Sicilia Zona Rossa. Il Sindaco di Pantelleria pronto a chiedere misure diverse per l’isola. Ecco cosa cambia

Sicilia Zona Rossa. Il Sindaco di Pantelleria pronto a chiedere misure diverse per l’isola. Ecco cosa cambia

15/01/2021 0 Di Redazione

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 2108 volte!

La Sicilia Zona Rossa da domenica. Il Sindaco Campo emette una nuova ordinanza, ecco le anticipazioni e cosa deve fare chi rientra sull’isola

Ieri sera in diretta lo aveva già dichiarato: “Se i positivi rimarranno bassi, mi prenderò la responsabilità di chiedere la Zona Arancione per Pantelleria”

Lo ha annun­cia­to ieri Nel­lo Musu­me­ci, Pre­si­den­te del­la Regio­ne Sici­lia­na:  «Alla luce dell’aumento dei con­ta­gi, che è ulte­rior­men­te pro­gre­di­to rispet­to alla scor­sa set­ti­ma­na, abbia­mo sot­to­po­sto al gover­no cen­tra­le la pro­po­sta di dichia­ra­re per due set­ti­ma­ne la “zona ros­sa” in Sici­lia. L’istanza sarà valu­ta­ta nel­la cabi­na di regia con­vo­ca­ta per doma­ni a Roma e, ove la nostra richie­sta non doves­se esse­re accol­ta, pru­den­zial­men­te doma­ni stes­so pro­ce­de­rò con mia ordi­nan­za ad appli­ca­re le limi­ta­zio­ni pre­vi­ste per le “zone ros­se” in tut­te le aree regio­na­li a mag­gio­re inci­den­za di con­ta­gio, come peral­tro richie­sto da nume­ro­si sin­da­ci. Dob­bia­mo evi­ta­re che riman­da­re misu­re ine­vi­ta­bi­li ci costrin­ga a resta­re chiu­si quan­do il resto d’Italia ria­pri­rà. Con­fi­dia­mo nei risto­ri più vol­te sol­le­ci­ta­ti assie­me ad altri pre­si­den­ti di Regio­ne al gover­no cen­tra­le e, soprat­tut­to, nel com­por­ta­men­to rispet­to­so da par­te dei cit­ta­di­ni. Una mino­ran­za non deve con­di­zio­na­re la vita socia­le ed eco­no­mi­ca del­la nostra comu­ni­tà».

Ed è di poco fa la noti­zia che il Mini­stro Spe­ran­za ha fat­to segui­to alla richie­sta, quin­di da dome­ni­ca 17 gen­na­io la Sici­lia sarà zona rossa.

Cosa succederà a Pantelleria?

Ieri, nel­la con­sue­ta diret­ta, il Sin­da­co Cam­po ha già dichia­ra­to che nel caso fos­se scat­ta­ta la Zona ros­sa, dato che a Pan­tel­le­ria, alme­no per ora, i posi­ti­vi sono sem­pre pochis­si­mi (a ieri 3), la prio­ri­tà sarà pro­teg­ge­re l’i­so­la dal­la ter­ra fer­ma e se la situa­zio­ne posi­ti­vi rimar­rà così bas­sa e sot­to con­trol­lo, il Sin­da­co si pren­de­rà la respon­sa­bi­li­tà di appli­ca­re a Pan­tel­le­ria la Zona Aran­cio­ne, che per­met­ta ai pan­te­schi di respi­ra­re un po’, dopo aver fat­to mesi di loc­k­do­wn sen­za posi­ti­vi già lo scor­so inverno.

Ovvia­men­te poi dipen­de­rà da tut­ti i pan­te­schi rispet­ta­re le rego­le e far rima­ne­re l’i­so­la fuo­ri dal­l’in­cu­bo Covid.

Intanto il Primo Cittadino ha scritto una nuova ordinanza sindacale. Ci ha fornito delle anticipazioni, come già accennato ieri sera in diretta. Ecco cosa prevede:

Ingres­so di per­so­ne fisi­che nel ter­ri­to­rio comu­na­le pro­ve­nien­ti da Regio­ni con sce­na­rio pan­de­mi­co di ele­va­ta e mas­si­ma gra­vi­tà e pro­ve­nien­ti da pae­si e ter­ri­to­ri esteri

SENZA TAMPONE MOLECOLARE: devo­no osser­va­re la per­ma­nen­za domi­ci­lia­re con iso­la­men­to fidu­cia­rio, man­te­nen­do lo sta­to di iso­la­men­to per 14 gior­ni dall’arrivo, con divie­to di con­tat­ti socia­li, di spo­sta­men­ti e di viag­gi sal­vo com­pro­va­te esi­gen­ze di natu­ra sani­ta­ria e/o indif­fe­ri­bi­li da con­cor­da­re con gli ope­ra­to­ri sanitari.

CON TAMPONE: qua­lo­ra in pos­ses­so di tam­po­ne mole­co­la­re con esi­to nega­ti­vo non supe­rio­re alle 48 ore pri­ma dell’arrivo sull’Isola di Pan­tel­le­ria, potran­no non osser­va­re la per­ma­nen­za domi­ci­lia­re con iso­la­men­to fiduciario.

