Sarah Lardizzone, 11 anni, conquista la prima gara della Coppa Sicilia per Pantelleria

Sarah Lardizzone, 11 anni, conquista la prima gara della Coppa Sicilia per Pantelleria

27/06/2021 0 Di Antonio Gutterez

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 761 volte!

Sarah Lardizzone, 11 anni, conquista la prima gara della Coppa Sicilia di Mountain Bike con i colori di Pantelleria

di Anto­nio Gutterez

Oggi, la pri­ma gara di Cop­pa Sici­lia, set­to­re Fuo­ri­stra­da, riser­va­ta alla Cate­go­ria Gio­va­nis­si­mi, che pren­de il nome di “1^ BIKE SCHOOL HYKKARA – COPPA SICILIA”, si è dispu­ta­ta a Cari­ni (PA) BOSCO SANTA VENERA – ZONA ATTREZZATA. La gara si è svi­lup­pa­ta su un per­cor­so mt 750 – dif­fi­col­tà tec­ni­ca ripe­tu­to più volte.

La Cop­pa Sici­lia FCI (Fede­ra­zio­ne Cicli­sti­ca Ita­lia­na) è un cir­cui­to di più gare spal­ma­te su un calen­da­rio a caden­za set­ti­ma­na­le che si dispu­ta­no in diver­se zone del­la Sicilia. 

Sarah Lar­diz­zo­ne, anni 11, cate­go­ria G5 Fem­mi­ni­le, per 4 anni con­se­cu­ti­vi ha con­qui­sta­to la cop­pa, che ogni anno ad otto­bre pre­mia il pri­mo clas­si­fi­ca­to con la maglia di campione.

La Cop­pa Sici­lia è strut­tu­ra­ta a pun­teg­gi. Per ogni gara i pun­teg­gi sono dati in ordi­ne di arri­vo, a fine cam­pio­na­to la som­ma dei pun­teg­gi per ogni gara eleg­ge il cam­pio­ne che ha otte­nu­to il mag­gior nume­ro di punti.

Sarah è figlia di Luca Lar­diz­zo­ne e da lui ha acqui­si­to la pas­sio­ne per que­sto sport. Luca e Sarah sono di Masca­lu­cia (CT). Luca ha cono­sciu­to Pan­tel­le­ria Out­door ed il suo pre­si­den­te Gian­fran­co Misu­ra­ca nel 2016, in occa­sio­ne del­la par­te­ci­pa­zio­ne ad una mani­fe­sta­zio­ne di moun­tain bike tenu­ta­si a Pan­tel­le­ria. Da allo­ra ha deci­so di tes­se­rar­si ed indos­sa­re i colo­ri del­l’as­so­cia­zio­ne loca­le in tut­te le mani­fe­sta­zio­ni a cui partecipa.

Nei pros­si­mi gior­ni, sia Luca che Sarah, insie­me a Lui­gi Vin­ci­guer­ra, par­te­ci­pe­ran­no alla gara loca­le e l’oc­ca­sio­ne sarà pro­pi­zia per rice­ver­li pres­so il Palaz­zo Muni­ci­pa­le e rin­gra­ziar­li per­so­nal­men­te per quan­to lustro stan­no dan­do al nome del­la nostra Isola.