Il cordoglio dell’Arma per la scomparsa di Nicandro Di Santo in servizio a Pantelleria negli anni ’80

Il cordoglio dell’Arma per la scomparsa di Nicandro Di Santo in servizio a Pantelleria negli anni ’80

19/11/2020 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 404 volte!

L’Arma dei Carabinieri esprime le condoglianze per la morte del Brigadiere Capo Nicandro Di Santo, addetto all’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Partinico (PA), vittima del coronavirus

Negli anni ’80 era stato in servizio a Pantelleria, alla quale era ancora molto legato

Nel­la not­ta­ta, a causa delle com­pli­canze di una pol­monite da coro­n­avirus, è dece­du­to il Brigadiere Capo Nican­dro Di San­to, addet­to all’Aliquota Radiomo­bile del­la Com­pag­nia di Par­tini­co (PA). Il Coman­dante Gen­erale e tut­ta l’Arma si stringono com­pat­ti intorno alla moglie, e in par­ti­co­lare alle due figlie.

Il mil­itare, entra­to nell’Arma nel 1984, dopo aver presta­to servizio pres­so la Stazione di San Cipirello (PA) e Pan­tel­le­ria (TP) è sta­to imp­ie­ga­to pres­so l’allora 12° Battaglione “Sicil­ia” per poi appro­dare all’Aliquota Radiomo­bile del­la Com­pag­nia di Par­tini­co (PA) dove da oltre dieci anni ne pat­tugli­a­va le strade e, sen­za pau­ra, affronta­va giorno e notte le emer­gen­ze e le richi­este di aiu­to, aiu­tan­do e con­for­t­an­do chi­unque ave­va necessità.

Un esem­pio per i col­leghi e per un pun­to di rifer­i­men­to per la popo­lazione, rac­chiu­so in una vita ded­i­ca­ta all’Istituzione ai cit­ta­di­ni e alla famiglia. Ave­va 55 anni.