PANTELLERIA:  RECUPERATI CENTINAIA DI PNEUMATICI DAI FONDALI DEL PORTO

PANTELLERIA:  RECUPERATI CENTINAIA DI PNEUMATICI DAI FONDALI DEL PORTO

17/05/2021 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 757 volte!

PANTELLERIA:  RECUPERATI CENTINAIA DI PNEUMATICI DAI FONDALI DEL PORTO

Nel­la mat­ti­na­ta di ieri gli uomi­ni del­la Guar­dia Costie­ra di Pan­tel­le­ria, in col­la­bo­ra­zio­ne con l’Associazione Mare Vivo, rap­pre­sen­ta­ta dal suo Diret­to­re Gene­ra­le Car­men Di Pen­ta, ed Eco­ty­re, han­no por­ta­to a ter­mi­ne un’importante atti­vi­tà di puli­zia dei fon­da­li del por­to nuovo.

In par­ti­co­la­re, l’Ufficio Cir­con­da­ria­le marit­ti­mo, inter­ve­nu­to con i pro­pri mili­ta­ri,  ha coor­di­na­to l’intervento dei subac­quei dei loca­li cen­tri diving che in poco più di 3 ore han­no ripor­ta­to in super­fi­cie cir­ca 100 pneu­ma­ti­ci, moto­ri fuo­ri­bor­do e rifiu­ti di vario gene­re che gia­ce­va­no, da anni, sul fon­da­le marino.

I rifiu­ti recu­pe­ra­ti saran­no desti­na­ti allo smal­ti­men­to a cura di dit­ta spe­cia­liz­za­ta, sul­la base di un accor­do sigla­to tra Mare Vivo e Comu­ne di Pantelleria.

L’inquinamento dei fon­da­li por­tua­li, cau­sa­to dal­la pre­sen­za del mate­ria­le recu­pe­ra­to, è ricon­du­ci­bi­le all’incuria ed alla scar­sa sen­si­bi­li­tà ambien­ta­le di talu­ni pro­prie­ta­ri di uni­tà nava­li che, nono­stan­te i divie­ti impo­sti dal­le ordi­nan­ze loca­li, han­no uti­liz­za­to, per poi abban­do­nar­li in mare, pneu­ma­ti­ci usu­ra­ti in sosti­tu­zio­ne dei clas­si­ci parabordi.

La Guar­dia Costie­ra, nell’ assi­cu­ra­re una inten­si­fi­ca­zio­ne dei con­trol­li di set­to­re, tor­na a sen­si­bi­liz­za­re tut­ti gli uten­ti del mare ad un com­por­ta­men­to mag­gior­men­te respon­sa­bi­le a sal­va­guar­dia dell’ambiente mari­no e costiero.