Pantelleria, 4 novembre. Deastis: “Adesso, questa celebrazione è ancora più importante”

Pantelleria, 4 novembre. Deastis: “Adesso, questa celebrazione è ancora più importante”

03/11/2020 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 220 volte!

4 novembre 2020 a Pantelleria: una Giornata delle Forze Armate e dell’Unità Nazionale in epoca Covid.

T. Col. Deastis: “In questo momento particolare, questa celebrazione è ancora più importante”

Io ci cre­do”. Questo il claim del 4 novem­bre, “Giorno dell’Unità Nazionale” e “Gior­na­ta delle Forze Armate”.

In questo momen­to dif­fi­cile è pro­prio la bandiera ital­iana — sot­to la quale la gente si è uni­ta durante il lock­down — la pro­tag­o­nista di una ricor­ren­za par­ti­co­lar­mente sig­ni­fica­ti­va per il nos­tro Paese: il 4 novem­bre, infat­ti, ter­mi­na­va la Pri­ma Guer­ra Mon­di­ale. In questo giorno las­ci­ate­mi ricor­dare anz­i­tut­to tut­ti i cadu­ti delle guerre, sot­to­lin­e­an­do il loro esem­pio di fedeltà al dovere, di dedi­zione e cor­ag­gio, di amore e apparte­nen­za alla Patria, val­ori che oggi più che mai devono servire da rifer­i­men­to per noi che servi­amo il nos­tro Paese in armi o indos­si­amo una divisa.  Quest’anno non rius­ci­amo ad incon­trare i cit­ta­di­ni come abbi­amo fat­to lo scor­so anno quan­do ci siamo uni­ti nell’alzabandiera solenne ospi­tan­do le gio­vani sco­laresche, le isti­tuzioni e le rap­p­re­sen­tanze dei cir­coli qui al Dis­tac­ca­men­to. L’incontro diret­to con la cit­tad­i­nan­za ci mancherà, ci mancher­an­no gli sguar­di e l’entusiasmo dei gio­vani che parte­ci­pa­vano la loro sen­ti­ta approvazione per il nos­tro lavoro, le loro domande sul nos­tro oper­are a Pan­tel­le­ria. Ma è pro­prio in questo momen­to di dif­fi­coltà che voglio sot­to­lin­eare in maniera anco­ra più forte l’importanza del nos­tro ruo­lo di mil­i­tari, nel sen­tir­ci a servizio del Paese, ma soprat­tut­to vici­ni alla gente, con­tin­uan­do ad oper­are “per la gente”. Per questo 4 Novem­bre però mi piac­erebbe che noi mil­i­tari tut­ti rius­cis­si­mo a trasmet­tere il sen­so di sac­ri­fi­cio e l’idea di unità. Nell’emergenza non ci siamo mai fer­mati, abbi­amo mes­so a dis­po­sizione con orgoglio tutte le capac­ità e i mezzi fin da subito. Anche in ques­ta fase, gli uomi­ni e le donne di tutte le Forze Armate con­tin­uer­an­no ad oper­are al servizio dei cit­ta­di­ni con impeg­no e deter­mi­nazione, cer­ta­mente con la stra­or­di­nar­ia pas­sione che ci appar­tiene. Serve il sac­ri­fi­cio di tut­ti, ma UNITI CE LA FAREMO!

T.Col. AAran Francesco DEASTIS
DISTACCAMENTO AEROPORTUALE PANTELLERIA
Coman­dante f.f.