Pantelleria: venerdì 16 luglio Lucia Bisi presenta il suo libro ‘Il vento ce lo disse’ in Aula Consiliare

Pantelleria: venerdì 16 luglio Lucia Bisi presenta il suo libro ‘Il vento ce lo disse’ in Aula Consiliare

15/07/2021 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 597 volte!

Pantelleria: venerdì 16 luglio Lucia Bisi presenta il suo libro 

‘Il vento ce lo disse’ in Aula Consiliare

Un insieme di racconti sulle donne di Pantelleria, quelle che hanno deciso di vivere qui, cambiare la loro vita e inventarsi uno spazio unico, per loro e per l’isola. Dalla penna e dallo sguardo curioso e attento di Lucia Bisi, architetta e scrittrice, un ritratto dell’isola al femminile attraverso alcune delle sue protagoniste. 

Si ter­rà vener­dì, 16 luglio, alle 19.00, pres­so l’Aula Con­si­lia­re del Comu­ne di Pan­tel­le­ria (diver­sa­men­te da quan­to comu­ni­ca­to nel­la locan­di­na), la pre­sen­ta­zio­ne del libro di Lucia Bisi ‘Il ven­to ce lo dis­se. Don­ne nell’isola’, del­la Bolis Edi­zio­ni, nell’ambito del­la Sta­gio­ne Cul­tu­ra­le Esti­va 2021.

All’evento, che sarà mode­ra­to dal­lo sto­ri­co, Mar­co But­ti­no, sarà pre­sen­te l’autrice e alcu­ne del­le don­ne pro­ta­go­ni­ste dei rac­con­ti che com­pon­go­no il libro.

Lucia Bisi è una scrit­tri­ce ed archi­tet­ta che vive lavo­ra tra Vero­na e Mila­no, ma pas­sa gran par­te dell’anno a Pan­tel­le­ria, amma­lia­ta, come le pro­ta­go­ni­ste del suo roman­zo, dal­la Per­la Nera. Ha svol­to per diver­si anni atti­vi­tà di docen­te alla Facol­tà di Archi­tet­tu­ra di Mila­no. È autri­ce di nume­ro­si sag­gi di sto­ria dell’architettura e dell’urbanistica lom­bar­da e di ope­re di narrativa.

In que­sto libro, com­ple­ta­men­te al fem­mi­ni­le, sono nar­ra­te le sto­rie di mol­te don­ne, sole per vari moti­vi, che arri­va­te a Pan­tel­le­ria si sono inna­mo­ra­te dell’isola e han­no deci­so di tra­sfe­rir­si qui, ognu­na in un dammuso.

Sto­rie vere, nar­ra­te da un per­so­nag­gio un po’ di fan­ta­sia, Ange­li­na, che ama osser­va­re que­ste don­ne e le loro vite e si doman­da e fa doman­de, soprat­tut­to si chie­de: che cosa fan­no que­ste don­ne nei loro dam­mu­si, sen­za mari­ti, spes­so impe­gna­te in atti­vi­tà ‘stra­ne’?

E così nasce la nar­ra­zio­ne dell’architetta mila­ne­se, del­la tra­dut­tri­ce tede­sca, del­la vivai­sta altoa­te­si­na e tan­te altre che han­no fat­to del loro abi­ta­re Pan­tel­le­ria un ‘vive­re’ in armo­nia con il luo­go, con la sua magia, con la sua storia.

Le vite di que­ste don­ne sono accom­pa­gna­te, oltre che dal­le paro­le di Lucia Bisi, dal­le illu­stra­zio­ni di Mau­ri­zio Mon­te­for­te, che coglie atti­mi di comu­ni­tà, bran­del­li di esi­sten­ze, ango­li di emo­zio­ni e li tra­du­ce in immagini.

Con una scrit­tu­ra chia­ra, raf­fi­na­ta, ma non ridon­dan­te, poe­ti­ca, sen­za mai per­de­re il sen­so del­la real­tà, Lucia Bisi, usa le sto­rie di que­ste don­ne per rac­con­tar­ci l’isola e le sue pecu­lia­ri­tà: i dam­mu­si innan­zi tut­to, il dia­let­to, i costu­mi loca­li, i luo­ghi, in una sor­ta di rifles­so ‘donna/isola’ inte­ra­men­te fem­mi­ni­le e per que­sto non avul­so dal rac­con­to di epi­so­di di dif­fi­ci­le adat­ta­men­to nel mon­do pan­te­sco, in spe­cie negli anni ’70 e ’80, pret­ta­men­te maschi­le soprat­tut­to in ambi­to lavorativo.

Un libro da leg­ge­re per cono­sce­re l’isola e poi rileg­ge­re per riconoscerla.

L’ingresso sarà gra­tui­to per un nume­ro mas­si­mo di 40 per­so­ne. Non è neces­sa­ria la pre­no­ta­zio­ne, ma sarà indi­spen­sa­bi­le indos­sa­re le masche­ri­ne all’ingresso e ottem­pe­ra­re a tut­ti gli accor­gi­men­ti riguar­dan­ti la nor­ma­ti­va anti-Covid.

Le pre­sen­ta­zio­ni dei libri, diver­sa­men­te da quan­to ini­zial­men­te indi­ca­to nel­la pri­ma locan­di­na del­la Sta­gio­ne, si ter­ran­no tut­te in Aula Con­si­lia­re e non in Mediateca.

 

Face­book: @comunedipantelleria

@comunicazionecomunepantelleria

@politicheculturalipnl

Insta­gram: @comunedipantelleria

Twit­ter: @comunedipantel1