di­ni ita­lo-ame­ri­ca­ni e la cui fina­li­tà è quel­la di man­te­ne­re vivo il ric­chis­si­mo patri­mo­nio e le tra­di­zio­ni cul­tu­ra­li del loro pae­se di ori­gi­ne. NIAF ha con­fe­ri­to a Ven­dit­ti un pre­mio per la sua qua­ran­ten­na­le car­rie­ra duran­te la qua­le ha pro­mos­so l’immagine dell’Italia e del­la musi­ca ita­lia­na nel mondo.

Il 6 novem­bre 2012 esce nei nego­zi Tut­to­Ven­dit­ti, un’an­to­lo­gia di tre cd con 15 bra­ni cia­scu­no che riper­cor­ro­no la qua­ran­ten­na­le car­rie­ra del can­tau­to­re. Il 29 Novem­bre 2011, anti­ci­pa­to dal sin­go­lo Uni­ca, esce il nuo­vo album di Anto­nel­lo Ven­dit­ti UNICA.

Nel 2014 il can­tau­to­re roma­no pro­po­ne un tour di 18 date inti­to­la­to “70.80 Ritor­no al Futu­ro” nel qua­le ripro­po­ne alcu­ni dei suoi pez­zi più famo­si degli anni ’70 e ’80 con una band ristret­ta for­ma­ta da Ales­san­dro Cen­to­fan­ti all’or­ga­no, alle tastie­re e al pia­no­for­te, Dani­lo Cher­ni alle tastie­re, Ales­san­dro Cani­ni alla bat­te­ria, al bas­so e alla chi­tar­ra acu­sti­ca e Ame­deo Bian­chi al sax. Alla fine del tour, il 10 giu­gno 2014, usci­rà un dop­pio CD live inti­to­la­to 70.80 Ritor­no Al Futu­ro, che inclu­de cin­que bra­ni suo­na­ti l’8 e il 9 mar­zo a Roma in due sera­te inti­to­la­te “La Festa”, in occa­sio­ne del suo 65º com­plean­no. Que­sti cin­que bra­ni sono sta­ti suo­na­ti con il suo vec­chio grup­po, Stra­da­per­ta, for­ma­to da Rena­to Bar­to­li­ni alla chi­tar­ra acu­sti­ca, al man­do­li­no e alla chi­tar­ra elet­tri­ca, Rodol­fo Lamor­ge­se alla chi­tar­ra acu­sti­ca e all’ar­mo­ni­ca, Clau­dio Pro­spe­ri­ni alla chi­tar­ra elet­tri­ca e Mar­co Van­noz­zi al basso.

Il gior­no del suo 66º com­plean­no pub­bli­ca il sin­go­lo Cosa ave­vi in men­te come ante­pri­ma del­l’al­bum Tor­tu­ga, usci­to il 21 apri­le 2015. Il 5 set­tem­bre del­lo stes­so anno è in pro­gram­ma un con­cer­to, che rap­pre­sen­te­rà il ritor­no allo Sta­dio Olim­pi­co di Roma.

Nel giu­gno 2015 il can­tan­te par­te­ci­pa alla ter­za edi­zio­ne del Coca-Cola Sum­mer Festi­val con il bra­no Ti amo inu­til­men­te, otte­nen­do una nomi­na­tion per il Pre­mio RTL 102.5 – Can­zo­ne del­l’e­sta­te.

 

Il 7 set­tem­bre 2018 esce in radio Sfi­ga, ine­di­to dal­le ses­sio­ni di regi­stra­zio­ne di Sot­to Il Segno Dei Pesci del 1978. Il bra­no anti­ci­pa l’u­sci­ta, fis­sa­ta al 21 set­tem­bre, di “Sot­to il segno dei pesci – 40º anni­ver­sa­rio”, pro­dot­to in tre ver­sio­ni: la pri­ma com­pren­de un dop­pio CD e un album con foto e com­men­to dei testi a cura del­lo stes­so can­tau­to­re; il pri­mo disco con­tie­ne i bra­ni rima­ste­riz­za­ti dai nastri ori­gi­na­li del disco del 1978, men­tre il secon­do, oltre al già cita­to ine­di­to, con­tie­ne anche “Sara” e la title-track can­ta­te in fran­ce­se, non­ché cin­que bra­ni del disco in ver­sio­ne live, regi­stra­ti a Roma nel 1980; la secon­da ver­sio­ne com­pren­de un vini­le arancio/trasparente con i bra­ni rima­ste­riz­za­ti dai nastri ori­gi­na­li; la ter­za ver­sio­ne inve­ce è distri­bui­ta in sole mil­le copie e com­pren­de, oltre a entram­be le ver­sio­ni pre­ce­den­ti, anche una stam­pa auto­gra­fa­ta e un book foto­gra­fi­co inedito.

