Carabinieri: intensificati i controlli nelle isole minori in Sicilia in estate

Carabinieri: intensificati i controlli nelle isole minori in Sicilia in estate

15/09/2021 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 1153 volte!

Carabinieri: intensificati durante la stagione estiva i controlli e le attività di prevenzione sulle isole minori in Sicilia

Inten­sa è sta­ta l’attività dell’Arma, dall’inizio del­la sta­gio­ne esti­va, sul­le iso­le mino­ri del­la Sici­lia e nei luo­ghi di mag­gio­re afflus­so turi­sti­co, per garan­ti­re la sicu­rez­za e la pie­na frui­bi­li­tà del­le bel­lez­ze natu­ra­li­sti­che. E’ scat­ta­ta infat­ti una mas­sic­cia atti­vi­tà di con­trol­lo a cura del­le Sta­zio­ni di Favi­gna­na (TP), Pan­tel­le­ria (TP), Lam­pe­du­sa (AG), Lino­sa (AG), Usti­ca (PA), Lipa­ri (ME), San­ta Mari­na di Sali­na (ME), Fili­cu­di (ME), Strom­bo­li (ME), Vul­ca­no (ME) e del Posto fis­so di Pana­rea (ME), sup­por­ta­ta dal dispo­si­ti­vo nava­le, costi­tui­to da moto­ve­det­te d’altura e bat­tel­li pneumatici. 

Un impe­gno sen­za sosta quel­lo svi­lup­pa­to dall’Arma, che ha dispo­sto l’invio di com­ples­si­ve 24 uni­tà di rin­for­zo sul­le iso­le mino­ri, con­sen­ten­do ai cara­bi­nie­ri di poten­zia­re il nume­ro dei con­trol­li di per­so­ne e natan­ti, con l’impiego del­le moto­ve­det­te in dota­zio­ne, a pre­si­dio del­le acque ter­ri­to­ria­li ed al fine di garan­ti­re la sicu­rez­za dei nume­ro­si turi­sti e bagnanti.

Inol­tre, sono sta­ti atti­va­ti i Posti Fis­si sta­gio­na­li di Agno­ne Bagni e Mar­za­me­mi in pro­vin­cia di Sira­cu­sa e quel­lo sull’isola di Maret­ti­mo, in pro­vin­cia di Trapani.

In par­ti­co­la­re, negli ulti­mi tre mesi, sono sta­te com­ples­si­va­men­te denun­cia­te 144 per­so­ne all’Autorità Giu­di­zia­ria, di cui 33 in sta­to di arre­sto, prin­ci­pal­men­te per rea­ti con­tro la per­so­na ed il patri­mo­nio ma anche per pre­ve­ni­re l’uso ed il con­su­mo di sostan­ze stu­pe­fa­cen­ti, gra­zie all’impiego dei cani anti­dro­ga dei Nuclei Cara­bi­nie­ri Cino­fi­li di Paler­mo e Nico­lo­si (CT). Sono sta­ti pre­si­dia­ti anche i rela­ti­vi por­ti, al fine di rego­la­re i flus­si turi­sti­ci e per pre­ve­ni­re ogni for­ma di ille­ga­li­tà. Inten­se sono sta­te le atti­vi­tà di pre­ven­zio­ne e con­tra­sto degli ille­ci­ti in mate­ria ambien­ta­le, anche in ambien­te mari­no, per la pre­ser­va­zio­ne del­la fau­na e del­la flo­ra mari­na, svol­te con il sup­por­to dei cara­bi­nie­ri del Nucleo Subac­quei di Mes­si­na e dei Cara­bi­nie­ri forestali. 

I mili­ta­ri dell’Arma han­no inol­tre effet­tua­to nume­ro­si inter­ven­ti a tute­la del­la sicu­rez­za pub­bli­ca ed in par­ti­co­la­re, per seda­re alcu­ne ris­se veri­fi­ca­te­si in ora­rio sera­le e not­tur­no nei luo­ghi del­la movi­da e nel­le vici­nan­ze di bar e loca­li pub­bli­ci, spes­so sovraffollati .

Han­no inol­tre ispe­zio­na­to lidi e sta­bi­li­men­ti bal­nea­ri, anche al fine di veri­fi­ca­re il rispet­to del­le misu­re di con­te­ni­men­to rela­ti­ve alla dif­fu­sio­ne del Covid-19, con l’ausilio dei Cara­bi­nie­ri del N.A.S. e del Nucleo Ispet­to­ra­to del Lavo­ro.

La vigi­lan­za rima­ne sem­pre alta” affer­ma il Coman­dan­te del­la Legio­ne Cara­bi­nie­ri Sici­lia, Gene­ra­le di Bri­ga­ta Rosa­rio Castel­lo e “il dispo­si­ti­vo mes­so in cam­po sarà atti­vo sino al ter­mi­ne del perio­do esti­vo, per garan­ti­re stan­dard di sicu­rez­za sem­pre più ele­va­ti, in par­ti­co­la­re nel­le loca­li­tà a for­te voca­zio­ne turi­sti­ca”.