Pantelleria, il messaggio di fine anno del Sindaco Vincenzo Campo

Pantelleria, il messaggio di fine anno del Sindaco Vincenzo Campo

31/12/2020 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 278 volte!

Pantelleria, il messaggio di fine anno del Sindaco Vincenzo Campo: “Tanto è stato fatto, ma tanto ancora c’è da fare. L’importante è andare avanti come comunità unita, responsabile per guardare al 2021 con positività.”

 

Care Concit­ta­dine cari Concittadini,

siamo giun­ti al ter­mine di un anno che ha mes­so a dura pro­va tut­ti noi e che ha provo­ca­to anche la perdi­ta di per­sone care. Un anno seg­na­to da un’emergenza san­i­taria che è diven­ta­ta anche emer­gen­za eco­nom­i­ca. Cer­to, l’estate trascor­sa ha seg­na­to numeri impor­tan­ti per la nos­tra econo­mia, ma il ritorno dell’emergenza ha fat­to rip­i­om­bare tut­ti noi nell’incertezza.

Il Comune ha fat­to la sua parte, cer­can­do di non dimen­ti­care nes­suno. Per questo con­sidero impor­tante far sapere che chi­unque ne abbia la neces­sità può usufruire di servizi impor­tan­ti.

Chi si trovasse nell’impossibilità di procu­rar­si far­ma­ci e generi ali­men­ta­ri, sap­pia che può chia­mare il Comune, che darà una mano a chi ne avrà vera­mente bisogno.

Abbi­amo atti­va­to il Cen­tro Oper­a­ti­vo Comu­nale (COC), fin dall’inizio del­la pan­demia, che attra­ver­so il costante impeg­no dei volon­tari del Grup­po Comu­nale di Pro­tezione Civile e di altre asso­ci­azioni di volon­tari­a­to, ha provve­du­to a dare sup­por­to ed infor­mazioni a tutte quelle per­sone che han­no chiam­a­to per le più dis­parate neces­sità. Pari­men­ti, abbi­amo poten­zi­a­to i Servizi Sociali con l’inserimento di un altro assis­tente sociale, deci­sione impor­tante per­ché i Servizi Sociali han­no svolto un ruo­lo fon­da­men­tale in questo anno di emer­gen­za sociale, oltre che sanitaria.

Un’Amministrazione Comu­nale seria non fa i fat­ti solo negli ulti­mi sei mesi di manda­to, ma sem­pre, giorno dopo giorno, anno dopo anno. Quest’anno è sta­to duris­si­mo, ma lo abbi­amo affronta­to con sen­so di respon­s­abil­ità, impeg­nan­do­ci nelle nuove sfide e nei nuovi osta­coli che gior­nal­mente ci trovava­mo davanti.

Per questo abbi­amo deciso di met­tere in cam­po anche altri tipi di sosteg­no come gli sgravi TARI per le attiv­ità pro­dut­tive, com­mer­ciali e i pub­bli­ci eser­cizi col­pi­ti dall’emergenza, sen­za dimen­ti­care la disponi­bil­ità del nos­tro Uffi­cio Trib­u­ti a venire incon­tro alle neces­sità di chi si trovasse in dif­fi­coltà attra­ver­so rateiz­zazioni con­cor­date. Ora siamo in atte­sa delle somme del Fon­do Perequa­ti­vo regionale per ulte­ri­ori sgravi.

Siamo dal­la parte dei cit­ta­di­ni, delle nos­tre imp­rese, dei nos­tri gio­vani e del­la nos­tra ter­ra e nonos­tante le dif­fi­coltà non abbi­amo smes­so di costru­ire il futuro, di miglio­rare la nos­tra isola. 

Per questo, non appe­na è sta­to pos­si­bile, abbi­amo dato anche nuo­vo spazio alla Cul­tura nel­la sua accezione più ampia, dan­do un pal­co ai nos­tri artisti isolani, una vet­ri­na alla tradizione, col­lab­o­ran­do con ospi­ti illus­tri che amano Pan­tel­le­ria e con­tribuis­cono a farne conoscere le bellezze.

