Pantelleria: il 30 luglio presentazione di ‘Rosso ulivo’ di Lella Seminerio

Pantelleria: il 30 luglio presentazione di ‘Rosso ulivo’ di Lella Seminerio

28/07/2020 0 Di Francesca Marrucci

Que­sto arti­co­lo è sta­to let­to 547 volte!

Pantelleria: giovedì 30 luglio presentazione del libro di Lella Seminerio ‘Rosso ulivo’.

Da una storia realmente accaduta, la vita dura di una ragazzina nella Sicilia più arcaica, selvaggia e affascinante.

L’evento sarà ospitato dal Centro ‘Giamporcaro’ alle 18.00

Sarà ospi­ta­ta nel Cen­tro Cul­tu­ra­le ‘Vito Giam­por­ca­ro’ in Via Man­zo­ni, 72 a Pan­tel­le­ria, la pre­sen­ta­zio­ne del libro di Lel­la Semi­ne­rio dal tito­lo ‘Ros­so Uli­vo’ edi­to dal­la Euno Edi­zio­ni di gio­ve­dì 30 luglio alle 18.00.

L’evento, ini­zial­men­te pre­vi­sto in Aula Con­si­lia­re è sta­to spo­sta­to per con­co­mi­tan­za con il Con­si­glio Comu­na­le che, data la dispo­ni­bi­li­tà del Segre­ta­rio Comu­na­le, si è dovu­to fis­sa­re per for­za nel­lo stes­so giorno.

Si trat­ta del ter­zo even­to del­la Sta­gio­ne Cul­tu­ra­le Esti­va del Comu­ne di Pan­tel­le­ria che quest’anno pone un’attenzione par­ti­co­la­re alla cul­tu­ra e alle tra­di­zio­ni sici­lia­ne e pantesche.

In quest’ottica, il libro del­la Semi­ne­rio ci ripor­ta ad una Sici­lia arcai­ca, vio­len­za, incle­men­te, sel­vag­gia nei pae­sag­gi e nei sen­ti­men­ti, ma anche affa­sci­nan­te. ‘Ros­so uli­vo’ rac­con­ta una sto­ria real­men­te acca­du­ta che Lel­la Semi­ne­rio nar­ra sen­za fron­zo­li, sen­za scon­ti, apren­do uno squar­cio su una Sici­lia che pur nel­le sue con­trad­di­zio­ni, non per­de la spe­ran­za e la spe­ran­za è sem­pre nell’amore.

È la sto­ria di una ragaz­za, Tinuz­za, quin­di­cen­ne, costret­ta a lascia­re la sua casa, il suo fidan­za­to, il suo pae­se per anda­re a lavo­ra­re a casa del padro­ne, dove dovrà affron­ta­re espe­rien­ze dram­ma­ti­che e vio­len­te, non sen­za un richia­mo alla speranza.

Un roman­zo che è sicu­ra­men­te di denun­cia, ma che vuo­le invia­re un mes­sag­gio di spe­ran­za, la spe­ran­za ripo­sta nel­la vit­to­ria del bene sul male, in cui la vio­len­za, che ad un cer­to pun­to per una serie di even­ti, sem­bra pren­de­re il soprav­ven­to, inve­ce si dis­sol­ve come neb­bia tra­fit­ta dal sole,” è quan­to ha affer­ma­to Lel­la Semi­ne­rio in meri­to alla sto­ria nar­ra­ta in ‘Ros­so uli­vo’. “Il sole a cui mi rife­ri­sco è ovvia­men­te il sole dell’amore. A mio avvi­so l’unico vero anti­do­to con­tro la vio­len­za.”

Rin­gra­zio di cuo­re il Cen­tro Cul­tu­ra­le ‘Vito Giam­por­ca­ro’ che ci ha ospi­ta­to con così poco pre­av­vi­so, anche per l’attenzione ripo­sta nel­le pre­sen­ta­zio­ni dei libri di que­sta Sta­gio­ne Cul­tu­ra­le Esti­va,” dichia­ra l’Assessore alle Poli­ti­che Cul­tu­ra­li, Fran­ce­sca Mar­ruc­ci. “Il Cen­tro infat­ti ha riser­va­to una spe­cia­le sezio­ne del­la Biblio­te­ca Comu­na­le ai libri che saran­no pre­sen­ta­ti in que­sti due mesi e ci sta seguen­do in que­sta ini­zia­ti­va cul­tu­ra­le dedi­ca­ta alla lettura. 

Rin­gra­zio Lel­la Semi­ne­rio per la dispo­ni­bi­li­tà e l’impegno nel veni­re a trat­ta­re i temi impor­tan­ti che carat­te­riz­za­no la sto­ria di Tinuz­za, temi anco­ra spes­so riscon­tra­bi­li nel­la nostra quo­ti­dia­ni­tà e non solo nei con­te­sti rura­li.”

Resta inte­so che gli even­ti sono ad ingres­so con­tin­gen­ta­to e a nume­ro chiu­so, come da restri­zio­ni anti-Covid in vigo­re fino al 31 luglio 2020. 

I posti saran­no solo a sede­re fino ad esaurimento. 

Per entra­re biso­gne­rà pre­sen­ta­re all’ingresso l’autocertificazione acclu­sa in allegato.

Gli even­ti potran­no subi­re varia­zio­ni o annul­la­men­ti in base alla situa­zio­ne lega­ta all’emergenza e alle con­di­zio­ni di sicurezza.