Incendio alla sede dei Vigili del Fuoco di Pantelleria: la denuncia dei sindacati

Incendio alla sede dei Vigili del Fuoco di Pantelleria: la denuncia dei sindacati

09/04/2021 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 1527 volte!

SEDE VIGILI DEL FUOCO DI PANTELLERIA, I SINDACATI DENUNCIANO
“IERI NOTTE UN INCENDIO, LA SEDE NON E’ ADEGUATA E NON E’ SICURA”

“La scor­sa not­te, a cau­sa di un cor­to­cir­cui­to improv­vi­so è divam­pa­to un incen­dio all’interno del­la stan­za adi­bi­ta a cen­tra­li­no nel­la sede prov­vi­so­ria insu­la­re dei Vigi­li del Fuo­co di Pantelleria. 
Già da 4 anni va avan­ti que­sta incre­scio­sa situa­zio­ne in cui dei ser­vi­to­ri del­lo Sta­to non han­no una sede pro­pria e sono let­te­ral­men­te ‘accam­pa­ti’ alla meno peg­gio in sedi di fortuna”.

A scri­ver­lo in una nota sono Fp Cgil Tra­pa­ni, Fns Cisl Paler­mo Tra­pa­ni e Uil­pa Tra­pa­ni inter­ve­nen­do sul­la vicen­da rela­ti­va alla ina­de­gua­tez­za del­la sede dei vigi­li del fuo­co di Pantelleria.

“Non è tol­le­ra­bi­le met­te­re a rischio la salu­te dei vigi­li in que­sto modo a cau­sa di una strut­tu­ra non sicu­ra e ina­de­gua­ta, e non è più nem­me­no plau­si­bi­le che il Mini­ste­ro di appar­te­nen­za non sia in gra­do di sal­va­guar­dar­ne la sicu­rez­za del suo personale.

Il distac­ca­men­to di Pan­tel­le­ria è di fat­to ine­si­sten­te, con con­di­zio­ni igienico–sanitarie ver­go­gno­se, con un altis­si­mo rischio di con­ta­gio da Covid 19, con i mez­zi che si auto­di­strug­go­no sen­za aver nes­sun ripa­ro, con una men­sa non all’altezza del­le ben­ché mini­me aspettative”.

I tre sin­da­ca­ti aggiun­go­no: “Nono­stan­te l’impegno dei Coman­dan­ti che si sono sus­se­gui­ti negli anni, del­la Pre­fet­tu­ra di Tra­pa­ni, non si è riu­sci­ti ad otte­ne­re una sede ido­nea ne ad otte­ne­re la ripre­sa dei lavo­ri del­la sede ori­gi­na­ria dei Vigi­li del Fuo­co di Pantelleria”.

I sin­da­ca­ti con­clu­do­no “non è più accet­ta­bi­le la pre­ca­ria situa­zio­ne in cui ver­sa­no i vigi­li di Pan­tel­le­ria, e riba­dia­mo anco­ra una vol­ta che ora­mai da 4 anni, sono fini­ti nel dimen­ti­ca­to­io. Nes­su­na isti­tu­zio­ne o il mon­do del­la poli­ti­ca ha fino­ra man­te­nu­to le pro­mes­se e dopo riu­nio­ni su riu­nio­ni, let­te­re scrit­te, nes­su­no e dicia­mo nes­su­no, è riu­sci­to a risol­ve­re que­sta ver­go­gno­sa situazione”.