Nonos­tante il peri­o­do di iso­la­men­to, abbi­amo inau­gu­ra­to la ten­sostrut­tura che potrà essere un pri­mo pas­so a dare spazi a tut­ti i nos­tri gio­vani atleti e sportivi che in questi ulti­mi anni han­no dovu­to rin­un­cia­re a tante attiv­ità per man­can­za di spazi e servizi.

Abbi­amo con­cepi­to un piano di inter­ven­ti pub­bli­ci che nel cor­so del 2020 han­no con­sen­ti­to di dare un vali­do aiu­to al ter­ri­to­rio e per il futuro abbi­amo una serie di prog­et­ti finanziati che miglior­eran­no la qual­ità del­la vita sull’isola.

  • Il 2020 ha seg­na­to la con­seg­na dei lavori per la Stra­da del Lago. La pan­demia ha inter­rot­to brus­ca­mente gli stes­si, che sono sta­ti ripresi quest’estate e potran­no essere ulti­mati entro la pri­mav­era prossima.
  • Sis­temazione di 15 discese a mare.
  • Sbloc­co dei lavori del­la Scuo­la media e del­la palestra. Si prevede la con­seg­na del pri­mo bloc­co entro il mese di feb­braio 2021.
  • Lavori iniziati sul cimitero di Pan­tel­le­ria Cen­tro e da ulti­mare nel prossi­mo mese di gennaio.
  • Inter­ven­ti sulle palazz­ine popo­lari, che vedran­no nel 2021 la parten­za dei lavori finanziati per 5 mil­ioni di euro.
  • Sis­temazione di trat­ti impor­tan­ti del­la rete idrica.
  • Imple­men­tazione del depu­ra­tore di Pan­tel­le­ria Centro.
  • Sis­temazione lam­pi­oni su Bor­go Italia da ulti­mare dopo la fine delle festività.
  • Lavori alla scuo­la di Tra­cino che saran­no ulti­mati nei pri­mi mesi del 2021.
  • Asfal­tatu­ra di vari trat­ti stradali.
  • Accor­do con il Libero Con­sorzio dei Comu­ni di Tra­pani che prevede la sis­temazione delle strade provin­ciali per un prog­et­to finanzi­a­to di cir­ca 1.300.000,00 euro, con lavori da eseguir­si nel 2021. Nell’ambito dell’accordo c’è anche il finanzi­a­men­to di cir­ca 6 mil­ioni di euro per gli inter­ven­ti sul trat­to di stra­da di Dietro l’Isola;
  • Inizio dei lavori sul molo Toscano per la sis­temazione del muro paraonde per il nuo­vo dente di attrac­co e la creazione di un’area inter­por­to nel trat­to denom­i­na­to Cam­po Mas­si, che per­me­t­terà il cari­co e scari­co delle mer­ci fuori dai cen­tri abi­tati e la lim­i­tazione del tran­si­to di mezzi pesan­ti ed autoar­ti­co­lati per le vie dell’Isola.
  • L’intervento atti­vo dei cit­ta­di­ni, attra­ver­so le Con­sulte delle Con­trade, ha per­me­s­so di pro­gram­mare una serie di prog­et­ti di lavori pub­bli­ci, con impeg­ni di spe­sa già cer­ti, che vedran­no luce nel 2021.
  • Tan­ti altri inter­ven­ti nec­es­sari per manuten­zioni ordi­nar­ie e stra­or­di­nar­ie ed un accor­do quadro, sul quale sono con­fluite le pro­poste dei Con­siglieri Comu­nali, per lavori stra­or­di­nari del val­ore di 300.000,00 euro da eseguir­si nel 2021.

