A Pantelleria il 3 dicembre si parlerà di futuro sostenibile con lo Youth Forum del Parco

A Pantelleria il 3 dicembre si parlerà di futuro sostenibile con lo Youth Forum del Parco

30/11/2020 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 471 volte!

GIOVEDÌ 3 DICEMBRE – AL VIA IL ‘PANTELLERIA YOUTH FORUM’ ISOLA-LABORATORIO DI FUTURO SOSTENIBILE, CON SERGIO COSTA ED ENRICO LETTA 

PROGETTO DELL’ENTE PARCO E SVIMEZ, IN COLLABORAZIONE CON SCUOLA DI POLITICHE 

Nel mez­zo del Mediter­ra­neo, l’isola di Pan­tel­le­ria diven­ta il cen­tro propul­sore per l’incontro di realtà con espe­rien­ze diverse, legate da un obi­et­ti­vo: un futuro di svilup­po sosteni­bile da pen­sare e piani­fi­care insieme alle gio­vani gen­er­azioni. Lo faran­no nel ‘Pan­tel­le­ria Youth Forum’ (PYF), un prog­et­to di dura­ta tri­en­nale, che mette insieme l’Ente Par­co dell’Isola di Pan­tel­le­ria, la SVIMEZ — Asso­ci­azione per lo svilup­po del­l’in­dus­tria nel Mez­zo­giorno e la Scuo­la di Politiche.

L’evento di lan­cio del prog­et­to avrà luo­go giovedì 3 dicem­bre, dalle 10 alle 12 in modal­ità online. A pre­sentare l’iniziativa saran­no Sal­va­tore Gabriele, pres­i­dente dell’Ente Par­co nazionale di Pan­tel­le­ria, Mar­co Mel­oni, diret­tore del­la Scuo­la di Politiche e Luca Bianchi, diret­tore SVIMEZ. Durante l’iniziativa, oltre all’unicità del con­testo ter­ri­to­ri­ale e del pae­sag­gio rurale di Pan­tel­le­ria, ver­ran­no pre­sen­tate le buone pras­si avvi­ate in parte­nar­i­a­to con l’Ente Par­co che han­no trova­to in ques­ta iso­la il luo­go ide­ale per la costruzione di un prog­et­to di sosteni­bil­ità su larga scala, con gli inter­ven­ti di Donatel­la Bianchi (Pres­i­dente del WWF e pres­i­dente del Par­co nazionale delle Cinque Terre), Catia Bas­ti­oli (pres­i­dente di Nova­mont), Mar­ti­na Fer­ra­cane (pres­i­dente Fab Lab West­ern Sici­ly), Giu­liana Mat­ti­az­zo (vice ret­tore al trasfer­i­men­to tec­no­logi­co del Politec­ni­co di Tori­no), Giuseppe Bar­bera (Uni­ver­sità di Paler­mo). La pre­sen­tazione si con­clud­erà con gli inter­ven­ti del min­istro dell’Ambiente Ser­gio Cos­ta e l’ex pre­mier Enri­co Let­ta, pres­i­dente del­la Scuo­la di Politiche.

Le diverse realtà coin­volte in PYF gener­eran­no insieme un per­cor­so vir­tu­oso e replic­a­bile, fat­to di ricer­ca, for­mazione teor­i­ca e best prac­tices, riv­olte ai gio­vani stu­den­ti del­la comu­nità pan­tesca e del resto d’Italia. Ciò sarà pos­si­bile anche gra­zie all’apporto del­la comu­nità del­la Scuo­la di Politiche, che con­ta ormai un net­work di oltre 2000 studenti.

“La final­ità di PYF – ha dichiara­to Sal­va­tore Gabriele, pres­i­dente dell’Ente Par­co Iso­la di Pan­tel­le­ria – è quel­la di creare un mod­el­lo com­p­lessi­vo di svilup­po e ricer­ca, basato su un approc­cio mul­ti­dis­ci­pli­nare lega­to ai temi del­la green econ­o­my, del­l’a­gri­coltura, dell’energia e delle nuove tec­nolo­gie e del tur­is­mo sosteni­bile. Saran­no orga­niz­za­ti grup­pi di lavoro e sem­i­nari tem­ati­ci con l’o­bi­et­ti­vo di creare oppor­tu­nità di svilup­po imple­men­tan­do le scelte del Gov­er­no nazionale e del Min­is­tero dell’Ambiente a par­tire dalle Zone Eco­nomiche Ambi­en­tali (Z.E.A.) e gli inter­ven­ti per il clima”.

Luca Bianchi, diret­tore del­la SVIMEZ, ha sot­to­lin­eato che pro­prio “nell’ambito del­la tran­sizione eco­log­i­ca il con­trib­u­to del Mez­zo­giorno può essere deter­mi­nante per la ricostruzione del Paese post-Covid. Il prog­et­to del PYF parte dal­la con­vinzione che la strate­gia green deb­ba assumere un carat­tere ‘atti­vo e parte­ci­pa­ti­vo’, diven­tan­do ele­men­to trainante per la costruzione di una nuo­va econo­mia, final­iz­za­ta a ren­dere la ques­tione ambi­en­tale una oppor­tu­nità di svilup­po e di trasfor­mazione del lavoro e dei mod­el­li di con­sumo, ma anche ele­men­to deter­mi­nante dell’inclusione e del­la coe­sione sociale”.

“PYF sarà, oltre che un grande even­to annuale, un per­cor­so uni­co fonda­to su ecolo­gia, cresci­ta sosteni­bile e conoscen­za: tre pilas­tri per­ché l’Italia, e ancor più il Mez­zo­giorno e le Isole, pos­sano inver­tire il trend di “non-cresci­ta” che per­du­ra ormai da trop­pi anni”, ha aggiun­to Mar­co Mel­oni, diret­tore del­la Scuo­la di Politiche e coor­di­na­tore del prog­et­to. “Per­ché ciò acca­da nei fat­ti sono nec­es­sarie nuove clas­si diri­gen­ti com­pe­ten­ti e appas­sion­ate: for­mar­le e ren­der­le capaci di costru­ire un futuro di cresci­ta sosteni­bile è la nos­tra mis­sione prioritaria”.

Sarà pos­si­bile parte­ci­pare su piattafor­ma Zoom e sui social di Ente Par­co, Svimez e Scuo­la di Politiche. Per gli accred­i­ti stam­pa è pos­si­bile man­dare una mail.