Il 23 set­tem­bre 2018 si esi­bi­sce all’A­re­na di Vero­na suo­nan­do per la pri­ma vol­ta dal vivo tut­ti i bra­ni del disco Sot­to il Segno dei Pesci e facen­do il tut­to esau­ri­to. Per l’oc­ca­sio­ne sono pre­sen­ti con lui i musi­ci­sti che han­no regi­stra­to il disco in pri­ma per­so­na, ovve­ro il grup­po sto­ri­co Stra­da­per­ta, men­tre tra gli ospi­ti vi è Fran­ce­sco De Gregori.

 

Il 7 feb­bra­io 2019, dopo 19 anni, tor­na come ospi­te al Festi­val di San­re­mo, volu­to dal diret­to­re arti­sti­co Clau­dio Baglio­ni, dove ese­gue per la pri­ma vol­ta, accom­pa­gna­to dagli Stra­da­per­ta, il bra­no Sot­to il Segno dei Pesci e duet­ta con lo stes­so Baglio­ni nel­la can­zo­ne Not­te pri­ma degli esami.

Nel 2019 il tour cele­bra­ti­vo dei 40 anni di Sot­to il Segno dei Pesci è pro­se­gui­to nei palaz­zet­ti duran­te i mesi inver­na­li e nel­le piaz­ze in esta­te. Nei gior­ni 8 e 9 mar­zo al Palaz­zo del­lo Sport a Roma si svol­go­no due con­cer­ti ribat­tez­za­ti Ven­dit­ti & Friends, con ospi­ti spe­cia­li tra cui Zuc­che­ro For­na­cia­ri e Ulti­mo.

Il 20 dicem­bre si tie­ne, nuo­va­men­te al Palaz­zo del­lo Sport di Roma, l’ul­ti­ma data del 2019. Ulte­rio­ri date sono sta­te pro­gram­ma­te anche nel 2020 (l’ul­ti­ma, pre­vi­sta a Jeso­lo il 29 feb­bra­io è sta­ta rin­via­ta più vol­te nei mesi suc­ces­si­vi sino ad arri­va­re al 5 feb­bra­io 2022, men­tre il con­cer­to a Lon­dra è sta­to annul­la­to a cau­sa del­la pan­de­mia di COVID-19).

 

SCALETTA

La sca­let­ta che Anto­nel­lo ha por­ta­to sul pal­co nel suo UNPLUGGED SPECIAL 2021 Tour è sta­ta quel­la che vi pro­po­nia­mo, ma potreb­be­ro esser­ci dei cam­bia­men­ti e del­le sorprese.

  1. Sot­to il segno dei pesci
  2. Bom­ba o non bomba
  3. Sara
  4. Pie­ro e Cinzia
  5. Giu­lio Cesare
  6. Mar­ta
  7. Giu­lia
  8. Lil­ly
  9. Roma Capoc­cia
  10. Com­pa­gno di scuola
  11. Ci vor­reb­be un amico
  12. Not­te pri­ma degli esami
  13. Dim­me­lo tu cos’è
  14. Dal­la pel­le al cuore
  15. Uni­ca
  16. Che fan­ta­sti­ca sto­ria è la vita
  17. Ami­ci mai
  18. Alta marea
  19. Ben­ve­nu­ti in paradiso
  20. In que­sto mon­do di ladri
  21. Ricor­da­ti di me

 

PRENOTA IL TUO POSTO AL CONCERTO!

Il con­cer­to al Por­to di Scau­ri è gra­tui­to. Max 1.000 posti dispo­ni­bi­li. Obbli­go di Green Pass.

I BIGLIETTI SONO GIÁ ESAURITI. I POSTI PRENOTATI E NON RECLAMATI SARANNO MESSI A DISPOSIZIONE DI CHI NON HA POTUTO PRENOTARE DALLE 20.00 FINO AD ESAURIMENTO POSTI.

Ingres­so per i pre­no­ta­ti dal­le 18.30 alle 20.00. Dopo le 20.00 i posti non recla­ma­ti saran­no mes­si a disposizione.

Nell’ambito del­la cam­pa­gna #pan­tel­le­ria­per­tut­ti, i disa­bi­li e le loro fami­glie che vor­ran­no appro­fit­ta­re del posto in pri­ma fila per tut­ti gli even­ti, dovran­no richie­de­re l’accredito diret­ta­men­te all’Assessore Fran­ce­sca Mar­ruc­ci al nume­ro 331 266 5409.

Per chi aves­se pro­ble­mi a pre­no­ta­re sul sito di Billetto.it, si met­ta in con­tat­to con l’Assessorato alla Comu­ni­ca­zio­ne al nume­ro 331 266 5409 o alla mail assessoremarrucci@comunepantelleria.it per assistenza.

Per il tra­sfe­ri­men­to al Por­to di Scau­ri ci sarà un ser­vi­zio navet­te da Pan­tel­le­ria cen­tro e da Scau­ri cen­tro, inol­tre saran­no a dispo­si­zio­ne i par­cheg­gi in loco.