Pan­tel­le­ria sta diven­tan­do un mod­el­lo di sosteni­bil­ità ambi­en­tale in Italia, gra­zie pro­prio alla col­lab­o­razione e l’impegno dei pan­teschi. Pri­mi per rac­col­ta dif­feren­zi­a­ta in Provin­cia e uni­co Comune sicil­iano ad aver ottenu­to la con­fer­ma delle 5 Vele di Legam­bi­ente e Tour­ing Club. Quest’ul­ti­mo anche gra­zie all’or­di­nan­za “plas­tic free” del luglio 2018, che ha con­sen­ti­to di cam­biare le nos­tre abi­tu­di­ni, ma che dovrà essere anco­ra di più osser­va­ta nei prossi­mi anni.

Gra­zie al lavoro di questi anni, il 2021 sarà anche l’anno del poten­zi­a­men­to del­la macchi­na comu­nale, con assun­zioni di 3 Vig­ili Urbani (il quar­to nel 2022) e 2 nuovi operai comu­nali. Impor­tante sarà l’assunzione di una figu­ra api­cale che con­solid­erà quel riordi­no dei set­tori nec­es­sario per ren­dere la macchi­na ammin­is­tra­ti­va anco­ra più agile e pronta ad affrontare tutte le sfide che il futuro ci asseg­n­erà. La sta­bi­liz­zazione dei 5 ASU (ex-LSU) avvenu­ta quest’anno ha seg­na­to il pas­so e dimostra­to che la volon­tà polit­i­ca serve a dare certez­za all’attività ammin­is­tra­ti­va e sicurez­za alle famiglie.

La situ­azione trasporti è sem­pre in con­tin­ua evoluzione. I trasporti aerei vedran­no nel 2021 la stip­u­la di una nuo­va con­ven­zione dove sta­vol­ta il Comune parteciperà atti­va­mente e non subirà le deci­sioni di chi Pan­tel­le­ria non la vive.

I trasporti marit­ti­mi sono ostag­gio di navi obso­lete, ma dob­bi­amo dare atto che l’attuale nav­iglio è sta­to ogget­to di restyling qua­si totale, per­me­t­ten­do una cer­ta con­ti­nu­ità nel servizio. Ciò, però, non bas­ta e l’alternativa del col­lega­men­to su Mazara potrà dare oppor­tu­nità nuove, riduzione delle ore di viag­gio e la pos­si­bil­ità di sfruttare meglio quelle bre­vi finestre di nav­igazione che col solo col­lega­men­to da Tra­pani ci pone spes­so in gravi difficoltà.

Si attende che il Gov­er­no Regionale si attivi per il ban­do per l’acquisto del­la nuo­va nave nec­es­saria per per­me­t­tere col­lega­men­ti più sta­bili e sicuri, anche gra­zie al nuo­vo dente di attrac­co sul molo Toscano che è ogget­to degli attuali lavori di com­ple­ta­men­to per 2 mil­ioni di euro. La trat­ta di pros­e­cuzione ver­so Keli­b­ia (in cor­so di attuazione) poi potrà dare nuove oppor­tu­nità all’Isola e aus­pi­ca­bil­mente una rispos­ta al fenom­e­no migratorio. 

È sta­to indub­bi­a­mente un anno com­pli­ca­to, che dif­fi­cil­mente sarà can­cel­la­to dal­la memo­ria e che comunque, ha fat­to emerg­ere una grande capac­ità di resilien­za da parte di tut­ti. Cosa impor­tan­tis­si­ma, ha rin­no­va­to un pat­to di sol­i­da­ri­età tra tut­ti gli aman­ti del nos­tro ter­ri­to­rio, pan­teschi e non, gra­zie al quale è sta­to pos­si­bile fino ad adesso super­are momen­ti difficilissimi.

Una feri­ta anco­ra aper­ta è, però, la chiusura del Pun­to Nasci­ta per una scelta sceller­a­ta del gov­er­no regionale pro­prio a pan­demia in corso.

