Pantelleria: torna in mare Puck, la tartaruga ferita

Pantelleria: torna in mare Puck, la tartaruga ferita

08/09/2020 0 Di Redazione

Questo arti­co­lo è sta­to let­to 640 volte!

Pantelleria: torna in mare Puck, la tartaruga ferita, curata dal centro di Recupero Tartarughe Marine AMP Isole Egadi

Un viag­gio di anda­ta e ritorno per Puck, la tar­taru­ga caret­ta caret­ta, tor­na­ta a Pan­tel­le­ria per ripren­dere la via del mare, dopo essere sta­ta ricov­er­a­ta a Fav­i­g­nana. L’e­sem­plare di cir­ca 20 anni, ritrova­to fer­i­to nelle acque anti­s­tan­ti l’iso­la è tor­na­to in mare dal­la spi­ag­gia di Bue Mari­no, dove è avvenu­ta la sua emozio­nante lib­er­azione, alla pre­sen­za dei bim­bi del­l’as­so­ci­azione Mare­vi­vo, oper­a­tivi tut­to l’an­no nelle inizia­tive a tutela del mare; del Par­co Nazionale Iso­la di Pan­tel­le­ria con il diret­tore Anto­nio Par­rinel­lo; di Legam­bi­ente rap­p­re­sen­ta­ta da Giuseppe Ama­to; e del Coman­dante del­l’Uf­fi­cio Cir­con­dar­i­ale Marit­ti­mo di Pan­tel­le­ria, TV (CP) Anto­nio Ter­rone, che ave­va cura­to le attiv­ità di recu­pero e trasfer­i­men­to del­l’an­i­male pres­so il cen­tro di Recu­pero Tar­tarughe Marine AMP Isole Ega­di.

La tar­taru­ga era sta­ta trasferi­ta nelle Ega­di da Pan­tel­le­ria, dopo il suo ritrova­men­to in mare, lo scor­so 25 luglio. Prob­a­bil­mente, a causa di inter­azione acci­den­tale con la pesca con il palan­garo, si era feri­ta ingeren­do ami e lenze. A Fav­i­g­nana, pres­so l’ex Sta­bil­i­men­to Flo­rio, la sede del cen­tro diret­to da Sal­va­tore Livreri Con­sole, oper­a­ti­vo dal 2015, fun­ziona come un vero e pro­prio ospedale. Gesti­to in col­lab­o­razione con le asso­ci­azioni onlus WWF Italia e Legam­bi­ente. È sta­to real­iz­za­to con il con­trib­u­to del Min­is­tero del­l’Am­bi­ente e del Fon­do Ital­iano per la Bio­di­ver­sità pro­mosso da Fed­er­parchi gra­zie allo spon­sor Co.Ge.Di. e con il con­trib­u­to del grup­po Bolton Ali­men­ta­ri spa. Si trat­ta di un vero pres­ti­gioso pun­to di rifer­i­men­to, oper­a­ti­vo H24, con il il numero ded­i­ca­to “SOS Tar­ta” 328.3155313.

Una sto­ria a lieto fine, che san­cisce il sodal­izio con tra i sogget­ti oper­a­tivi nel­l’am­bito del­la tutela del mare e del ter­ri­to­rio che è alla base delle attiv­ità del Par­co di Pan­tel­le­ria, che per il rag­giung­i­men­to degli obi­et­tivi predilige il coin­vol­gi­men­to del ter­ri­to­rio, il gio­co di squadra e il con­fron­to e l’in­te­grazione fra competenze.

Foto di Tom­ma­so Brignone e Par­co Nazionale