SE NON SI VUOLE FARE ISOLAMENTO FIDUCIARIO E SI È STATI FUORI DALL’ISOLA PIU’ DI 4 GIORNI: Chiun­que arri­vi e/o si sia allon­ta­na­to dall’Isola per più di 4 gior­ni dovrà, giun­to sull’Isola, sot­to­por­si al tam­po­ne rapi­do anti­ge­ni­co e qua­lo­ra l’esito fos­se nega­ti­vo potrà recar­si al domi­ci­lio, con la rac­co­man­da­zio­ne di man­te­ne­re i dispo­si­ti­vi di pro­te­zio­ne indi­vi­dua­le, evi­ta­re i con­tat­ti con sog­get­ti ter­zi e sot­to­por­si nuo­va­men­te a tam­po­ne anti­ge­ni­co al quin­to gior­no suc­ces­si­vo a quel­lo di sot­to­po­si­zio­ne al pri­mo tam­po­ne. L’esecuzione di un tam­po­ne mole­co­la­re a pro­prie spe­se sull’isola con­sen­ti­rà di non sot­to­por­si al dop­pio tam­po­ne rapi­do, ma fino all’esito nega­ti­vo si osser­ve­rà L’ISOLAMENTO.

SE SI È STATI FUORI DALL’ISOLA MENO DI 4 GIORNI: Chiun­que si allon­ta­ne­rà dall’Isola per un tem­po non supe­rio­re a 4 gior­ni, giun­to sull’Isola potrà recar­si al domi­ci­lio, con la rac­co­man­da­zio­ne di man­te­ne­re i dispo­si­ti­vi di pro­te­zio­ne indi­vi­dua­le, evi­ta­re i con­tat­ti con sog­get­ti ter­zi e sot­to­por­si a tam­po­ne anti­ge­ni­co al quin­to gior­no suc­ces­si­vo a quel­lo di arrivo.

PER I LAVORATORI E I PENDOLARI: È fat­to obbli­go ai lavo­ra­to­ri pen­do­la­ri che entra­no nel ter­ri­to­rio comu­na­le, pro­ve­nien­ti dal­le Regio­ni iden­ti­fi­ca­te col colo­re ros­so e aran­cio­ne (QUINDI ANCHE LA SICILIA), a nor­ma del­le Ordi­nan­za del Mini­stro del­la Salu­te, di adot­ta­re tut­te le misu­re pre­vi­ste per il con­te­ni­men­to del con­ta­gio da COVID-19 dal­la nor­ma­ti­va nazio­na­le e regio­na­le così come pre­ve­do­no i rispet­ti­vi pro­to­col­li. Agli stes­si, al ter­mi­ne dell’attività lavo­ra­ti­va pre­sta­ta sul ter­ri­to­rio comu­na­le, si appli­ca l’i­so­la­men­to fidu­cia­rio o tam­po­ne negativo.

TUTTI QUELLI CHE ARRIVANO SULL’ISOLA DEVONO COMUNQUE:

Comu­ni­ca­re l’arrivo sul ter­ri­to­rio comu­na­le, attra­ver­so il Cen­tro Ope­ra­ti­vo Comu­na­le (COC), alter­na­ti­va­men­te, ai seguen­ti contatti:

I sog­get­ti in iso­la­men­to fidu­cia­rio ai sen­si dei pre­ce­den­ti pun­ti non pos­so­no rice­ve­re visi­te. È ammes­so sol­tan­to l’accesso di badan­ti e per­so­na­le sani­ta­rio, a con­di­zio­ne che ven­ga­no adot­ta­te tut­te le pre­cau­zio­ni e le cau­te­le uti­li a evi­ta­re il con­ta­gio. Alle per­so­ne fisi­che indi­ca­te nei pre­ce­den­ti pun­ti, qua­lo­ra neces­sa­rio, sarà garan­ti­ta assi­sten­za attra­ver­so il COC (Cen­tro Ope­ra­ti­vo Comunale).

Con­si­de­ra­ta la fra­gi­li­tà sani­ta­ria dell’Isola di Pan­tel­le­ria, è for­te­men­te rac­co­man­da­to alle per­so­ne fisi­che che giun­go­no sul ter­ri­to­rio comu­na­le pro­ve­nien­ti dal­le Regio­ni iden­ti­fi­ca­te col colo­re gial­lo, di por­si in iso­la­men­to fidu­cia­rio, man­te­nen­do lo sta­to di iso­la­men­to per 14 gior­ni dall’arrivo oppu­re sot­to­por­si ad un esa­me attra­ver­so un tam­po­ne con esi­to nega­ti­vo, non supe­rio­re alle 48 ore pri­ma dell’arrivo.

DOMANI PUBBLICHEREMO L’INTERO TESTO DELL’ORDINANZA SINDACALE

All’in­ter­no del­l’Or­di­nan­za che sarà illu­stra­ta dal Sin­da­co nel­la diret­ta di que­sta sera, ci saran­no le nuo­ve rego­le per i rifiu­ti, per gli scuo­la­bus, per i trasporti.