Tut­tavia dob­bi­amo anche rimar­care un risul­ta­to vera­mente impor­tante: il prog­et­to delib­er­a­to di ottimiz­zazione e poten­zi­a­men­to dell’assistenza san­i­taria sull’isola, che ha già mosso i pri­mi pas­si con l’oncologo, il chirur­go vas­co­lare, l’attesa degli arrivi del­lo psi­col­o­go e del sec­on­do chirur­go men­tre sono state pub­bli­cate le ore per l’attivazione del­la reuma­tolo­gia e pneu­molo­gia, sen­za chiara­mente dimen­ti­care i lavori iniziati del­la nuo­va TAC, che con­sen­tirà di effet­tuare esa­mi impor­tan­ti e com­p­lessi. Tut­to ciò non costringerà i nos­tri concit­ta­di­ni a recar­si sul­la ter­rafer­ma. Nel 2021 saran­no pub­bli­cati i ban­di che porter­an­no nuove fig­ure sia nel nos­tro ospedale che nel­la san­ità ter­ri­to­ri­ale. Un prog­et­to, lo ricor­diamo, di qua­si 2 mil­ioni di euro.

Un augu­rio spe­ciale per un 2021 di riscat­to, seren­ità e ripresa è ris­er­va­to a voi tut­ti cit­ta­di­ni pan­teschi e ami­ci dell’isola di Pan­tel­le­ria, da parte mia, del­la mia famiglia e da parte di tut­ta la giun­ta e Con­siglieri Comunali.

Un pen­siero par­ti­co­lare voglio dedi­car­lo ai nos­tri gio­vani e ai nos­tri stu­den­ti, che han­no vis­su­to un anno di incertezze, iso­la­men­to e privazione.

Ragazze e ragazzi, vi esor­to a non dis­perdere questo grande pat­ri­mo­nio di espe­rien­ze e di cresci­ta morale, sociale e civile che il Coro­n­avirus, pur nel­la sua tragic­ità, ha las­ci­a­to in ognuno di noi e di impeg­narvi sem­pre nel­lo stu­dio, per pot­er essere pro­tag­o­nisti di un mon­do migliore, sano e più sicuro.

Il con­siglio che mi sen­to di darvi, vali­do per ques­ta come per tutte le altre prove cui vi sot­to­por­rà la vita, è di fare affi­da­men­to sul­la vos­tra preparazione, sul­la con­sapev­olez­za delle vostre qual­ità e sul­la volon­tà che avete insi­ta di sognare e cam­biare in meglio questo mon­do. Volon­tà che non dovete mai perdere e che, se potete, dovete rius­cire a portare avan­ti sul­la nos­tra iso­la che ha bisog­no di guardare al futuro, con i pie­di ben piantati nelle nos­tre radi­ci. Noi con questo spir­i­to ci siamo mes­si al servizio del cit­tadi­no e siamo con­vin­ti che con questo spir­i­to l’isola potrà rap­p­re­sentare per le gen­er­azioni future un reale appro­do a cui tornare, non un luo­go da dover las­cia­re per trovare di meglio.

Non ci fermeremo.

Il futuro si costru­isce giorno dopo giorno.

C’è bisog­no, però, del­la col­lab­o­razione di tut­ti. Con­tinuiamo a vivere le feste in maniera respon­s­abile, per far sì che la nor­mal­ità giun­ga pri­ma pos­si­bile. Mai come in questo momen­to, il benessere col­let­ti­vo dipende da ognuno di noi, è respon­s­abil­ità di ognuno.

Mai come in questo momen­to dob­bi­amo restare uni­ti, sosten­er­ci l’un l’altro come una vera comu­nità sa fare, per uscire tut­ti insieme da un’emergenza che minac­cia il futuro nos­tro e dei nos­tri figli. Sta a noi fare la dif­feren­za. Iniziare questo 2021 con un pas­so diver­so, propos­i­ti­vo, pos­i­ti­vo, deciso, per far sì che per tut­ti il 2021 sia un anno di riscatto.

Allo­ra, Buon 2021 a tut­ti voi e alle vostre famiglie e che quel­la di domani sia la pri­ma di una lun­ga serie di albe luminose.

Vin­cen­zo Campo

Sin­da­co di Pantelleria

 

Pan­tel­le­ria, 31 dicem­bre 2020