Pantelleria: multato dalla Guardia Costiera per uso di acqua di mare per la piscina

Pantelleria: multato dalla Guardia Costiera per uso di acqua di mare per la piscina

11/09/2020 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 470 volte!

Con­trol­li ser­rati del­la Guardia Costiera final­iz­za­ti all’individuazione di illeciti per­pe­trati a dan­no dell’ambiente ed in par­ti­co­lare dell’ecosistema mari­no e del rel­a­ti­vo habi­tat. 

Ques­ta vol­ta a finire nel­la rete degli accer­ta­men­ti è sta­to l’amministratore di un com­p­lesso res­i­den­ziale che, in vio­lazione dell’autorizzazione rilas­ci­a­ta dal Dipar­ti­men­to dell’Ambiente del­la regione Sicil­iana, prel­e­va­va illecita­mente acqua di mare, nec­es­saria al riem­pi­men­to di una pisci­na pri­va­ta.

Nel­lo speci­fi­co i mil­i­tari del Nucleo Oper­a­ti­vo Polizia Ambi­en­tale (N.O.P.A) — Sezione di Pan­tel­le­ria, a segui­to di una lun­ga attiv­ità di indagine, accer­ta­vano il pre­lie­vo di acqua di mare in un peri­o­do diver­so rispet­to a quel­lo autor­iz­za­to con il provved­i­men­to regionale.

Infat­ti l’ar­ti­co­lo 51 del Codice di Nav­igazione, sta­bilisce che: “nel­l’am­bito del demanio marit­ti­mo e del mare ter­ri­to­ri­ale, l’ estrazione e la rac­col­ta di are­na, alghe, ghi­a­ia o altri mate­ri­ali (tra cui l’acqua di mare) è sot­to­pos­ta alla con­ces­sione del capo del com­par­ti­men­to (oggi leg­gasi Regione)” che sta­bilisce, altresì, le pre­scrizioni da osser­vare.

Al trasgres­sore è sta­ta com­mi­na­ta una sanzione ammin­is­tra­ti­va pari a € 1.032,00 in quan­to respon­s­abile del­la vio­lazione di cui all’art.1164 c.1 del Codice del­la Nav­igazione.

Tra le pre­scrizioni imposte dall’Autorità con­dente (Regione) con l’autorizzazione al pre­lie­vo è pre­vis­to che, al ter­mine del­la sta­gione esti­va, lo scari­co in mare delle acque delle piscine dovrà avvenire esclu­si­va­mente dopo un peri­o­do di decantazione e dopo la pre­sen­tazione delle rel­a­tive anal­isi in con­for­mità a quan­to pre­vis­to dal D.Lgs. n°116 del 30.05.2008 ed il D.M. 30.03.2010.

La Guardia Costiera di Pan­tel­le­ria con­tin­uerà, ancor di più in questo peri­o­do, con le attiv­ità di con­trol­lo mirate a pre­venire e reprimere le con­dotte ille­cite a dan­no dell’ambiente mari­no.